Latisana “sposa” e Latisana-San Michele

Da Latisana a Udine “Sposa d’Autore 2012”

Tutto è pronto in Fiera a Udine per sabato 14 gennaio, alle ore 16.00, quando i riflettori si accenderanno sul palco e passerella allestiti nell’”Area Spettacoli” del “Padiglione 6” per l’attesa finale di “Sposa d’Autore”, concorso dedicato a stilisti emergenti che creano abiti da sposa e cerimonia, ideato ed organizzato dall’agenzia in collaborazione con “Eventi & Co.”, organizzatrice di “Udine Sposa”. Al termine di una sfilata, presentata da Michele Cupitò, con la regia di Paola Rizzotti e con protagoniste le creazioni dei finalisti: Alessia Covatta di Trieste, Alexandra-Andreea Stanescu di Milano, Alice Sandrin di Ruda (Ud), Cristina Mocchiutti di San Giovanni al Natisone (Ud); Debora Alibardi “Maribel” di Cavarzere (Ve), Elisa Fontana di Spresiano (Tv), Miriam Marega di Gorizia, Sofia Chiarandon di Osoppo (Ud) e Vi.Bi. Couture di Udine, si conoscerà il nome della vincitrice di “Sposa d’Autore 2012”. Per informazioni: www.sposadautore.it; “Sposa d’Autore” è anche su “facebook”.

Latisana e San Michele

Ieri Il Gazzettino in prima pagina è tornato sull’argomento XTrim e tuffo nell’acqua gelida dell’Epifania, celebrando la ritrovata armonia tra le due amministrazioni comunali di Latisana e di San Michele al Tagliamento. Ben vengano altre iniziative ed altre manifestazioni a cavallo del fiume, e magari con il fiume come protagonista. Magari si potrebbe arrivare ad un palio eno gastronomico tra i due comuni con sfide a base di ricette e di bicchieri di vino: ripeto magari! Solo alcuni anni fa, una dozzina se ricordo bene, all’Odeon venne organizzato un convegno che aveva come scopo quello di far decollare una collaborazione tra le spiagge di Lignano e quella di Bibione. Vennero fatti degli esempi  di spiagge con un fiume in mezzo come Caorle e Santa Margherita, come Jesolo e Cavallino, come Porto Garibaldi, Lido Estensi e Lido Spina, tutte spiagge che non soffrono della presenza di un fiume a metà. Ora si potrebbe ri partire da Latisana e San Michele e arrivare, magari, a Lignano e Bibione: il turismo non conosce divisioni tra province e regioni: sono solo problemi nostri, non di chi arriva dall’Austria o dalla Germania.

Condividi il post!

PinIt