Lunedì: le cose da fare; a San Giorgio di Nogaro; Latisana sommersa di debiti; Una Mano per Vivere, appello; Latisana zucca vincente

11.8 milioni di debiti

La notizie è a dir poco sconvolgente, incomprensibile e ignorata dai più; sul Messaggero di domenica, cronaca di Ronchis, l’ex Sindaco ed ex Consigliere regionale Daniele Galasso, stesso partito di Benigno, spara una bordata da 11.8 milioni di euro di debiti per il Comune di Latisana. Dice 12, ma poi la segretaria lo corregge e lui precisa, appunto: Latisana ha 11.8 milioni di debito. Così sta scritto sul giornale e così dicono i presenti e dunque corrisponde al vero; solo che ad un ignorante di bilanci come me, che credeva che Latisana avesse un utile di poco superiore al milione di euro, la cosa appare davvero incomprensibile; a me e a qualche altro più o meno addentro alle cose di Palazzo. Avessimo fatto la Cittadella della Salute e la Vela, capirei, ma non avendo fatto nulla se non Settembre Doc e San Martino, come caxxo si fa a avere sto monte di debiti impossibile da scalare? Qui occorre davvero che Galasso si spieghi, e magari si spieghi anche Benigno che oltre ad essere Sindaco è anche Assessore al bilancio; delle due l’una o ha ragione Galasso e allora ci hanno nascosto cose gravi, o ha detto una cavolata e va fermato. 12 milioni di debiti vuol dire che si sono mangiato tutto il possibile per tre mandati amministrativi; non siamo alla frutta, e nemmeno all’ammazzacaffé, siamo al conto. Da pagare.

Una Mano per Vivere, appello

Nei giorni scorsi a Lignano Sabbiadoro con una bella cerimonia officiata da don Angelo e con presenti le autorità cittadine, è stata benedetta e ufficialmente presentata alla comunità la vettura n° 11 di “Una Mano Per Vivere”.   Grazie alla collaborazione con l’”Associazione Pescatori al Mare ONLUS” di Lignano Sabbiadoro, che ha formato il nuovo gruppo di volontari autisti e accompagnatori e che ha fortemente voluto una vettura attrezzata anche per il trasporto di persone in sedia a rotelle, anche a Lignano ”Una Mano Per Vivere” è presente e a disposizione per tutti quei malati che hanno bisogno di trasporti verso i centri di cura. Dopo la cerimonia, tutte le 11 macchine dell’Associazione sono sfilate per la città fino ad arrivare alla sede degli Alpini dove per festeggiare avevano preparato un ricco buffet.

Un doveroso ringraziamento va anche a chi, associazioni e privati, con sensibilità e generosità, contribuiscono a mantenere attiva “Una Mano Per Vivere” nel mondo del volontariato.   www.unamanopervivere.it

Questa la notizia e ora l’appello:   “Una Mano Per Vivere” con fiducia ” volontario/a per mansioni di segreteria e di Call Center da svolgere anche da casa con il telefonino dell’Associazione.

Bastano poche ore per essere utili e sentirsi utili.

una mano per vivere 020

una mano per vivere 021

una mano per vivere 022

una mano per vivere 023

Latisana a Venzone vince

Da Elisabetta riceviamo: Buonasera, le segnalo una notizia: Egidio Burba si è classificato secondo a Venzone nella categoria zucca decorata. Le foto in allegato sono della signorina Katiuscia Burba, reperibili nel suo profilo Facebook . Buona serata e buon lavoro! Elisabetta. Bene direi, complimenti

zucca 1

zucca 2

Giovedì 19 novembre a San Giorgio di Nogaro

Buongiorno, Vi chiedo cortesemente se possibile pubblicare nel vostro sito un evento in programma giovedì 19 novembre a San Giorgio di Nogaro. Si tratta di una conferenza sull’argomento dei trattamenti sanitari ai malati gravi, Vi invio in allegato il volantino della serata. RingraziandoVi per l’attenzione Vi porgo i più cordiali Saluti. – Stefano Taverna

giovedì 19 a san giorgio

 

