Latisanese morto probabilmente per suicidio

Dal Blog di Aldo Rossi 

Abitando nei pressi dell’autostrada si fà l’abitudine al via vai di ambulanze durante il giorno e non ci si fà quasi più caso. Ma quando partono la sera e di gran carriera come è accaduto stasera (giovedì), allora qualcosa di grave deve essere successo. Le notizie parlano di un giovane di 31 anni residente a Latisana che si sarebbe suicidato lanciandosi dal viadotto dell’Autostrada, sul viadottoall’altezza di Somplago. Ad accorgersi del dramma una pattuglia che notando l’auto ferma in autostrada, ha scorto il corpo esanime del giovane sotto al viadotto.  M.d.c. dal MV di oggi . Tragico gesto di un 31enne originario della Bassa friulana. L’uomo, che stava percorrendo l’A23 nel territorio di Cavazzo Carnico, ha accostato la sua automobile nella zona del viadotto che porta il nome di Somplago a poca distanza dal lago dei Tre comuni e senza che nessuno potesse intervenire si è lasciato cadere nel vuoto finendo nella sottostante strada che costeggia quello che comunemente viene chiamato lago di Cavazzo. Una prima segnalazione e il conseguente allarme è scattato intorno alle 19,45. Per accertarsi dell’accaduto una pattuglia della Polizia stradale di Amaro, guidata dal responsabile Sandro Bortolotti, è andata sul luogo della sciagura e di fatto ha potuto constatare che per il giovane non c’era più nulla da fare. La conferma è giunta poco dopo dal medico del 118: oltre all’ambulanza, sul posto è intervenuto l’elisoccorso. Presente anche una squadra dei Vigili del fuoco. La salma del giovane, figlio di un artigiano della Bassa, la cui famiglia ieri sera è stata avvisata dai carabinieri, è stata portata all’obitorio di Mena nel comune di Cavazzo Carnico. Dalle indagini nulla è trapelato sui motivi che hanno condotto l’uomo al tragico gesto

Condividi il post!

PinIt