Lunedì: le cose da fare; suggerimento per venerdì 24; Tisana Power; Nautilia e Latisana Comune Turistico; banda larga; ignoranti o incivili? ; Ospedale; i panini; Festival del Fumetto (3); cane smarrito?

Cane smarrito?

Riceviamo da Sabrina Falanga; Salve, ieri ho ritrovato sullo stradone tra Gorgo e Latisana un cane di piccola taglia color beige, penso sia un meticcio. Potresti vedere se qualcuno ha perso un cane ?

I panini, nei commenti

Nautilia e Latisana Comune Turistico

Sabato l’inaugurazione di Nautilia e della mostra degli Operatori di Aprilia; non abbiamo foto perché non siamo stati invitati, ma uno spunto ci è stato dato: Latisana Comune Turistico non ha nemmeno un posto barca per i residenti, un porticciolo per latisanesi, come invece ha, per esempio Lignano Sabbiadoro; era prevista a Bevazzana, ma come si sa… nulla al momento. Come al solito si fanno roboanti annunci, si annunciano sprechi enormi ( 3,5 milioni per la rotonda di Aprilia?????? Ma se c’è già….   mamma mia che spreco enorme di soldi pubblici… fa bene Renzi a tagliare, dovrebbe tagliare di più…) e si trascura la base, lo start minimo, come ad esempio  un percorso di mountain bike ( e ippovia che già esiste sulla carta) da Latisana verso Lignano e da Latisana verso nord. Poi una chiosa: sul giornale abbiamo letto che Nautilia è la più grande rassegna europea di questo tipo; ci crediamo: ma allora, con tutto il rispetto per i personaggi politici presenti, dobbiamo far notare che la Regione ( Serracchiani, Bolzonello e Santoro) era assente. Probabilmente avevano da fare…., ma se è la maggiore rassegna del tipo d’Europa….

Banda Larga

Il Comune di Moruzzo ha stanziato dei soldi per le famiglie che richiedono l’attivazione della banda larga. Bene.

Ospedale

Domenica a Portogruaro manifestazione a difesa dell’Ospedale, con i rappresentanti del Comune in testa e molta gente a partecipare; ricordiamocelo, se dovesse servire….

Ignoranti o incivili?

bidone marrore da giuliano chiappai

Il nostro lettore G.C. ci invia la foto che si vede, con di-tutto-e-di-più nel bidone marrone destinato alla raccolta dell’umido; abbiamo visto anche noi la carta nella plastica, il vetro nell’indifferenziata, la plastica ovunque, il verde buttato a terra invece che dentro eccetera eccetera. Si tratta quindi di ignoranza (versione buonista), o di inciviltà (versione realista). In entrambi i casi sono comportamenti da correggere, con le buone (informazione), ma anche con avvisi e poi, poi…, multe. Mettere una persona “random” a controllare quello che uno butta dentro non sarebbe male.

Tisana Power 1

Le ultime amministrazioni di centro destra, a guida Micaela Sette e Salvatore Benigno, passeranno alla cronaca come quelle che hanno tanto detto e poco fatto, tanto promesso e illuso e poco realizzato, e fin qui ci sta: se alla gente va bene così, hanno vinto loro. Ma quel che è peggio è quando oltre a promettere e non fare, si buttano via soldi pubblici per cose che non producono nessun risultato. Sarebbe come se un capofamiglia annunciasse di acquistare l’auto nuovo, versa una caparra al venditore e poi si tiene l’auto vecchia perdendo i soldi. Nessun padre di famiglia farebbe così, ma i nostri sindaci si. Inutile ricordare tutto l’elenco, ne bastano due, uno per Sindaco: Micaela Sette ha buttato via 50.000 euro per il progetto dell’Abitare Possibile e il Lascito Samueli, della Casa di Riposo, è ancora li in tutto il suo marciume. Salvatore Benigno ha speso 3/400.000 euro per dare avvio alla “Vela” e se andate a vedere la ex caserma è un piazzale chiuso inutile e inutilizzato. Una cosa simile è accaduta per la Tisana Power, anche se la difficoltà di reperire i dati non mi permette di dire quanti soldi sono stati spesi. Tisana Power è nata nel 2006 con l’attuale Sindaco che era Assessore alle Finanze. In una dichiarazione al Messaggero egli diceva che il progetto era stato fortemente sostenuto dal Comune per la valenza socio economica per la categoria degli agricoltori. Ora giova ricordare che poi un impianto simile è effettivamente nato, a Pertegada, oltre che uno a Fossalta di Portogruaro, e uno a Precenicco, quindi gli agricoltori in effetti si sono dati da fare, ma allora perché non con il Comune?  Ne parleremo ancora. Ultima annotazione: Tisana Power doveva nascere sul terreno di proprietà del Comune dove doveva nascere la discarica per inerti prima,  e l’impianto di trasformazione dei rifiuti dell’edilizia in macinati, poi. Sempre cose da fare e mai fatte. Un fallimento dei progetti dietro l’altro.

