Lunedì: le cose da fare; Patrick Piras; PPL; Settembre DOC; Farra d’Isonzo; Cordovado: Latisana e i “cornuti”; incidente; Settembre DOC 2016….; Paperopoli; furto e inseguimento

Incidente

Domenica pomeriggio sula 354 verso le 15.30/16.00 praticamente davanti al Bar Poianella (grazie all’avventore); un’auto ed una moto sono entrati in collisione, direzione Lignano; nulla di serio per fortuna.

Settembre DOC

via radaelli

Qui sopra, nella foto da google, come apparirà Via Generale Radaelli durante il prossimo Settembre DOC. Il Comune, o forse i vigili, hanno deciso di togliere tutti gli stand dalla via che collega le due parti della festa, spostando gli stand in parco Gaspari e alcuni ( vino e pesce) in Piazza Caduti della Julia. Meglio o peggio, giudicate voi.

Settembre DOC 2016….

pro loco 22 agosto

La “mitica” Pro Capoluogo di Via Rocca sta organizzando il Settembre DOC 2016, o almeno così crediamo….   No perché nessuna ditta, agenzia, associazione o Pro Loco SERIA pubblicherebbe l’annuncio qui sopra il 22 agosto con il Settembre Doc dopo 13 giorni…. Ma davvero affidiamo la promozione turistica di Latisana a questa gente qui? Davvero l’assessore Angelo Valvason e il Presidente Piero De Marchi fanno una ricerca di artisti quando mancano meno di due settimane all’evento? E li vogliono pure aggratis?? Queste persone devono andare a casa, senza passare per il via perché non siamo a Monopoli, siamo nel 2015 e siamo a Latisana, che forse merita di meglio di questa gente. A casa, devono andare a casa.

Furto e inseguimento

Nella notte tra sabato e domenica alcuni malviventi hanno scassinato e portato via l’apparecchio cambia soldi al Pulmann Bar del Centro Intermodale; intercettati dai Carabinieri sono però riusciti a sfuggire a tutta velocità ( BMW) verso il Veneto.

Cordovado

Vedi www.friuli.org; anche Cordovado fanno il Palio, credo che Latisana sia l’ultimo comune al mondo a non farlo….

PPL

Piccole Produzioni Locali, una buona normativa regionale che valorizza gli aspetti enogastronomici più di nicchia, dando spazio a prodotti di altissima qualità e aprendo al mercato anche osmizze, frasche e private. Bene. Farei un convegno a Latisana, per la valenza turistica di questi prodotti.

Latisana e i “cornuti”

Singolare articolo sul Messaggero Veneto di domenica che stila, a suo dire, la classifica dei Comuni con più cornuti della regione. A Latisana sarebbero 91 quelli iscritti ai siti di incontri extra; un giorno magari qualcuno farà un secondo libro, dopo “Storie di un paese inutile”, magari “Storie di letti e di corna e di politica”… perché la politica è sempre presente in queste situazioni.

