Latisana notizie

Concerti gratis

Abbiamo citato spesso che a Latisana esiste una importante agenzia di concerti d’Italia, la Azalea Promotion; ebbene la stessa società offre anche l’opportunità di andare a vedere concerti praticamente “gratis”. L’ultima occasione, purtroppo già passata ma che si ripresenterà, riguardava il concerto di ieri (lunedì 21) a Trieste di Elisa. Il sito www.azalea.it però promuove anche altri eventi, seguitelo se amate la musica. Prossimi appuntamenti con:  Subsonica, Brachetti, ancora Elisa, Caparezza, Nek e altri.

Stasera PD

Abbiamo già detto dell’appuntamento di stasera alle 20.30 (martedì) con la serata dedicata al lavoro, al Polifunzionale, ed organizzata dai circoli del PD della Bassa friulana; prima e dopo sarà la sede di Via Vittorio Veneto (ex oreficeria Bruno, ex Forno Canellotto) ad essere protagonista. Prima del convegno foto e inaugurazione con Debora Serracchiani; dopo il convegno bicchierata con i presenti.

Serata di-vino    (leggi tutto, clicca)



Chi mi legge sa che spingo molto sul fatto che a Latisana mancano dei vini “da urlo”, ovvero che mancano delle situazioni tali per cui si parli dell’accoppiata Latisana-Vino (buono); eppure ne abbiamo di Cantine in zona, che potrebbero, per esempio, organizzare delle serate di avvicinamento al vino, dei mini corsi per diffondere la conoscenza e la cultura di questo prodotto che non è solo piacevolezza, ma anche economia, tanta economia. Una serata “giusta” la organizza il bar East Village di Latisanotta, in piazza, che mercoledì 13 aprile a partire dalle 20.30 ospita una degustazione dei vini “Dogarina” di Capodipietra (Treviso); piatti e abbinamenti e vini verranno illustrati dall’enologo Paolo Bressan; serata su prenotazione.

La rotonda spiegata 

Giovedì sera primo appuntamento congiunto Regione – Comune per illustrare le nuove rotatorie sulla S.R. 354. Alle 20.30 circa al Polifunzionale verrà spiegata la rotatoria dei Picchi, la prima a partire, con il cantiere già consegnato, mentre per le altre (Paludo, Pertegada, Aprilia e forse Gorgo) si aspetterà il termine della stagione estiva. Parlando con addetti ai lavori è venuta fuori spesso la questione della corsia unica, mi spiego. La strada per Lignano è a due corsie, appena sufficienti nel periodo estivo, ma nelle rotatorie le corsie si riducono a una in fase di uscita: si entra su due corsie cioè e si esce a una corsia. Molte le perplessità, ma pare che la risposta sia all’italiana, ovvero fatta la legge trovato l’inganno. Nella complicatissima legislatura e normativa sulle strade, si fa abbastanza (abbastanza) esplicito riferimento al fatto che le corsie in uscita debbano essere solo una. A dir il vero si dice anche che sulle strade extra urbane le rotatorie non ci dovrebbero essere (ovvero sfalsate), ma la confusione è tanta. Di seguito riportiamo la norma  che, a nostro avviso, regola l’intervento in quando il Codice della Strada in fatto di rotatorie non dice nulla sulle due corsie.

Ministero dei Trasporti      Dipartimento per i Trasporti Terrestri                                                                                                                                                                                                                         Direzione Generale della MotorizzazioneDivisione VIII 
Parere: Circolazione su rotonde.
Con riferimento alla segnalazione inoltrata con la nota in riscontro, si comunica che l’immissione nella circolazione sull’anello delle rotatorie è generalmente regolata con il segnale “dare precedenza” di cui all’art. 106 del Regolamento (DPR n. 495/1992). La realizzazione delle intersezioni a rotatoria è contemplata dal par. 4.5 delle “Norme funzionali e geometriche per la costruzione delle intersezioni stradali”, approvate con Decreto 19 aprile 2006 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (G.U. n. 170 del 24.07.2006). Trattandosi di intersezioni a raso, tale realizzazione non può essere indiscriminata, ma limitarsi alle tipologie di strade elencate nella Figura n. 3 – par. 3. Essa è pertanto ammessa solo tra strade ad unica carreggiata, e cioè extraurbane secondarie, strade locali extraurbane e urbane, e strade urbane di quartiere; è esclusa per strade a due carreggiate, e cioè autostrade, strade extraurbane principali e strade urbane di scorrimento. La circolazione sull’anello deve essere organizzata sempre su una sola corsia (e deve conseguentemente svolgersi in accodamento), come indicato nella Tabella n. 6 – par. 4.5.2. La larghezza dell’unica corsia, appositamente prevista per consentire l’inserimento dei complessi formati da motrice e rimorchio, non giustifica la circolazione in affiancamento, nè è prevista dalle norme citate la presenza di più di una corsia. In base al diametro della circonferenza esterna, si distinguono rotatorie convenzionali (tra 40 e 50 m), compatte (tra 25 e 40 m) e mini-rotatorie (tra 14 e 25 m); per sistemazioni con “circolazione rotatoria”, che non rientrano nelle tipologie di “intersezioni a rotatoria” descritte dal par. 4.5.1 delle suddette norme, le immissioni devono essere organizzate con appositi dispositivi.

FM/RS IL DIRETTORE GENERALE(Dr. Ing. Sergio DONDOLINI)

Condividi il post!

PinIt