Festival del fumetto

foto di arianna censurata

…qui prima c’era la foto dell’intervista alla TV di Arianna Costanza.  La stessa Arianna Costanza ci ha chiesto di toglierla. Ok. Solo che non capiamo….. ma l’intervista alla TV va in onda??? o verrà censurata la faccia?? Mah..  comunque tolta, come da gentile richiesta.

 

fumetto-benigno

Grazie, non agli organizzatori, ma a Roberto Mattiussi, ecco due foto della manifestazione di domenica al Polifunzionale; ricordiamo che questa sera, lunedì sera, 20 ottobre alle 19.25 su cafè24 le immagini e le interviste realizzate durante il Festival del Fumetto.

Festival del Fumetto 2

Siamo passati, in orario di programma, e non abbiamo praticamente trovato nulla: già finita la festa in anticipo? Come mai? … e si che erano le 18…più o meno…

Festival del Fumetto e Cosplay

…e poi c’è il fotografo super bravo Bruno Lus; ecco tre foto da lui concesse, grazie.

cosplay bruno lus1

cosplay bruno lus2

cosplay bruno lus3

Le cose da fare

Elenco delle cose da fare: Assessore fai queste cose, non costano  molto e sono fattibili  anche senza patto di stabilità….

  • Metti un temporizzatore per le luci inutili sempre accese in municipio e negli altri luoghi pubblici, anche strade
  • Togli parcheggi e bidoni delle immondizie nei pressi dei passaggi pedonali e vicini agli stop
  • Fai sparire le auto abbandonate da secoli
  • Sistema il tabellone luminoso a scritte scorrevoli a Crosere
  • Finisci di curare la siepe di bosso di Via Marconi e gli alberi di Viale Stazione
  • Completare il mezzo marciapiede di Via Rubino
  • marciapiede nella zona della Coop
  • ( gentile richiesta) Ti ricordo, ancora una volta, che tra le cose da fare, anche se non so se siano di competenza tra privato e Comune, il ricollocamento della tabella toponomastica “VIA DEL BATTELLO”, tra Colonna e Trevisan,  magari di ceramica bianco-blu come quella della foto allegata e ancor meglio senza un inutile palo.
  • Altra gentile richiesta: tra i lavori da fare x il nuovo assessore lavori pubblici e innovazione….dotare di scarico fognario i concittadini di Gorgo di Via Tomadini….proprio quel tratto di strada che dovevano chiudere per lavori e che non hanno mai fatto…..e dove c’è quel bel fabbricato dove si svolge la sagra…progettato……… mandi
  • Altra gentile richiesta: sono pericolosi e alti i tombini su Via Beorchia….. (ma se non ci pensano ben due consiglieri comunali che abitano lì… più una terza che ci passa più volte al giorno….)
  • Altra gentile richiesta: sistemare urgente, prima possibile, Via Volton, dalla rotatoria al ponte
  • Un cassonetto verde anche vicino a casa mia, grazie
  • Gentile richiesta: il pezzo di Via Stretta, quello dietro l’Ospedale e la rotonda che…..”il Comandante sta valutando…” un anno fa…. Farla non prometterla
  • I tempi dei semafori sulla 354, con maggiore tempo per l’accesso alla 354 nelle stagioni non turistiche
  • I Vigili al semaforo di Bergamin quando l’autostrada viene chiusa
  • Gentile richiesta: attenuare la luce del tabellone pubblicitario sulla 354 a Paludo, di notte;
  • Gentile richiesta: stucco e pittura per la ciclabile di Paludo…..
  • Nuova richiesta, nel senso di rifatta: i marciapiedi di Bevazzana;

Gustiamo Pordenone, l’evento. Venerdì 24 ottobre 2014 a Cavasso Nuovo (PN)

logo cavasso

Venerdì 24 Ottobre 2014  con inizio alle ore 18,00 presso “il Palazat” storica dimora dei conti Polcenigo-Fanna Piazza Plebiscito – Cavasso Nuovo (PN). Un itinerario durato un anno girovagando alla scoperta della tradizione, della storia, delle eccellenze culturali e produttive del territorio pordenonese.

