Martedì: 24 giugno; asilo no stop; WSG; Comitato Nascere a Latisana; Autostrada

Comitato Nascere a Latisana

Appuntamento per capire e per fare, giovedì 12 giugno alle 21.00 al Polifunzionale

12 giugno

WSG

Importante convegno a Lignano, vedi www.lignano-sabbiadoro.it

24 giugno

24 giugno

Mercoledì 24 giugno una botta di vita a Latisana, per la Festa del Patrono (che non è San Martino..), San Giovanni Battista. Concerto, come si vede, ma la riedizione anche di un avvenimento che allora venne legato all’Udinese…. ne vedremo e mangeremo delle belle.

Autostrada

Al via la sperimentazione del Protocollo d’intesa voluto da Regione e Autovie Venete dopo le richieste dei sindaci della Bassa friulana. Si attueranno le procedure di informazione e di deviazione del traffico nella fase sperimentale, nel tratto San Giorgio Latisana; ora la procedura è al vaglio del Prefetto per le determinazioni automatiche del caso. Brava la Santoro e speriamo che i Vigili intervengano subito e manualmente sui semafori di Bergamin e di Paludo in caso di chiusura consigliata della A4.

Asilo no stop

Ecco una bella idea (grazie a chi l’ha segnalata) per i lavoratori stagionali che hanno figli piccoli e per i quali la baby sitter costa troppo…. Guardate qui.. http://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca/2015/06/03/news/aperto-il-primo-asilo-che-lavora-24-ore-su-24-1.11548960 Magari anche da queste parti

Condividi il post!

PinIt

2 commenti su “Martedì: 24 giugno; asilo no stop; WSG; Comitato Nascere a Latisana; Autostrada”

  1. Marta ha detto:

    Finalmente anche in Italia l’asilo non stop. In realtà sarebbe più auspicabile un servizio che coinvolga tutti i bambini in età scolare, oltre che pre-scolare, fino a quando non hanno la capacità di badare a se stessi e restare da soli intanto che i genitori lavorano. In Germania spesso questi centri sono finanziati dai datori di lavoro stessi, in modo da far lavorare tranquilli i genitori e quindi aumentando la produttività dei propri dipendenti (la tassa di soggiorno basterebbe tranquillamente a coprire tutti i costi). Chissà se in questo modo convinceremo gli imprenditori lignanesi ad assumere noi italiani invece delle ragazzine delle agenzie rumene… In questo periodo in cui tutti s’incontrano per discutere di filosofia turistica (che riempie tanto le bocche ma non le pance…) questa potrebbe essere un’ottima idea per rilanciare l’occupazione italiana nell’ambito turistico, creando nuovi posti di lavoro sia tra i lavoratori autoctoni che finalmente potranno essere assunti ( una mamma che non può, logicamente, lavorare durante il turno serale non viene chiamata nemmeno al colloquio di lavoro), sia tra quelli sempre autoctoni assunti per la gestione del centro stesso.

  2. valerio ha detto:

    A proposito de autostrade, ma no xe certo la solussion ai problemi de la TS-VE, no go mai capìo perchè no sia mai stada pensada un’autostrada Pordenon-Udine ( 40 km eh!) che la seri il giro UD-VE-TV-PN-UD.

I commenti sono disabilitati.