Latisana in breve

{jcomments on}Pista Ciclabile

Verrà completata entro l’autunno la pista ciclabile di Via Isonzo, quella che fa ridere per la presenza dei pali in mezzo alla pista e che abbiamo foto documentato più volte. I cantieri per collegare quel tratto di pista ciclabile di Via Isonzo che termina all’altezza del distributore, sono stati affidati ed ora iniziano i lavori; la pista si collegherà con Via Dietro Chiesa e permetterà ai ragazzi di raggiungere le scuole in sicurezza, speriamo senza pali in mezzo al percorso. La foto si riferisce al termine della risibile pista all’altezza di Via Sabbioni.

Latisana, Grado, Marano e Laguna   (leggi tutto, clicca)



Lo sapete che Latisana fa parte di un bel progetto turistico, che ha il vantaggio di essere gratuito per chi ne usufruisce? Eccolo qui. Si chiama Terra e Acqua, ovvero una giornata intera per poter apprezzare l’originalità ambientale e culturale di un territorio unico qual è la laguna di Grado e Marano Lagunare e del suo entroterra. La gita in barca, gratis,  ha come luogo di partenza il porto di Grado con la motonave Cristina e le gite sono fissate tutti i martedì a partire da martedì 9 agosto 2011. Terra e Acqua,  Sapori e luoghi della laguna di Grado e Marano è un progetto che coinvolge le amministrazioni comunali di Aquileia, Carlino, Grado (capofila), Latisana, Lignano Sabbiadoro, Marano Lagunare, Palazzolo dello Stella, Precenicco, S. Giorgio di Nogaro e Torviscosa.  La visita e la barca sono gratuite, il pranzo è libero. Per chi lo desideri, è possibile mangiare al costo di 12 euro (piatto di pesce fritto+contorno + bevanda e caffè) presso il ristorante della riserva di Marano; posti disponibili sono al massimo 60. Sosta con la possibilità di visitare l’oasi naturale. Prenotazioni presso l’Ufficio  URP e Turismo del Comune di Grado (tel. 0431/898239 e-mail: turismo@comunegrado.it 

Lignano e Bibione

Lo avevate visto tutti il tabellone pubblicitario di Bibione che si trovava fino a lunedì a Paludo, sulla S.R. 354. Ora è stato sostituito per la rotazione pubblicitaria. Certo sembrava strano, ma non lo era più di tanto; commercialmente fare pubblicità dove transitano i possibili clienti da “rubare” a Lignano Sabbiadoro, ha senso e sta in piedi. Latisana è comune indipendente da Lignano e da San Michele – Bibione e delle due spiagge gode in egual misura; sia per i posti di lavoro che generano in estate, sia per il flusso di turisti che vengono a Latisana, ma che potrebbero essere molti ma molti di più, e sia infine per la capacità di spesa in loco che hanno gli imprenditori delle due località turistiche. Lignano e  Bibione sono distante entrambe meno di 20 chilometri, hanno numeri turistici simili e clientela simile. Con Lignano il rapporto è stato spesso conflittuale e non sempre idilliaco, con Bibione meno intenso e meno costante; il flusso naturale latisanese si dirige a Lignano,  anche i politici locali spesso si rifugiano a Lignano o da Lignano provengono. Sarebbe il caso di aprire un rapporto più stretto con Bibione, magari a partire dalle prossime manifestazioni autunnali. Potrebbe essere una svolta. Non c’è solo Lignano insomma.

Latisana copi da San  Vito

Ecco una bella idea da copiare: fonte Messaggero Veneto e Rai 3 Fvg. A San Vito al Tagliamento sono aumentati i furti di biciclette: così, l’amministrazione comunale, per contrastare il fenomeno e facilitare la ricerca del mezzo a due ruote (nonché la sua descrizione), s’inventa un “archivio di immagini”. Vista la difficoltà di descrivere e riconoscere il mezzo rubato si è dunque pensato a «un’anagrafe visiva e fotografica delle biciclette – la chiama così l’assessore alla sicurezza Luciano Piccolo – con funzione sia di deterrente ai furti (dato che i mezzi divengono facilmente identificabili) sia di un rapido confronto con quelle rinvenute». Bella idea e poco costosa.

Commissione edilizia

Fatta. I nomi dei componenti? Ce li diranno, spero. Saranno tutti geometri e architetti….

Settembre Doc

Confermata la serata della sfilata di moda, che era stata in forse a causa di alcune defezioni e chiusure, ora la macchina organizzatrice è alla ricerca di sponsor per la grande manifestazione di Settembre, che coinvolge tutto il centro e richiama migliaia di visitatori da tutta la Bassa friulana. Le difficoltà economiche nazionali si riflettono anche sulle iniziative locali; sponsor pubblici e privati cercansi.

Vigili in azione

Siamo abituati a vederli sulla 354 con autovelox e laser i vigili, ma ieri a Latisana c’è stata una piccola strage di divieti di sosta e disco orario; lo diciamo perché a volte ci dimentichiamo delle regole e della presenza dei vigili e quindi la sfilza di multe sotto i tergicristalli desta ancora sorpresa. Ad essere “colpita” la zona del centro e di Piazza Caduti della Julia.

Il libro di Nardi

Luigi Nardi, latisanese, recentemente candidatosi alle elezioni comunali con la Lega Nord, appare come l’autore di un libro di fantascienza: “Il canto del segugio”, edito da Gruppo Albatros Il Filo.  Luigi Nardi è nato a L’Aquila il 7 aprile del 1972. Attualmente vive e lavora in un piccolo paese della bassa provincia friulana. Il canto del Segugio è il suo primo romanzo; precedentemente, nel 1996, aveva scritto “Sopra alcune parole italiane antiche ed un luogo di Dante (rist. anast. 1824)” per la casa editrice Edizioni del Girasole. Latisana che si fa conoscere. Grazie a Davide Lorigliola per la segnalazione.

Condividi il post!

PinIt