LUCA ABRIOLA: OLTRE L’APPARTENENZA POLITICA

Luca Abriola 33 anni, praticante avvocato, Consigliere Comunale, seduto sui banchi dell’opposizione, e’ capolista della lista Uniti per Latisana a sostegno di Daniele Galizio.

Quando nasce la passione per la politica?

Ho da sempre avuto la passione per la politica e il mio impegno si è concretizzato nel 2014 con l’ingresso in Consiglio Comunale.

Lei è il Consigliere Comunale più giovane di Latisana?

Si, sono subentrato al posto di Orlando Fantin che ha voluto dare spazio ai giovani. Non si è trattato di un semplice ricambio, con questo passaggio in Consiglio abbiamo concretizzato l’idea e l’obiettivo di rinnovamento che ci eravamo dati le scorse elezioni. Ho potuto fare esperienza sul campo e maturare la consapevolezza che si può migliorare Latisana, mettendo al centro di ogni iniziativa gli interessi della nostra comunità.

In questo senso Orlando Fantin è un illuminato, tutti parlano ma poi nessuno lascia il posto ai giovani…

Infatti, per me è stata una grande occasione ma, cosa più importante, abbiamo fatto quello che avevamo promesso. L’idea di rinnovare è diventata una realtà, è stata applicata la rotazione degli amministratori.  Inoltre abbiamo dimostrato che rinnovare non significa mettere da parte i “vecchi”, termine usato non in senso anagrafico, ma politico, bensì diventa sinergia fra le generazioni, in cui gli spazi si condividono.

Una sinergia fra generazioni che non può fare a meno dei “vecchi” ma che ha rinunciato per troppo tempo al rinnovo…

Il momento è arrivato, la mia presenza in Consiglio Comunale è indicativa. Ho la fortuna di avere in gruppo consiliare Sergio Simonin che mi ha aiutato molto nel capire i meccanismi del Consiglio. Chi ha esperienza può aiutarci a conoscere gli sbagli del passato, poi sta a noi non rifarli. Dobbiamo guardare avanti con fiducia ed entusiasmo. C’è molto da fare e uniti possiamo dare il nostro contributo per costruire una Latisana migliore.

Dal 2014 lei siede in opposizione. Un parere sulla gestione Benigno?

E’ stata una gestione ordinaria, senza progettualità. Si è viaggiato a vista…

Due parole sulla questione Punto Nascita…

Seguo le vicende sul punto nascita dal 2012. In Consiglio Comunale chi mi ha preceduto, Sergio Simonin ed io abbiamo sempre tenuto una posizione forte e ferma in difesa del nostro territorio e del nostro ospedale, sia che al governo della Regione ci fosse Tondo, sia dopo col governo Serracchiani. E’ un tema che alcuni hanno sempre cercato di politicizzare, purtroppo. Sono convinto che ci siano questioni che non devono essere oggetto di campagna elettorale. La sanità non ha colore, è una questione che riguarda tutti i cittadini. E’ per questo che sul punto nascita e sul mantenimento della pediatria h24 a Latisana le iniziative sono state condivise fra maggioranza e minoranza, la collaborazione c’è sempre stata.

Questione UTI, a Lignano la presidenza…

E’ una questione gestita dai Sindaci. Il fatto che i Sindaci dei comuni limitrofi non abbiano riconosciuto a Latisana la presidenza la dice lunga…

Una fotografia di Latisana…

E’ un paese che paga anni di isolamento, con il suo campanile. Dobbiamo riprendere il dialogo con gli altri territori, non si può stare da soli in questo momento socio-economico.

La sua lista com’è nata?

Uniti per Latisana è una lista civica che nasce dall’esperienza della Lista CentroSinistra per Latisana e che guarda oltre. E’ una lista composta da donne e uomini che vogliono costruire e vivere una comunità più attenta alle necessità di tutti, un ambiente vivibile e attrattivo per cittadini e turisti. E’ un gruppo che vuole valorizzare tutte le potenzialità di Latisana, promuovere lo sviluppo economico del territorio e che mette al centro la cultura come fattore di identità, crescita e animazione della nostra comunità. C’è energia, voglia di fare, competenza. Uniti per Latisana non è solo il nome di una lista ma è un messaggio forte che lanciamo ai nostri concittadini: andiamo oltre la contrapposizione politica, occupiamoci insieme di Latisana e dei suoi bisogni.

Perché appoggia Daniele Galizio?

E’ un giovane imprenditore locale, sintesi fra le diverse anime di Latisana. Inoltre ha la grande forza di essere libero da vincoli di partito. E’ diventato un punto di riferimento per chi vuol cambiare.

Condividi il post!

PinIt