marciapiedi e cani, museo e opinioni, inaugurazione a lignano,31

Marciapiedi puliti; da Laura Parise riceviamo e volentieri pubblichiamo

Buongiorno Bacucco,  con l’arrivo della primavera sentiamo tutti il desiderio di stare all’aria aperta e di concederci qualche salutare passeggiata. Sarà una coincidenza, ma lungo i tragitti che di solito facciamo io e i miei bimbi siamo sempre preceduti da qualche ‘poco educato’ proprietario di amici a quattro zampe. Mi riferisco soprattutto (ma non solo) a via Viola e a via Libertà dove si trovano, rispettivamente, la scuola elementare e la scuola dell’infanzia di Latisanotta. A queste persone dedichiamo un pensiero:

cani-4 marciapiedi puliti

Sì, lo so, pestarne una porta fortuna (ma porta anche un paio di scarpe da pulire).  Sì, lo so, è bello portare a spasso il cane senza farsi problemi (ma anche a me e ai miei bimbi piace camminare sul marciapiede senza l’ansia di pestare un ‘portafortuna’).  Voler bene ad un amico a quattro zampe significa anche esserne responsabili.   Grazie

Museo e opinioni  — segue  — clicca  —

Entro volentieri in polemica con la consigliera comunale delegata alla Cultura Lauretta Iuretig; sul Messaggero di domenica la segretaria del Nuovo Partito Socialista, eletta nel PdL e concausa della mancata elezione in Regione di Micaela Sette, probabilmente si fa forza dei mal di pancia in maggioranza (Cicuttin e Lauricella ex UDC minano i numeri che erano tranquilli per il Sindaco) e spara a zero proprio sul suo Sindaco. Secondo Iuretig nella ex Stazione Ippica va fatto un Museo. Opinione rispettabile, come quella di tutti, ma sulle spiegazioni che ella adduce siamo in disaccordo. La “rossa” dice che  sarebbe il caso di fare una sezione della civiltà contadina. Forse non sa, la professoressa che a Aiello c’è già un museo così, anche a Tolmezzo, a Farra d’Isonzo, a Fagagna, a Gorizia, a Fontanabona di Pagnacco e probabilmente ce ne dimentichiamo altri. Anzi sicuramente. Poi, facendo leva sul turismo, la “nostra” asserisce che si potrebbe allestire una sezione archeologica e forse dimentica le difficoltà dei musei molto vicini di Concordia Sagittaria e soprattutto di Aquileia, che vale come mille Latisane. Ancora Iuretig parla di un museo del Tagliamento, che avrebbe per il turista austriaco o tedesco lo stesso appeal di un album di figurine Panini. Infine suggerisce di aprire dei negozi per la vendita di gadget. M si sarà mai fatta un giro in centro? A vedere quanti negozi sono chiusi e stanno per chiudere? Infine sul cambio di mentalità abbiamo da dire la nostra. Non è con la situazioni statiche che si favorisce la mentalità culturale e si accresce il suo patrimonio, ma viceversa con azioni e coinvolgimenti attivi. Insomma non sappiamo cosa faranno nella ex Stazione Ippica, ma certamente a leggere il Messaggero di domenica speriamo tutto fuorché quello suggerito dalla “attuale” referente alla cultura. Ma è solo la mia opinione.

Inaugurata la stagione a Lignano

C’era anche Latisana, vedi su  www.lignano-sabbiadoro.it

31

Condividi il post!

PinIt

5 commenti su “marciapiedi e cani, museo e opinioni, inaugurazione a lignano,31”

  1. valerio ha detto:

    Condivido appieno le critiche alla proposta Museo-Stazione Ippica. Ma Museo di cosa? Dove sono le collezioni in attesa di essere esposte? E poi, che dire della proposta di intasare ancora di più il Centro Polifunzionale, con ritrovi per anziani (giusto pensare anche a quelli!), quando vanno trovati nuovi spazi i per ampliare la Biblioteca Civica e darle quanto dovuto. A meno che qualcuno non pensi ad un nuovo progetto per la stessa (Palazzo Morossi?).

  2. Pitacco ha detto:

    no

  3. Laura Parise ha detto:

    Riguardo la ex stazione ippica: si presterebbe ad essere concessa in comodato a qualche iniziativa imprenditoriale in fase di avvio (uno studio di progettazione o di design, uno studio grafico o di creazioni per il web, servizi al settore della cultura)? Chi intende avviare un’attività di questo tipo avrebbe così la possibilità di investire solo sulla strumentazione necessaria e non dovrebbe sostenere i costi per l’affitto di un locale. E’ un’ipotesi sostenibile?

  4. il_bacucco ha detto:

    credo di no; per quel che ne so se c’è un finanziamento regionale, l’utilizzo dell’oggetto deve poi essere conforme al finanziamento; quello che dici tu invece potrebbe trovar spazio nell’incubatrice per aziende o start up che il Comune vorrebbe fare nella ex caserma. per quel che ne so.

  5. denis ha detto:

    Caro bacucco, noto una certa caduta di stile, usare l’apellativo “la rossa” non mi sembra elegante, inoltre mi pare che definire le candidatura della Iuretig “concausa nella perdita della Sette”. Io l’ho votata ma non avrei mai dato il mio voto alla sindaca, piuttosto mi sarei aggiunto ai tanti riccaridiani di Latisana, sarei stato in buona compagnia. Credo siano un po più di 200 le preferenze raccolte da Riccardi a Latisana, e non mi pare che sia stato un assessore molto presente nel territorio latisanese, chissa son tutti amici incontrati per caso al bar vicino la stazione il giovedì prima del voto, o forse l’ex sindachessa non è poi più così amata ne qui ne e credo neanche nel PDL altrimenti non l’avrebbero messa in lista assieme ad un’altra latisanese. E poi mi pare che si era candidato anche il fratello della Sette..pensa a quel parente che tormento avrà avuto quando era dentro la cabina elettorale a votare!
    Passando alla stazione ippica, forse qualcuno prima della pubblicazione del giornalino e delle risposte del Sindaco si è consultato con l’Assessore alla cultura? Forse è il caso di chiedercelo. Nonostate cio condivido la tua posizione e trovo anacorintico e gia morto pria dell’apertura un museo della civiltà contadina..e poi è un conenitore piccolo, forse la tua idea di un museo enogastronomico che in pssato avevi proposto sulle pagine di questo è più attuale e ha maggiore possiblità di essere anche economicamente sostenibilie ase abbinato alla vendita dei prodotti locali di facile accesso per chi va e viene dalle stazioni. Forse è ora di rispolverare la vecchia villotta friulana che decantava il vin di latisana.
    :i chiedo se mai finiranno l’edificio, però prefescio che non venga mai completato se devono ma trasferci le associazioni e mi pare un archivio. Non è un idea ma un ripiego. In questo la Iuretig ha ragione è il caso di aprire un confronto, marari anche pubblico.

I commenti sono disabilitati.