Lunedì: Anagrafe; Mosaico e Rosso Nostran; le cose da fare; la 354; Forza Italia e PD; chiusura

La 354

L’estate è finita, è tempo di cambiare la durata del verde ai semafori sulla 354; perché le cose semplici non vengono fatte il giorno dopo? Che ci vuole? Va bene che non sappiamo spendere i soldi (vero Latisana?, vero Lignano?) ma a girare una manovella siete capaci, spero.

Anagrafe

Gentile Bacucco, mi permetta, attraverso la sua cortese ospitalità, di  rispondere a quanto  esposto dalla Signora  M.C.  in data 25 settembre riguardo alle difficolta’ incontrate per ottenere  la carta d’identita’ per il figlio:

 1) La richiesta della presenza del bambino per la sua identificazione (prassi  adottata anche dalla Questura per il rilascio del passaporto) lungi dall’essere una vessazione, e’ una forma di tutela del minore di cui i genitori dovrebbero  apprezzare la finalità’: identificare correttamente un minore è presupposto essenziale per  metterlo al riparo da possibili  rischi da eventuali  attività’ illecite o criminose a suo danno (e di questi casi  sono piene le cronache quotidiane che sembrano  lontane dalla nostra realtà mentre invece accadono sulla porta di casa molto piu’ spesso di quanto normalmente si  creda…). La sicurezza di un figlio non giustifica  un lieve disagio? O preferiamo gridare allo scandalo   contro la mancanza di controlli ad illecito avvenuto, quando ormai e’ troppo  tardi per correre ai ripari?

2) L’asilo termina normalmente alle ore 16, mentre l’Ufficio Anagrafe il giovedi’ rimane ininterrottamente aperto dalle 10  alle 18….perche’, quindi, il piccolo avrebbe dovuto perdere  tre ore d’asilo?

3) L’assenso di entrambi i genitori al rilascio della carta d’identita’ del figlio minorenne è previsto dalla normativa nazionale (legge sul passaporto applicabile anche al rilascio della carta d’identità valida per l’espatrio) sempre a tutela dei minori(ed anche di ogni genitore rispetto all’altro, basti pensare a tutti i casi di genitori che si allontanano con  i figli minorenni  per sottrarli alla custodia  dell’altro genitore….), ma puo’ essere rilasciato con propria dichiarazione  accompagnata dalla fotocopia di documento  d’identità  senza obbligo di presentarsi presso gli Uffici comunali, con la possibilità  d’inoltro del documento per fax, email ecc. e cosi’ e’ stato fatto nel  caso della Signora M.C.: il tutto senza che il marito abbia dovuto  perdere nemmeno un minuto  di lavoro….

4) L’orario di apertura al pubblico , in effetti, e’ stato cambiato prevedendo, invece dell’apertura del sabato. l’orario continuato del giovedi’ che andando dalle 10 di mattina alle 18 di sera senza interruzione consente, ai più, di approfittare della pausa- pranzo per recarsi in Anagrafe in un momento in cui non si trova l’affluenza congestionata tipica di altri giorni od orari.

5) Mi si consenta di aggiungere che,  ogniqualvolta l’utente ha  manifestato  particolari difficoltà’  di orario o di altra natura ad accedere ai Servizi Demografici e, civilmente,  le  ha rappresentate ai dipendenti del  servizio, questi ultimi, nei limiti del possibile, si sono resi disponibili  (e  continueranno a farlo) per cercare di venire incontro alle particolari esigenza e necessità. Naturalmente  gli utenti che si sono rivolti al nostro personale, e ne hanno constatato professionalità disponibilità e spirito di collaborazione vedendo risolti i propri problemi e ottenendo quanto richiesto,  abitualmente non scrivono  della loro soddisfazione che però non di rado ci testimoniano verbalmente (ed è per noi un forte stimolo a fare sempre meglio il nostro lavoro). Peccato che in questo caso, pur in assenza di apparenti tensioni,  non ci sia stato quel positivo  colloquio che agevola  il rapporto cittadino-ente e che dovrebbe essere sempre ricercato anche per consentirci di  fornire un   servizio ancora migliore.  Scusandomi per la lunghezza, ringrazio per la cortese ospitalità ed un cordiale saluto al Bacucco ed anche alla Signora. M.C. Il responsabile dell’ufficio Alfredo Francesconi