I soci di EnoPordenone con 19 delle loro cantine, una distilleria e una pasticceria artigianale, in collaborazione con 11 chef di 11 ristoranti, tra i più noti del territorio, hanno coinvolto altrettanti appassionati relatori che, fautori di attività inedite per molti e con voce concreta del fare, hanno portato la propria conoscenza e la propria esperienza.

Una squadra che ha giocato alla grande, che ha saputo coinvolgere e farsi coinvolgere per trasmettere, mese dopo mese e incontro dopo incontro, l’amore e la passione per la terra, per i luoghi, le tradizioni, la cultura, l’arte del fare e la qualità di vita del territorio in cui vivono e operano. Uomini e donne animati dalla voglia di guardare avanti, di cogliere nuove sfide, di costruire nuove relazioni e di innovare, ma anche di conservare quel patrimonio di valori che ne delinea l’identità profonda di un popolo.

Per rivivere ancora una volta tutto questo, EnoPordenone invita ad una festa in un contesto suggestivo, “il Palazat” di Cavasso Nuovo, una perla incastonata nella pedemontana pordenonese tra i torrenti Cellina e Meduna. Nei suoi eleganti saloni si ritroveranno i protagonisti delle serate di “GustiAMO PordENOne” in un clima di convivialità, che avranno il piacere di proporre le proprie creazioni enogastronomiche.

Nella stessa serata “Il Palazat” diventa anche la cornice di un’importante mostra dedicata al lavoro di restauro di Giancarlo Magri sulle pitture di Giovanni Antonio de’ Sacchis, detto ‘il Pordenone’.

Per cogliere appieno l’importanza dell’artista pordenonese correlato al proprio intento di valorizzare il brand ” Pordenone “, l’associazione ha pensato di portare a Cavasso un mini convegno e una mostra, ideata e realizzata dal Centro culturale “Augusto Del Noce” con l’allestimento di Laura Guaianuzzi, per creare un momento di approfondimento che aprirà l’evento. Poi, con “un Brindisi che unisce” brindare tutti insieme con “Il Pordenone”, il vino spumante nato dalla collaborazione dei soci dell’Associazione EnoPordenone.

A tutti coloro che vorranno partecipare all’Evento, EnoPordenone augura un calice pieno di curiosità, un lasciapassare utile per cogliere appieno le peculiarità di questo territorio unico … in cui domina l’operosità e la “qualità di vita”.

Programma dell’Evento presso “il Palazat” Piazza Plebiscito – Cavasso Nuovo (PN) – 24 ottobre 2014

Piano terra: Ore 18.00: apertura della serata da parte del presidente dell’associazione  EnoPordenone Gianfranco Bisaro e saluto delle autorità.

Ore 18.30: Mini convegno sui restauri delle opere di Giovanni Antonio de’ Sacchis, detto il Pordenone, e di alcuni suoi epigoni.  Relatori: Giancarlo Magri, restauratore delle opere del Pordenone, Angelo Crosato, già conservatore del Museo Civico d’Arte di Pordenone. Introduzione a cura della Dr.ssa Alberta Bulfon, ideatrice dell’evento e socia di EnoPordenone.

Ore 19.30: Brindisi con “Il Pordenone”, lo spumante nato dalla collaborazione dei soci con la forte volontà di far rappresentare l’Associazione EnoPordenone e di valorizzare il Brand “Pordenone”

Piano superiore

Ore 20.00: Degustazione dei prodotti delle cantine socie di EnoPordenone con 18 vini abbinati ad altrettanti 18 piatti preparati da 9 Chef, uomini e donne, tra i più qualificati e creativi della provincia.

Piano terra: Ore 22.00: Degustazione di altri prodotti dei soci di EnoPordenone:  un biscotto Artigianale con dolci e grappe . In chiusura un buon caffè, armonizzato da un soave Intrattenimento musicale