Patrick Piras, un latisanese che balla nel mondo

patrick piras

Ecco alcune note che Patrick ci ha mandato. Ciao, sono nato e cresciuto a Latisana, in particolare al Gorgo anche se per una decina di anni ho vissuto in Sardegna, mio padre è sardo. Per il resto ho cominciato a ballare a circa 14 anni quando mi sono ritrasferito a Latisana invitato da Arianna Zanello, mia ex professoressa di Ed. Fisica alle medie, ex direttrice della scuola di danza e ora mia cara amica, nella sua scuola Filodanza, ai tempi nello stabile vicino alla stazione, dove ora fanno il mercatino delle pulci. Ho studiato sempre come hobby, mentre andavo al liceo a Latisana dal quale sono uscito con il cento. Ho sempre vinto qualche premio qua e la ma non ho mai pensato di poter diventare un ballerino professionista, tanto che mi sono iscritto a Infermieristica e mi sono laureato a Udine nel 2013 col 106. Poi nell’estate dello stesso anno, mi sono recato a Bari per uno stage per il quale avevo ricevuto una borsa di studio con alcuni insegnanti dell’Alvin Ailey, la scuola di danza moderna piu’ grande del mondo e li ho fatto l’audizione e sono stato preso come normale studente, salvo poi passare in borsa di studio l’anno dopo. E niente, sono qui a studiare in attesa di trovare lavoro appena possibile! Ah, ho 24 anni J cusami ma non sono tanto bravo a parlare di me, se hai qualche domanda son felice di rispondere. Ah, se c’è qualcosa sul Comune da dire è che quando Signora Sette era sindaco fece molto per me, sponsorizzandomi anche a livello nazionale per degli stage… insomma per una volta non si può dire che non abbiano fatto nulla… anche se qualche contributo ora che ne ho bisogno non dispiacerebbe! XD qui non posso lavorare in quanto studente a causa delle leggi sull’immigrazione, quindi si cerca di andare avanti come si può. Adesso studio, all’Alvin Ailey American Dance Theather con la borsa di studio, ogni tanto vengono dei coreografi a scuola e partecipo agli spettacoli della scuola, mentre a volte ballo come volontario in piccole compagnie, giusto per fare esperienza e farmi conoscere

Mi piacerebbe che facessi il nome di Arianna Zanello e di Veronica Molinas, che dirige oggi la scuola che per motivi di costi si è trasferita a San Michele, sulla strada per Portogruaro

Volentieri pubblichiamo queste note, per altre info lo trovate nel suo profili facebook; in bocca al lupo.

Farra d’Isonzo

Farra1 r

Da Giovedì 27 Agosto a sabato 29 Agosto Farra d’Isonzo ospita “CANTO AL VINO”, la prima rassegna artistica-enogastronomica promossa dal Comune, dedicata all’arte e ai vini bianchi delle aziende del territorio. Tre serate intorno al tema vino che non mancheranno di attirare gli eno-appassionati della regione.

GIOVEDI’ 27 Agosto alle 20.30 la Tenuta di Villanova ospita ‘TOKAJ E TOCAI’ spettacolo di teatro canzone multilingue a cura Jano Hasur, musicista e violinista ungherese assieme a Federico Orso, scrittore e cantastorie friulano.

VENERDI’ 28 Agosto alle 20.30 Paolo Mattiussi nella sala incontri di ‪Villa Parens ci parlerà di ‘Il VINO NELL’ARTE’, un percorso di approfondimento nell’arte figurativa da Caravaggio ai giorni nostri con intermezzi musicali di Giovanni Floreani ed Evaristo Casonato.

SABATO 29 Agosto dalle 19.00 in poi nel parco dell’area delle feste, il ‪FARRAWINEFESTIVAL – Bianco d’Autore, serata di degustazione con oltre cento etichette delle migliori cantine vitivinicole del Friuli Venezia Giulia e del Collio sloveno a cui saranno abbinati piatti e specialità gastronomiche.

Alla sua postazione con l’uvaggio di Chardonnay/Ribolla Gialla ‪‎Prindis e ‪Sauvignon Ruttars, ‪Villa Parens assieme a Luca Plett , Chef del Ristorante “Al Ponte” di Gradisca d’Isonzo, presenterà i suoi vini in abbinamento ad un piatto creato ‘su misura’ capace di esaltare, in un gioco di assonanze e contrapposizioni questi due vini bianchi di casa ‪Puiatti.

Un assaggio per degustare ed esaltare questo interessante momento di approfondimento sui vini con il coinvolgimento diretto dei produttori che saranno a disposizione del pubblico per curiosità e domande sull’eccezionale patrimonio enologico e gastronomico delle zone di produzione.

… e a Paperopoli, che si dice?

