le suore denunciano il comune, paperopoli, hemingway, la provincia fa le multe al comune,

Il Comune è in causa. Con le Suore!

Intanto costa 7.500 euro l’affidamento ad una nota avvocata di Latisana la causa, poi vedremo chi ha ragione e chi ha torto e soprattutto chi paga; certo è da rimanere sorpresi nel vedere chi è che cita in giudizio il Comune di Latisana, ovvero “ Le Suore Discepole del Sacro Cuore di Lecce”. Lecce, si in Puglia, mille chilometri più  sud. Tutto nasce da una complicata vicenda di affidamento di minori e di rette da pagare per la tenuta dei medesimi in una Comunità: roba complicata e che coinvolge il Tribunale dei Minori. Per il momento è arrivata al Comune di Latisana.. . “ la citazione in giudizio da parte dell’Istituto “Suore Discepole del Sacro Cuore” di Lecce, del 4 giugno 2013, pervenuta al protocollo n. 0016551 del 7 giugno 2013 con la quale viene chiesto al Comune di Latisana il pagamento delle rette di due dei tre minori dal mese di luglio 2011…” ecc ecc. Di cause e vertenze ne avevamo lette parecchie, ma con le suore…finora mai.

..anche con la Provincia per mani di avvocato

…ma questo è già più normale. Non siamo riusciti a leggere, stranamente, gli importi delle multe (l’affidamento all’Avvocato costa 3.000 euro), ma sicuramente è colpa nostra…. Si parla di depuratori e Latisana ha dato in gestione quattro depuratori a ditta esterna; e da qui in poi copia incolla perché l’argomento è difficile da spiegare, eccolo. .….  “ATTESO che la Provincia di Udine, ente che ha emanato le autorizzazioni all’esercizio degli impianti di depurazione, ritenendo sussistere alcune irregolarità di tipo formale nella gestione degli impianti rispetto ai provvedimenti autorizzativi, ha emesso i verbali di accertamento di seguito indicati:

– Verbale di accertamento n. 4 del 21.01.2009 per il depuratore di Bevazzana;

– Verbale di accertamento n.21 del 21.07.2009 per il depuratore di Gorgo;

– Verbale di accertamento n.22 del 22.07.2009 per il depuratore di Pertegada;

– Verbale di accertamento n.25 del 04.08.2009 per il depuratore di Latisana Capoluogo;

CONSIDERATO che l’Amministrazione comunale ha prontamente inviato gli scritti difensivi nonché chiesta ed ottenuta l’audizione al fine di dimostrare la correttezza dell’operato degli uffici comunali contestando pertanto la fondatezza degli accertamenti;

ATTESO che la Provincia di Udine, non accogliendo le motivazioni dedotte dall’Amministrazione comunale, ha emesso le seguenti ordinanze ingiunzioni per il pagamento di sanzioni amministrative pecuniarie ai sensi dell’art.6, comma 3 della L n.689/81 per le violazioni all’art. 133, comma 3 del D. Lgs. n.152/2006:

– Ordinanza Ambiente n. 3883 del 18.06.2013 relativa al verbale di accertamento n.21 del 21.07.2009 per il depuratore di Gorgo e al verbale di accertamento n.22 del 22.07.2009 per il depuratore di Pertegada (notificata in data 26 giugno 2013);

– Ordinanza Ambiente n. 3882 del 18.06.2013 relativa al verbale di accertamento n.4 del 21.01.2009 per il depuratore di Bevazzana (notificata in data 26 giugno 2013);

– Ordinanza Ambiente n. 3885 del 18.06.2013 relativa al verbale di accertamento n.25 del 04.08.2009 per il depuratore di Latisana Capoluogo (notificata in data 26 giugno 2013).

In teoria per ogni sanzione si potrebbe andare dal minimo di 1.500 euro al massimo di 15.000 euro. Speriamo di vincere la causa……

Ancora Hemingway………..

hemingway

E a Paperopoli che si dice??

paperino e le suore

calimero e gennarino

Condividi il post!

PinIt