Latisana notizie in breve

La giornata giusta

Procedono i lavori di sistemazione dell’impianto fognario lungo la S.S. 14 in centro a Latisana, con notevoli disagi e la chiusura del tratto che dall’Odeon arriva sino all’incrocio di Piazzale Osoppo; la speranza è che il cantiere chiuda prima della Fiera di San Martino che, con la consueta chiusura di Piazza Indipendenza, spaccherebbe letteralmente Latisana in due tronconi. In questi giorni il traffico abbastanza convulso riguarda soprattutto Viale Stazione, che sopporta la deviazione da e per Venezia e Trieste; forse si poteva scegliere altre giornate per rifare in quella zona la segnaletica orizzontale: mercoledì mattina infatti, giorno di mercato, la strada era letteralmente intasata. Per fortuna finiscono oggi (vedi foto)

Contributi per danni 

L’8 e il 9 agosto del 2008 un fortissimo nubifragio, con vento e tromba d’aria si scatenò  (segue)  


sulla Bassa friulana, facendo danni soprattutto a Bibione, con un campeggio devastato; la grandinata violenta provocò anche danni all’Ospedale di Latisana oltre che in tantissime case ed aziende latisanesi; in questi giorni sono stati ammessi a contributo regionale quei latisanesi che avevano fatto domanda di risarcimento danni e sono arrivati i fondi.

Oratorio: buone notizie

Riapre, pur se parzialmente, l’Oratorio, che torna a svolgere la sua funzione di aggregazione e svolgimento di attività in modo più articolato. La struttura in effetti non  ha mai chiuso, ma limitato l’accesso a causa di strani episodi di bullismo che a suo tempo si erano verificati. E’ di questi giorni la stipula di una convenzione tra Comune e Oratorio per l’apertura pomeridiana di laboratori per i ragazzi della Scuola Primaria, con attività diverse e aggregazione controllata da personale appositamente addestrato. Martedì e venerdì pomeriggio quindi oltre al catechismo, verranno introdotti laboratori di espressione artistica, culturale e motoria. Una buona cosa e speriamo che da questo si arrivi quanto prima alla normalizzazione; la convenzione ha durata biennale, da questo mese a giugno del 2012.

Pappagalli per tutti i latisanesi

Trova sostanza nella deliberazione della giunta comunale, la proposta fatta dalla società che gestisce il Parco dei Pappagalli; nelle prossime giornate verrà data pubblicità alla apertura gratuita a tutti i residenti di Latisana del parco, che si trova sulla strada “bassa” che porta a Lignano, tra Sabbionera e Gorgo. La società, che ha sede a Bassano del Grappa, spera cosi di poter aumentare il numero delle visite e che siamo proprio i latisanesi a fungere da veicoli pubblicitario: porta un amico a vedere il parco, in sostanza, una bella idea. Grazie.

Nautilia 2010

Dal 23 ottobre al 1 novembre si svolgerà a Aprilia Marittima la 23° edizione di Nautilia, mostra mercato di imbarcazioni usate; si tratta senza dubbio di una manifestazione di livello europeo, e la particolarità è data dal fatto che la gran parte delle imbarcazioni poste in vendita è visibile a terra, con tutto lo scafo visionabile. Anche in questi anni di crisi, Nautilia si è confermata la rassegna sicuramente di punta dell’Alto Adriatico, ma forse di tutta Italia; il vantaggio per la nostra località è di essere molto vicina al mercato austriaco, tedesco e olandese, con clientela di tutti i paesi dell’U.E.

Per favore

Per favore, visto che i parcheggi per scooter e motociclette sono pochi, per favore non parcheggiate le auto nei posti dedicati alle 2 ruote. Grazie (vedi foto)

Bibione è in Veneto?

Le recentissime dichiarazioni del Governatore del Veneto Luca Zaia in merito al tracciato della linea ferroviaria TAV o TAC che dir si voglia, fanno capire chiaramente come Bibione venga considerata spiaggia di serie B per i veneti. In sostanza si trattava di decidere dove sarebbe passata la linea ferroviaria e se il Friuli ha deciso (giustamente a parere mio….se proprio tocca farla..se proprio ma proprio tocca) di far passare la TAV parallela all’autostrada, il Veneto ha deciso di abbassare a sud la linea, avvicinandola alle spiagge e creando una stazione appunto per servire le località turistiche venete. Solo che la linea si abbassa all’altezza di Portogruaro, giusto in tempo per servire Caorle, Eraclea e Jesolo, ma “dimenticandosi” di Bibione e allungando il percorso. Speriamo almeno che a Bibione facciano il Casello autostradale.

Condividi il post!

PinIt