La Pro Latisana pubblica un annuncio il 22 agosto per cercare artisti di strada, gratis, per il 4 settembre….

piero andrea 22 agosto

 

Elenco delle cose da fare:

  • Completare e aprire la Caserma dei Vigili del Fuoco
  • Mantenere Pediatria a Latisana
  • Sistemare la porta di ingresso alla Stazione Ferroviaria rotta da anni
  • Basta metri cubi a Latisana, basta cemento, basta consumare il suolo: ci sono già case invendute e case da sistemare. Basta cemento a Latisana.
  • Eliminare, se possibile, il “puliner”
  • Completare la rotonda dell’Ospedale
  • Suggerimento per una Lista di giovani e donne, il nome potrebbe essere “cambiAMO latisana”
  • Anche lo slogan suggeriamo, tratto dal film Fankestein Junior: …”si può fare!”
  • Occorre risvegliare l’orgoglio di essere Latisana, assieme alle frazioni e assieme ai paesi vicini; far lavorare assieme le associazioni locali anche in competizione e premi, su diversi livelli, dal verde pubblico allo sport, dal vino al cibo, dall’arte alle scienze.
  • Suggerimento per frazioni e Pro Latisana: scegliere un colore per ogni frazione e cominciare a usarlo per distinguersi e caratterizzarsi, in vista del futuro Palio di Latisana; per esempio gli arancioni di Sabbionera Paludo lo hanno già fatto in parte. Gorgo..cambia colore…
  • Gentile richiesta: Gentile Bacucco, nell’elenco cose da fare aggiungerei anche qualcosina nella manutenzione e ristrutturazione degli impianti sportivi dello stadio comunale in quanto sono da moltissimi anni che i punti per svolgere l’attività di atletica leggera sono stati dimenticati. Vedere per credere.
  • Asilo no stop durante la stagione estiva
  • Una webcam posizionata sul Tagliamento verso il ponte utile in caso di piena del fiume per guardare live la piena, anche per chi non abita a Latisana
  • Rivedere numero e posizione dei cassonetti per la differenziata; nei mesi estivi posizionare quelli per il verde
  • Sistema la segnaletica sulla 354 dopo gli incroci
  • Avviare una petizione per il “no pista motocross” e “ no cubi sul Lascito Samueli”: sono previsti 10 appartamenti circa che cambierebbero un angolo verde del centro storico; dopo la villa di Parco Gaspari, dopo “villa cragna”, dopo la pescheria di Piazza Masutto, dopo la villa di Piazza delle Poste…continuiamo a demolire e eliminare brandelli di storia latisanese: bravi.
  • Concorso fotografico, locale e internazionale
  • Street art e murales
  • Palio delle frazioni a ottobre, Palio di Latisana, poi, in futuro, Palio dell’UTI
  • Sala condivisa per musica, teatro, danza, arte varie, con rete a fibra ottica e stampante 3d
  • Finire il percorso ciclo pedonale Lignano-Villa Manin integrandola con aziende agricole, vinicole e punti d’interesse vari: un percorso a valenza europea; decalogo dell’ospitalità turistica; avviare la Strada del Vino e dei Sapori
  • Pedonalizzare Slargo Indipendenza, con gazebo e animazione e attività varie
  • Rivedere tutti gli appalti dell’Ambito Socio Assistenziale, oggi una vera giungla con centinaia di migliaia di euro spesi per appalti e bandi e gare; occorre incentivare la nascita di società o cooperative in loco per non portar via risorse al territorio
  • La tabella bianca e blu di Via del Battello (promessa e non messa)
  • La Polizia Locale, meno burocrazia e più presenza sulle strade, con il Vigilie di quartiere, abituando la gente a vederlo e responsabilizzando l’addetto alle cose che accadono nella sua zona; multe come estrema soluzione, privilegiare la prevenzione; andare ( come promesso da Benigno) ai due semafori di Bergamin e di Paludo a dirigere il traffico. Sotto il sole? Si si sotto il sole….
  • Illuminare meglio la Pala del Veronese, in Duomo
  • Più e moderna luce led in Parco Gaspari; in Via Trieste hanno messo luci di tipo vecchio, e pensare che l’assessore Vignotto è anche “assessore all’innovazione” ha ha ha.
  • Gentile richiesta: sistemare le aree di parcheggio ex Morassutti, con la pavimentazione in plastica ora inesistente
  • Completare l’ex Centro Ippico, magari con una Mostra/Museo/Casa della Enogastronomia friulana. (tipo museo della pizza a Napoli o quello di Torino)
  • Doppia foghera, Latisana/S.Michele in golena una di fronte all’altra e concorso fotografico, concorso della pinsa, pinsa DE.CO.
  • Sclupit DE.CO. PPL, più di qualcuno
  • Pulisci e rendere decoroso l’accesso da S.Michele, tra i due ponti, oggi una vera schifezza.
  • Via i parcheggi a pagamento, sostituendoli con disco orario a durata crescente
  • Rilanciare il vino a Latisana e nella Bassa con disciplinare e accordo con le aziende, “Vin Nostràn”, avviare le DE.CO. per prodotti e piatti; simbolo del vino il mosaico di Via Sottopovolo
  • Curare gli alberi di Viale Stazione
  • Completare il mezzo marciapiede di Via Rubino
  • marciapiede nella zona della Coop ex filanda
  • Controlli fissi velocità e dissuasori e finti/veri velox
  • Gentile richiesta: Via Trieste e aggiungere dissuasori di velocità; aggiungere un paio di tabelloni con la velocità di transito e il lampeggiante per rallentare
  • Gentile richiesta: barriere antirumore sulla ferrovia zona Sabbionera. Gentile richiesta: stucco e pittura per la ciclabile di Paludo….. che adesso è anche pericolosa, e sistemare le siepi morte, i cestini per le immondizie, qualche panchina e via le luci rotte e inutili
  • i marciapiedi di Bevazzana;
  • Gentile richiesta: impedire che Via Trieste si allaghi sempre e occhio alle nutrie, presenti ovunque a Latisana….
  • Gentile richiesta: – Marciapiede in Via Forte a Pertegada – Marciapiede in Via Don Giovanni Picotti fino alla scuola dell’infanzia se possibile o ancora meglio fino al campo sportivo. Lo spazio c’è e anche abbondante in entrambe le vie!!!! Grazie
  • I panettoni….dove servono e rivedere gli stalli di sosta vicino alle strisce pedonali