Vino Rosso Nostra, Mosaico e Latisana

Qui sotto pubblichiamo una bella foto, purtroppo parzialmente celata da qualche ramo di troppo, del Mosaico Tagliamento, opera stupenda della Scuola Mosaici di Spilimbergo (mi piacerebbe sapere chi l’ha commissionata e chi l’ha pagata per rendere omaggio), che si trova nella sede del Genio Civile Magistrato delle Acque di Via Sottopovolo, proprio di fronte ai Murales di oggi. Un’opera poco nota e poco valorizzata e che sicuramente deve annoverarsi tra le cose belle di Latisana, assieme al Parco, al Tempio, alle Chiese e i dipinti, alla passeggiata sull’argine e alla ex Cassa di Risparmio. In attesa che l’anima sensibile di Lauretta Iuretig convinca qualcuno a tagliare due rametti per vederlo meglio, facciamo qui una proposta. Il Mosaico diventi l’etichetta frontale del nuovo-vecchio vino che cerco di far produrre da anni a questi simpatici testoni di vignaioli di Latisana: il Nostran passato in legno e invecchiato di almeno 2 o 3 anni. Proprio sabato sono stato alla presentazione di Collio Vitae (ne parliamo nei prossimi giorni), Associazione che celebra il Bianco Collio, che altro non è che il fratello nobile del Nostran: un uvaggio fatto con le uve caratteristiche della zona. Anche il nome viene facile: Mosaico Tagliamento, ovvero il Nostran di Latisana; etichetta uguale per tutti davanti e retroetichetta, quella vera, dietro. Già che ci siamo facciamo anche stampare delle felpe col Mosaico e le regaliamo assieme agli inutili libri che nessuno sfoglia o legge. Anzi, una bella serie di felpe, con il Mosaico, la Pala del Veronese, il Tempio eccetera eccetera.

foto Bruno Lus

foto Bruno Lus

Chiusura

Ha chiuso un negozio di abbigliamento specializzato a Paludo, erano stati coraggiosi ad aprire….

Forza Italia e PD

Sul Messaggero di domenica abbiamo letto del congresso dei Giovani di Forza Italia a livello regionale; con piacere sottolineiamo che a guidare i giovani fan di Berlusconi è il latisanese Nicolò Fantin, e si sapeva. Ora leggiamo che a livello provinciale, segnatamente Udine Bassa friulana, è stato nominato responsabile Alex Marino, pure di Latisana: sono giovanissimi e appassionati. Bene, si sapeva che Latisana è roccaforte di FI e ora ne abbiamo la conferma; invece il PD? Forte del suo 40% alle europee? C’è qualche giovane di cui ci sfugge il nome? Qualche incarico o responsabilità regionale o provinciale o di quartiere che non conosciamo? Non sarebbe male conoscerli, anche in vista delle amministrative del 2016…..

En Plein Air

Ecco i vincitori per le sezioni tele e murales, grazie per le foto a Bruno Lus.

foto bruno lus

foto bruno lus

foto bruno lus

foto bruno lus

Elenco delle cose da fare: Assessore fai queste cose, non costano  molto e sono fattibili  anche senza patto di stabilità….

  • Metti un temporizzatore per le luci inutili sempre accese in municipio e negli altri luoghi pubblici
  • Togli parcheggi e bidoni delle immondizie nei pressi dei passaggi pedonali e vicini agli stop
  • Togli i bidoni davanti allo scivolo di Parco Gaspari
  • Sistema i marciapiedi, lampioni e strade a Bevazzana
  • Fai sparire le auto abbandonate da secoli
  • Sistema l’Odeon dietro
  • Sistema il tabellone luminoso a scritte scorrevoli a Crosere
  • Finisci di curare la siepe di bosso di Via Marconi e gli alberi di Viale Stazione
  • Completare il mezzo marciapiede di Via Rubino
  • Sistemare pista ciclabile e campetto a Bevazzana
  • mantieni le promesse all’Asilo di Gorgo
  • buchi nei marciapiedi in zona Forte
  • marciapiede nella zona della Coop
  • maggiori controlli o altro in zona Pizza e Sfizio 2 sabato e domenica, per sosta selvaggia
  • ( gentile richiesta) Ti ricordo, ancora una volta, che tra le cose da fare, anche se non so se siano di competenza tra privato e Comune, il ricollocamento della tabella toponomastica “VIA DEL BATTELLO”, tra Colonna e Trevisan,  magari di ceramica bianco-blu come quella della foto allegata e ancor meglio senza un inutile palo.
  • Altra gentile richiesta: tra i lavori da fare x il nuovo assessore lavori pubblici e innovazione….dotare di scarico fognario i concittadini di Gorgo di Via Tomadini….proprio quel tratto di strada che dovevano chiudere per lavori e che non hanno mai fatto…..e dove c’è quel bel fabbricato dove si svolge la sagra…progettato……… mandi
  • Altra gentile richiesta: sono pericolosi e alti i tombini su Via Beorchia….. (ma se non ci pensano ben due consiglieri comunali che abitano lì… più una terza che ci passa più volte al giorno….)
  • Altra gentile richiesta: sistemare urgente, prima possibile, Via Volton, dalla rotatoria al ponte
  • Un cassonetto verde anche vicino a casa mia, grazie
  • Gentile richiesta: il pezzo di Via Stretta, quello dietro l’Ospedale e la rotonda che…..”il Comandante sta valutando…” un anno fa….
  • Gentile richiesta: lo specchio tra Via Casasola e Via Stretta, rotto dai tempi di Adamo ed Eva…. e molto utile per evitare incidenti
  • I tempi dei semafori sulla 354
  • I Vigili al semaforo di Bergamin quando l’autostrada viene chiusa

Condividi il post!

