Lunedì: le cose da fare; Festival del Fumetto e Cosplay; lo Stato; fogna a cielo aperto; Polifunzionale; Cervignano; Sport Musica e Solidarietà; un commento e una proposta

A Cervignano ieri prima proiezione  di film con nuovo proiettore digitale; beati loro.

Lo Stato

Rarissimamente parlo di cose nazionali, ma un morto e milioni di danni a Genova per dei ricorsi al TAR e un suicida a Pordenone per una fotocopia mancante, mi inducono a pensare che sia lo Stato il più grosso problema per i cittadini.

Fogna a cielo aperto

Ci segnalano che alcune case, zona Paludo s.r. 354 lato est, non sono servite dal sistema fognario, ovvero hanno la fogna a cielo aperto, nonostante la conduttura principale sia abbastanza vicina. Giriamo la cosa al Comune.

DSCN7143

DSCN7144

Sport Musica e Solidarietà

Domenica pomeriggio al Polifunzionale. Ecco le foto grazie a Bruno Lus.

buon sama 1

buon sama 2

buon sama 3

buon sama 4

buon sama 5

Un commento, una proposta

Pensieri in libertà

Ad un sindaco di centro destra è vietato parlare di eco-sostenibilità, basso consumo del suolo, piste ciclabili, valorizzazione del paesaggio e delle risorse agricole solo perché sono temi proposti dal centrosinistra nel proprio programma elettorale ? Dove sta scritto che uno non può esprimere le proprie idee perché qualcun altro le ha scritte prima di lui ? Questa è supponenza. Un pubblico amministratore non si può giudicare perché ha detto cose belle, ma perché ha fatto cose utili per i cittadini. Con ciò non voglio difendere un sindaco, che non ho votato, ma mi infastidiscono i preconcetti e retropensieri fondati sempre su una presunta supremazia intellettuale e morale di una parte.

Anche i riferimenti a possibili incrementi di cubatura nella zona a sud del comune sembrano del tutto sfasati: nell’area ex Coin (ancora agricola) ci sono circa 280.000 mc disponibili ed altri 200.000 potenziali; i tre comparti di Aprilia, ancora inedificati, prevedono altri 200.000 mc (residenziali, commerciali e recettivi), senza contare la nuova zona di espansione a nord di Aprilia per attività produttive (e altro). Fate il contro e poi vedete se è possibile incrementare le volumetrie speculative.

Certamente non si può non condividere il giudizio negativo sulle recenti amministrazioni che hanno visto “evaporare” uno dopo l’altro i megaprogetti (riproposti) in tutte le recenti elezioni amministrative (vinte) e sui quali Latisana si è addormentata per un ventennio; ora il risveglio è stato amaro, ma da qui non si può che ripartire.

Ma ripartire non significa “giocare di rimessa”, il PD non può dire che : “Se invece il riconoscimento di Comune Turistico servisse per favorire l’emergere di idee e proposte di sviluppo condivise con la  comunità e con i soggetti economici interessati, per poi tradurli in progetti di medio-lungo termine economicamente e ambientalmente sostenibili, che rendano il nostro territorio attraente per cittadini e visitatori, il PD si propone per dare un contributo di idee e dialogo per facilitarne la realizzazione”.

Questa è aria fritta, vecchio politichese; quello che è attualmente il più importante partito a Roma, a Trieste e che anche a Latisana alle ultime elezioni ha raddoppiato i propri consensi  ( a parametri equipollenti) non può dare un contributo, ma deve proposti come forza di governo, presentare progetti nuovi e realizzabili per cambiare il corso della storia anche nella piccola Latisana, tenendo conto che il forte incremento di consensi non è scaturito dai vecchi iscritti al partito (sempre meno), ma da un nuovo elettorato fluttuante, di area anche diversa dalla sinistra o centro sinistra tradizionali, ma che ha la speranza e la voglia di cambiare. Ferruccio Casasola

Una proposta per Aprilia

Una proposta concreta per Aprilia marittima. E’ stata recentemente realizzata la rotonda di Picchi, monca perché manca una bretella che colleghi la nuova zona di espansione a nord del centro nautico, pur prevista nello strumento urbanistico, ultima dimostrazione di incompetenza e di scarsa capacità di programmazione. Ora si prevede anche di realizzare un’altra rotonda prospiciente al viale principale di accesso, e speriamo che “un amico” non acquisti il ristorante (chiuso) della Fattoria centro, altrimenti a qualcuno potrebbe venire l’idea di farne una (magari piccolina) anche lì.