 

Condividi il post!

PinIt

6 commenti su “Lunedì: le cose da fare; Patrick Piras; PPL; Settembre DOC; Farra d’Isonzo; Cordovado: Latisana e i “cornuti”; incidente; Settembre DOC 2016….; Paperopoli; furto e inseguimento”

  1. barbara ha detto:

    Quando ho letto la tua notizia relativa alla pro loco devo dire che sono rimasta di stucco. Aggiungo che oltre ad avere animazione gratis, senza pagare e senza dover pensare a nulla, il Comune ci guadagna pure, in quanto per esibirti se non mi sbaglio devi chiedere un permesso che immagino sia a pagamento. Complimenti al team pro loco, ci vuole una certa astuzia per arrivare a tanto.

  2. PIRATA ha detto:

    bacucco intendevitu dir all’OLIMPO o allo stadio OLIMPICO ? o forse alla francese “Olympia”? scusa la mia ignoranza potu darme una risposta precisa ciao piero

  3. valerio ha detto:

    Se il Bacuco no’l risponde, provo a pensar che “Olimpico” el sia il “Bar Olimpico” de piassa Indipendensa…

  4. Dennys ha detto:

    Toccato il fondo e scavato un po… ma poi ti risponde come faceva con me : io lavoro gratis…

  5. il_bacucco ha detto:

    @ dennys: chi??

  6. Dennys ha detto:

    Il presidente chi po…

I commenti sono disabilitati.