le rubriche de Il Bacucco

La Bufala del mese, ovvero la notizia più ghiotta, ma forse non verissima!

la rubrica de Il Bacucco

Ho pensato di proporre alcune rubriche, settimanali e mensili, poi magari vediamo di adeguarle, eliminarle o integrarle, e magari vediamo anche di non essere troppo rigidi con gli schemi, nel senso che  “la bufala del mese” , magari non riguarda solo Latisana, magari diventeranno 2 o 3, dipende, e la Top 5 (inizierà domenica credo) sarà fatta da 6 o da 4 notizie. Insomma … elasticità. La “bufala del mese” di giugno 2010, a mio avviso è questa:


MANOVRA – Autostrade più care dal primo luglio in vista aumenti tra l’1,5% e il 5%. I rincari previsti dalla manovra. Saranno introdotti i pedaggi anche in tratti e su raccordi finora gratuiti, dal Gra alla Roma-Fiumicino, dalla Salerno-Reggio Calabria alla Firenze-Siena.  (La Repubblica.it)

La realtà non è proprio così lineare; a noi tutti parrebbe normale pagare l’Autostrada o super strada da Bari a Brindisi o Lecce, ma invece è gratis; oppure da Salerno a Reggio Calabria, oppure il Grande Raccordo Anulare di Roma, sempre gratis sono e oggi ci viene detto che verrà fatto pagare un euro aggiuntivo all’uscita del casello, per quelle autostrade che immettono, appunto, sulle strade gratuite. Ma a ben ragionare cosa succede? Succede che se parti da Bologna e arrivi a Bari, l’euro in più tu lo paghi, ma se abiti a Monopoli e vai a Brindisi, sempre gratis vai! Idem se abiti a Roma e fai tutto il G.R.A., gratis prima e gratis ora. Insomma a pagare saranno quelli che sono abituati a pagare perché è molto più facile applicare un pedaggio virtuale (tipo il Portogruaro – Pordenone) piuttosto che far cambiare abitudini ai residenti. Non è vero? Di buono c’è che pare che nel 2012 la cosa verrà risolta con barriere a pagamento fisso. Non ci resta che aspettare e vedere.

Il Bacucco

 

 

 

 

 

Condividi il post!

PinIt