Perché invece non si può pensare ad un accesso a tutta Aprilia dalla rotonda Picchi, così come è stato previsto nella parte ovest (accesso al centro allevamento cavalli ed alle future aree insediative della zona ex Coin solo da via Volton), con la realizzazione di carreggiate separate fino alla rotonda di Lignano ed eliminazione dei semafori e di tutti gli attraversamenti a raso sulla SS.354. Questo garantirebbe la sicurezza, maggior fluidità del traffico da e per Lignano, lascerebbe immutato l’effetto vetrina di Aprilia verso la SS.354 e si avrebbe finalmente un sistema viabilistico efficiente e degno di un paese civile. (se provate a percorrere una normale strada statale in Baviera, tutti gli accessi alle zone residenziali e produttive sono garantiti da bretelle di entrata/uscita, proprio come nelle autostrade).

Non sono un ingegnere, ne’ un esperto in viabilità, ma perché non provarci, visto che in passato dei professionisti lo avevano ritenuto realizzabile?  Ferruccio Casasola

Festival del Fumetto a Latisana, 19 ottobre 2014

fumetto aggiornata

Al Polifunzionale, con ingresso gratuito. Tema principale di questa edizione sarà il rapporto web/fumetto: in che modo l’uso dei social network,forum,blog ecc.. sta cambiando il rapporto lettore/autore? Come puo’ il web essere utilizzato per pubblicizzare/pubblicare un fumetto? Quali sono i pro e i contro?   Queste domande e molte altre verranno poste durante delle interviste sul palco ai nostri ospiti:   Emanuele Tenderini, Linda Cavallini, Pino Cuozzo, Fabrizio De Masi e Luigi “Bigio” Cecchi.    Gli ospiti saranno presenti per tutta la giornata del Festival presso i loro stand.  Non mancate. Ecco la presentazione degli ospiti e alcune foto Cosplay.

ospiti per cosplay latisana

1f8766ba63ce69164fad8d144ce5705f-d3r4uoo

1074296_10201871793266210_1400084388_o_by_calipsocosplay-d6lrfpd

calipso

zelda___an_iron_lady_by_calipsocosplay-d6vpc0a

Giuseppe Cuozzo ” Cup of Pino “

Giuseppe Cuozzo , aka “Cup of Pino”, nasce come blogger e apprendista fumettista. Grazie agli studi in comunicazione capisce di essere molto più bravo nel parlare di fumetto che nel crearlo. Parte come blogger sulla periferica Comic.soon per poi migrare su Blogger (Google). Poi un giorno, percepita la crescita dei social, migra su Facebook, Twitter e infine Youtube. Il progetto Cup of Pino si evolve in qualcosa di più fisico e lo vediamo in principio coprire il ruolo di frontman-blogger in alcune grosse fiere per importanti editor e infine compie il grande passo e decide di fare delle fiere con un proprio stand . Inoltre é sempre impegnato in incontri in fumetterie , in svariate partnership e collabora con la Scuola Italiana di Comix (sede a Napoli). Giuseppe “Pino” Cuozzo è anche autore di alcuni webcomics pubblicati su ” Verticalismi.it ” e attualmente collabora con alcuni fumettisti emergenti promuovendoli ai suoi stand alle fiere o durante i suoi “tour” per l’Italia.

Fabrizio De Masi

Il fumetto è un qualcosa in cui riversare se stessi, dunque passioni e paure, sogni e delusioni ma è anche quel luogo in cui non prendersi troppo sul serio.

Fabrizio De Masi è il creatore di Arnaldo (http://arnaldocomics.blogspot.it) o, meglio, Arnaldo è una parte di Fabrizio, forse, quella migliore.

Dopo il liceo classico consegue il diploma all’Accademia di Belle Arti con tesi in antropologia culturale sull’araldica ed i simbolismi legati ai super eroi. Oltre ai fumetti lavora nel campo della grafica ed espone i propri quadri in mostre personali e collettive.

Luigi “Bigio” Cecchi

Luigi “Bigio” Cecchi, autore poliedrico, è la matita (digitale) dietro Drizzit ( QUI la pagina Facebook ), striscia a fumetti fantasy-umoristica che viene pubblicata con cadenza giornaliera online, e di The Author, entrambi pubblicati da Shockdom. Ha pubblicato anche diversi racconti online e collaborato al romanzo Verità Imperfette edito da Del Vecchio Editore. Disegna, scrive, crea giochi, co-gestisce una ludoteca e trascorre il suo tempo in un’amena cittadina dell’alto Lazio.