Elenco delle cose da fare:

  • Ripensare al Settembre DOC
  • Organizzare tUTI a tavola
  • Mantenere Pediatria a Latisana
  • Basta metri cubi a Latisana, basta cemento, basta consumare il suolo: ci sono già case invendute e case da sistemare. Basta cemento a Latisana.
  • Ex Bergamin, se disponibile, co-working e altre situazioni per giovani
  • Eliminare, se possibile, il “puliner”
  • Ammodernare la “nave” di Latisanotta ceduta all’Ater
  • Completare la rotonda dell’Ospedale
  • Suggerimento per una Lista di giovani e donne, il nome potrebbe essere “cambiAMO latisana”
  • Anche lo slogan suggeriamo, tratto dal film Fankestein Junior: …”si può fare!”
  • Occorre risvegliare l’orgoglio di essere Latisana, assieme alle frazioni e assieme ai paesi vicini; far lavorare assieme le associazioni locali anche in competizione e premi, su diversi livelli, dal verde pubblico allo sport, dal vino al cibo, dall’arte alle scienze.
  • Suggerimento per frazioni e Pro Latisana: scegliere un colore per ogni frazione e cominciare a usarlo per distinguersi e caratterizzarsi, in vista del futuro Palio di Latisana; per esempio gli arancioni di Sabbionera Paludo lo hanno già fatto in parte. Gorgo..cambia colore… Latisanotta sembra giallo….
  • Gentile richiesta: Gentile Bacucco, nell’elenco cose da fare aggiungerei anche qualcosina nella manutenzione e ristrutturazione degli impianti sportivi dello stadio comunale in quanto sono da moltissimi anni che i punti per svolgere l’attività di atletica leggera sono stati dimenticati. Vedere per credere. (gli atleti si sono spostati a Lignano..)
  • Asilo no stop durante la stagione estiva
  • Una webcam posizionata sul Tagliamento verso il ponte utile in caso di piena del fiume per guardare live la piena, anche per chi non abita a Latisana
  • Rivedere numero e posizione dei cassonetti per la differenziata; nei mesi estivi posizionare quelli per il verde
  • Sistema la segnaletica sulla 354 dopo gli incroci, anche in Via Beorchia
  • Avviare una petizione per il “no pista motocross” e “ no cubi sul Lascito Samueli”: sono previsti 10 appartamenti circa che cambierebbero un angolo verde del centro storico; dopo la villa di Parco Gaspari, dopo “villa cragna”, dopo la pescheria di Piazza Masutto, dopo la villa di Piazza delle Poste…continuiamo a demolire e eliminare brandelli di storia latisanese: bravi.
  • Concorso fotografico, locale e internazionale
  • Street art e murales
  • Palio delle frazioni a ottobre, Palio di Latisana, poi, in futuro, Palio dell’UTI
  • Sala condivisa per musica, teatro, danza, arte varie, con rete a fibra ottica e stampante 3d, magari da Bergamin
  • Finire il percorso ciclo pedonale Lignano-Villa Manin integrandola con aziende agricole, vinicole e punti d’interesse vari: un percorso a valenza europea; decalogo dell’ospitalità turistica; avviare la Strada del Vino e dei Sapori come previsto dalla legge regionale
  • Pedonalizzare Slargo Indipendenza, con gazebo e animazione e attività varie
  • Rivedere tutti gli appalti dell’Ambito Socio Assistenziale, oggi una vera giungla con centinaia di migliaia di euro spesi per appalti e bandi e gare; occorre incentivare la nascita di società o cooperative in loco per non portar via risorse al territorio
  • La tabella bianca e blu di Via del Battello (promessa e non messa)
  • La Polizia Locale, meno burocrazia e più presenza sulle strade, con il Vigilie di quartiere, abituando la gente a vederlo e responsabilizzando l’addetto alle cose che accadono nella sua zona; multe come estrema soluzione, privilegiare la prevenzione; andare ( come promesso da Benigno) ai due semafori di Bergamin ( in attesa di rotatoria) e di Paludo a dirigere il traffico. Sotto il sole? Si si sotto il sole….
  • Illuminare meglio la Pala del Veronese, in Duomo
  • Più e moderna luce led in Parco Gaspari;
  • Gentile richiesta: sistemare le aree di parcheggio ex Morassutti, con la pavimentazione in plastica ora inesistente
  • Completare l’ex Centro Ippico, magari con una Mostra/Museo/Casa della Enogastronomia friulana. (tipo museo della pizza a Napoli o quello di Torino) o Scuola Musica
  • Doppia foghera, Latisana/S.Michele in golena una di fronte all’altra e concorso fotografico, concorso della pinsa, pinsa DE.CO.
  • Sclupit DE.CO. PPL, più di qualcuno ( Piccoli Prodotti Locali)
  • Pulisci e rendere decoroso l’accesso da S.Michele, tra i due ponti, oggi una vera schifezza. Infopoint e chiosco
  • Via i parcheggi a pagamento, sostituendoli con disco orario a durata crescente
  • Rilanciare il vino a Latisana e nella Bassa con disciplinare e accordo con le aziende, “Vin Nostràn”, magari biologico, avviare le DE.CO. per prodotti e piatti; simbolo del vino il mosaico di Via Sottopovolo
  • Completare il mezzo marciapiede di Via Rubino
  • marciapiede nella zona della Coop ex filanda
  • Controlli fissi velocità e dissuasori e finti/veri velox come a Lignano
  • Gentile richiesta: Via Trieste e aggiungere dissuasori di velocità; aggiungere un paio di tabelloni con la velocità di transito e il lampeggiante per rallentare
  • Gentile richiesta: barriere antirumore sulla ferrovia zona Sabbionera. Gentile richiesta: stucco e pittura per la ciclabile di Paludo….. che adesso è anche pericolosa, e sistemare le siepi morte, i cestini per le immondizie, qualche panchina e via le luci rotte e inutili
  • i marciapiedi di Bevazzana;
  • Gentile richiesta: impedire che Via Trieste si allaghi sempre e occhio alle nutrie, presenti ovunque a Latisana….
  • Gentile richiesta: – Marciapiede in Via Forte a Pertegada – Marciapiede in Via Don Giovanni Picotti fino alla scuola dell’infanzia se possibile o ancora meglio fino al campo sportivo. Lo spazio c’è e anche abbondante in entrambe le vie!!!! Grazie