PinIt

6 commenti su “Lunedì: Anagrafe; Mosaico e Rosso Nostran; le cose da fare; la 354; Forza Italia e PD; chiusura”

  1. M.C. ha detto:

    Buongiorno Bacucco e anche al responsabile dell’ufficio anagrafe che ha risposto tempestivamente.Il mio sfogo non era un polemizzare sul vedere mio figlio (lo ritengo giusto per i vari motivi che Lei ha elencato),anche se esso arriva a casa alle 17.10 con l’autobus e il giovedì può essere anche un giorno con altri impegni agonistici o meno. Il “problema” è aver tolto le poche ore al sabato..avere un affluenza maggiore proprio quel giorno è la risposta alla domanda,perché perdere ore di lavoro?
    Fortunatamente con una mail di assenso e la fotocopia della carta d’identità si riesce a fare il tutto,ma io comunque perdo ore di lavoro se lavorassi,non crede?Arriverà anche il momento che scade la carta d’identità di mio marito e lui non c’è dal lunedì al venerdì,che fate ora che vi ho avvisato di questo problema? Mi venite incontro aprendo il sabato? (Parlo anche per molte altre persone che hanno questo problema).Concludo assicurandoLe che l’operato dei dipendenti dell’ufficio è ottimo!

  2. Marta ha detto:

    Il mio pieno appoggio a M.C., in quanto vorrei ricordare a Francesconi ( e alle altre persone che lavorano negli uffici comunali) che non tutti hanno avuto il xxxx, scusate, la fortuna di essere dipendenti pubblici, ma che al giorno d’oggi la metà dei lavoratori ha contratti atipici, e che anche una sola richiesta di permesso al datore di lavoro potrebbe comportare ( e comporta quasi sempre…) il MANCATO RINNOVO del contratto di lavoro, così come ogni assenza per malattia anche se giustificata. I dipendenti non possono più assentarsi per nessun motivo, se non vogliono finire in mezzo a una strada. Invito quindi a prendere coscienza del fatto che la gente non ha più i lavori di 10 anni fa. E proprio chi gestisce un paese( e si rende complice di queste ingiustizie sociali) abbia almeno il buon gusto di adeguarsi ai cambiamenti della società. Altrimenti ci saranno sempre maggiori diversità tra i paranaticati, scusate, i fortunati dipendenti con contratti a tempo indeterminato (spesso pure pubblici, quindi stipendiati anche da quelli meno fortunati…) e gli sfixxti lavoratori atipici che per poche centinaia di euro rinnovabili mese dopo mese a discrezione del datore di lavoro devono scegliere se avere un documento o tenere il posto di lavoro, e dunque poter avere un tetto sopra la testa e due fette di polenta in tavola. IL diavolo fa le pentole ma non i coperchi….

  3. tisana ha detto:

    Bacucco…tu che sai…..o chi sa…..mi erudisca…..con quali criteri il sindaco sceglie e nomina i soggetti che ricopriranno la carica di presidente e di consiglieri nel consiglio di amministrazione dell’asilo gaspari? con quale criterio sceglie e nomina i soggetti che ricopriranno la carica di presidente e di consiglieri nel consiglio di amministrazione dellìA.S.P. Umberto I? e soprattutto se nella fattispecie per il sindaco di un comune turistico il compenso può essere elevato del 100% (quindi raddoppiato), in automatico verrebbe raddoppiato anche quello del presidente dell’A.S.P. umberto i??? eh eh eh………

  4. valerio ha detto:

    Bello che ci sia un confronto franco e corretto col Comune e che il Comune risponda nei modi del responsabile Ufficio Anagrafe.
    Per quanto riguarda il mosaico, se non sono cose già note (e in questo casomi scuso) l’opera è del 1948 (la mia classe!!!) eseguita dalla Scuola Mosaicisti di Spilimbergo su disegno di Fred Pittino. L’originale acquerellato era di proprietà di Luisa Tonelli, gallerista latisanese ormai deceduta da un po’, quella che aveva stimolato con le sue alunne pertegadesi la realizzazione della fontana di Monachesi. A parte ti mando il bozzetto.

    Mandi
    Valerio

  5. il_bacucco ha detto:

    @ tisana: non ne so nulla, non frequento la maggioranza amministrativa, e poco anche la minoranza. L’opposizione la sto cercando…. , ma so per certo che il criterio di scelta del Presidente della Casa di Riposo è molto rigido: deve avere ottime capacità, ottime qualità, esperienza e deve chiamarsi Andrea. (sto scherzando andrea……, ma solo per quello dopo i puntini…)

  6. tisana ha detto:

    ….scherzi a parte…. E #ballettididimissionipianificateatavolino a parte, il compenso del presidente é stabilito nella misura del 40% del compenso del Sign.Sindaco……ergo caro bacucco….se cresce uno….aumenta l’altro….. ;-P

I commenti sono disabilitati.