Emanuele Tenderini & Linda Cavallini

Emanuele Tenderini è un disegnatore di fumetti veneziano. Con il fumetto cult “100 anime”, edito per la casa editrice francese Delcourt, crea uno stile,  diventando uno dei più grandi esponenti mondiali della tecnica di colorazione digitale. Continua poi il suo percorso con le massime realtà editoriali europee: “Wondercity”, della francese Soleil,  viene venduto in 9 paesi del mondo; “Oeil de Jade” è edito dai prestigiosi Umanoidi Associati; “The Odyssey”  lo vede a fianco del cartoonist americano Ben Caldwell. Nel mercato italiano collabora alla realizzazione di “Dylan Dog” e “Dampyr” per Sergio Bonelli Editore.  Attualmente lavora per BAO publishing, su una serie dai toni umoristici intitolata “Dei”, e per la casa editrice LeLombard, per la quale ha appena pubblicato un fumetto sulla storia della celebre Tapisserie di Guglielmo il Conquistatore, per il museo nazionale a Bayeux.

Linda Cavallini nasce nel 1979 a firenze, dove tuttora vive. I suoi studi sono sempre orientati in campo artistico, frequentando corsi di fumetto contemporaneamente al liceo per poi laurearsi all’Accademia di belle arti di Firenze, sezione scenografia. Per alcuni anni segue la compagnia di danza  “Balletto di Toscana”, come costumista e sarta di scena, per poi dedicarsi all’insegnamento di materie artistiche alla scuola primaria.

Nel 2004 intraprende, con lo studio di grafica e web design Kmzero, una collaborazione mirata alla colorazione digitale di fumetti (les Humanoides Asssocies, Panini)

Dal 2007 si occupa di illustrazione per ragazzi, lavorando come freelancer.

Linda Cavallini ed Emanuele Tenderini stanno attualmente lavorando al fumetto “Lumina” ( sito e pagina Facebook ) dopo il grande successo di una Fixed Campaign su Indiegogo.

Polifunzionale

Domenica prossima 19, Latisana e il Polifunzionale ospiteranno la prima edizione del Festival del Fumetto e Cosplay; arriveranno blogger, giornalisti ed appassionati da molte regioni; speriamo di saper offrire loro una location più decorosa di quella vista domenica mattina, ecco le foto.

DSCN7145

DSCN7146

DSCN7147

DSCN7148

DSCN7149

DSCN7150

 

Le cose da fare

Elenco delle cose da fare: Assessore fai queste cose, non costano  molto e sono fattibili  anche senza patto di stabilità….

  • Metti un temporizzatore per le luci inutili sempre accese in municipio e negli altri luoghi pubblici
  • Togli parcheggi e bidoni delle immondizie nei pressi dei passaggi pedonali e vicini agli stop
  • Fai sparire le auto abbandonate da secoli
  • Sistema l’Odeon dietro
  • Sistema il tabellone luminoso a scritte scorrevoli a Crosere
  • Finisci di curare la siepe di bosso di Via Marconi e gli alberi di Viale Stazione
  • Completare il mezzo marciapiede di Via Rubino
  • marciapiede nella zona della Coop
  • ( gentile richiesta) Ti ricordo, ancora una volta, che tra le cose da fare, anche se non so se siano di competenza tra privato e Comune, il ricollocamento della tabella toponomastica “VIA DEL BATTELLO”, tra Colonna e Trevisan,  magari di ceramica bianco-blu come quella della foto allegata e ancor meglio senza un inutile palo.
  • Altra gentile richiesta: tra i lavori da fare x il nuovo assessore lavori pubblici e innovazione….dotare di scarico fognario i concittadini di Gorgo di Via Tomadini….proprio quel tratto di strada che dovevano chiudere per lavori e che non hanno mai fatto…..e dove c’è quel bel fabbricato dove si svolge la sagra…progettato……… mandi
  • Altra gentile richiesta: sono pericolosi e alti i tombini su Via Beorchia….. (ma se non ci pensano ben due consiglieri comunali che abitano lì… più una terza che ci passa più volte al giorno….)
  • Altra gentile richiesta: sistemare urgente, prima possibile, Via Volton, dalla rotatoria al ponte
  • Un cassonetto verde anche vicino a casa mia, grazie
  • Gentile richiesta: il pezzo di Via Stretta, quello dietro l’Ospedale e la rotonda che…..”il Comandante sta valutando…” un anno fa…. Farla non prometterla
  • I tempi dei semafori sulla 354, con maggiore tempo per l’accesso alla 354
  • I Vigili al semaforo di Bergamin quando l’autostrada viene chiusa
  • Gentile richiesta: attenuare la luce del tabellone pubblicitario sulla 354 a Paludo, di notte;
  • Gentile richiesta: stucco e pittura per la ciclabile di Paludo…..

Condividi il post!

PinIt