I panettoni….dove servono e rivedere gli stalli di sosta vicino alle strisce pedonali

Condividi il post!

PinIt

5 commenti su “Lunedì: le cose da fare; a San Giorgio di Nogaro; Latisana sommersa di debiti; Una Mano per Vivere, appello; Latisana zucca vincente”

  1. valerio ha detto:

    Cancella le cose da fare e metti solo il debito…..

  2. valerio ha detto:

    Un metro del generale decadimento è dato dal diploma per le zucche di Venzone, accuratamente prestampato in “gotico”, ma compilato frettolosamente a pennarello, grosso per giunta….

  3. marco ha detto:

    La sparata di Galasso non credo sia vera. Latisana avrà anche molti mutui da pagare per oper pubbliche vecchie anche di 20 anni ma la cifra è sicuramente esagerata. Non importa che sia vera basta che arrivi il messaggio ai suoi di Ronchis … noi bravi roncolesi che abbiamo fatto bene grazie a me senza indebitarci se ci uniamo dovremo pagare i debiti di latisana quindi aumento delle tasse e meno servizi. Un Gioco squallido. Ma se i roncolesi danno ancora credito ad uno fatto fuori dalle liste pdl per le ragioni che ben sappiamo, allora è meglio per latisana non unirsi per non rimpiangere avere poi certi personaggi nel palazzo .

  4. Paolo Miotto ha detto:

    Se fosse vera la notizia data da Galasso, sarebbe interessante sapere come e dove sarebbero stati spesi, tutti questi soldi!!!!

  5. carlo ha detto:

    i Roncolesi non esistono, esistono i Roncolini
    come non esiste, per il momento, Ronchis di Latisana, ma solo Ronchis

I commenti sono disabilitati.