L’accesso a tutte le degustazioni avviene mediante l’acquisto del biglietto di ingresso all’Evento del costo di 40€.  L’importo comprende un contributo di 10 euro, a sostegno dei giovani e dell’acculturamento del nostro territorio, tale contributo, così ottenuto, viene offerto al corso universitario di laurea triennale in designer industriale che, grazie ad ISIA di Roma, è stato aperto presso il consorzio universitario di Pordenone.  L’iniziativa vuole essere uno stimolo e una indicazione verso le istituzioni, le associazioni e gli imprenditori nel sostenere la cultura in generale e la cultura industriale in particolare, nel nostro territorio. I biglietti si possono acquistare presso le cantine socie di EnoPordenone, presso i ristoranti che hanno aderito al percorso enogastronomico GustiAMO pordENOne e presso la Pro Loco “Fratellanza” di Cavasso Nuovo.  Per informazioni sull’Evento del 24 ottobre 2014: 349.4368848 Associazione EnoPordenone 338.4528732 Pro Loco Fratellanza di Cavasso Nuovo www.enopordenone.it – https://www.facebook.com/events/305432982986496/   —  Per informazioni sulla mostra: Comune di Cavasso Nuovo (PN) – Assessorato alla cultura Piazza Plebiscito, 12 – 33092 Cavasso Nuovo (PN),  tel. 0427.77014, fax. 0427.778000 e-mail: segretario@com-cavasso-nuovo.regione.fvg.it www.comune.cavassonuovo.pn.it

IL MENU’ DELLA SERATA:

BORGO DELLE OCHE: Bianco Lupi Terrae

RISTORANTE AL GALLO: crema di zucca con trucioli di seppia e cialda al bacon

QUINTA DELLA LUNA: Sauvignon

RISTORANTE AL GALLO: uovo con alice salata e ricotta affumicata

EMILIO BULFON: Piculit Neri

RISTORANTE IL RIFUGIO: medaglioni con guanciale e castagne

TENUTE TOMASELLA: Bastie Bianco

RISTORANTE IL RIFUGIO: cjalsons con le mele e pitina

TENUTA PINNI: Friulano

RISTORANTE AL BELVEDERE: terrina di coniglio

BESSICH: Merlot

RISTORANTE AL BELVEDERE: zuppa di castagne al rosmarino con fregole di ciccioli

TENUTA FERNANDA CAPPELLO: Traminer Aromatico

PROSCIUTTERIA F.LLI MARTIN: carpaccio di trota con cruditè di verdure

PITARS: Malvasia

PROSCIUTTERIA F.LLI MARTIN: prosciutto crudo fumato e prosciutto crudo 24 mesi

RUSSOLO: Doi Raps

OSTERIA AL CURTIF: orzotto con zucca e salsiccia

SAN SIMONE: Friulano

OSTERIA AL CURTIF: tortino friulano con polenta, montasio e funghi

TONDAT: Merlot

RISTORANTE BORNASS: pasta e fagioli

ASSOCIAZIONE ENO PORDENONE: Il Pordenone

RISTORANTE BORNASS: bocconcini di polenta con speck e formaggi di malga

CASULA: Pinot Nero

RISTORANTE LA TORRE: petto d’oca all’uva

PIERA MARTELLOZZO: Ribolla Gialla Spumante

RISTORANTE LA TORRE: millefoglie di zucca

GELISI: Chardonnay

OSTERIA AL FAVRI: Crema di cavolo nero con ricotta di Pradis e crostini di pane.

PLOZNER: Merlot Pecora Nera

OSTERIA AL FAVRI: “Il Friul in tun un bocòn” Pan di sorc, cipolla di Cavasso, Pitina della pedemontana e una crema di formai Frant.

RIVE COL DE FER: Incrocio Manzoni

RISTORANTE LA PRIMULA: tagliolini con spuma di ricotta affumicata e funghi

I MAGREDI: Refosco dal Peduncolo Rosso

RISTORANTE LA PRIMULA: filettino di maiale con cipolla di Cavasso glassata al Refosco.

GELATERIA PASTICCERIA MONTEREALE: Variazioni di Biscotto Pordenone

DISTILLERIA PAGURA: Grappa Piculit Neri e amaro della Giovannina

Caffè

Condividi il post!

PinIt

Un commento su “Lunedì: le cose da fare; suggerimento per venerdì 24; Tisana Power; Nautilia e Latisana Comune Turistico; banda larga; ignoranti o incivili? ; Ospedale; i panini; Festival del Fumetto (3); cane smarrito?”

  1. susanna ha detto:

    …sempre via della cooperazione…
    rieccoci…come due settimane fa, anche stasera alle 22.30 imboccando via della cooperazione dalla statale ho dovuto scansare una ford fiesta che proveniva dal parcheggio della pizzeria, i cui occupanti hanno allegramente salutato uno dei titolari della stessa (che quindi poteva intervenire), il cui guidatore mi ha fatto cenno di passare a lato ed è poi proseguito CONTROMANO immettendosi sulla statale…BISOGNA TROVARE UNA SOLUZIONE !!!!…e le autorità sanno solo postare foto di panettoni con canditi….boh…

I commenti sono disabilitati.