Martedì: Benigno, l’Ospedale e il baratro; San Paolino; mensa alle elementari; bar e pizza; San Michele al T. ;

Benigno, l’Ospedale e il baratro

La netta vittoria del PD di Renzi alle elezioni regionali di Calabria e Emilia Romagna e l’avvio lunedì sera degli incontri di Benigno con la popolazione sul tema Ospedale, mi inducono ad una riflessione. Occorre prima fare due premesse, perché altrimenti non si capisce il ragionamento, una amministrativa e una politica. Il primo documento che parlava della chiusura del Punto Nascita di Latisana è stato prodotto sotto la Giunta Tondo, Forza Italia come Benigno, e quel documento lo abbiamo pubblicato integralmente qui. Il “mantra” politico ed elettorale che animava la ex Sindaca Sette e l’attuale Benigno era la linearità delle giunte in essere: centro destra a Latisana, centro destra a Udine e centro destra a Trieste: conviene, si diceva, avere giunte amiche per ottenere agevolazioni e contributi. Giusto o non giusto, etico o non etico il ragionamento può funzionare e indubbiamente loro, Benigno & Co. ci credevano e lo ripetevano sempre. Se era vero, è pur vero anche il contrario, ovvero oggi a Latisana c’è il centro destra e a Trieste il centro sinistra, con la Serracchiani che è anche la vice di Renzi, guarda un po’. Allora se era vero amici degli amici, con Galasso nel ruolo di collegamento, ora è vero il contrario e la guerra di Benigno contro la Regione ci porterà probabilmente verso il baratro. Alla popolazione poco importa di questi giochetti, e interessa invece l’Ospedale, che va salvaguardato sulla base di ragionamenti ( e ci sono) e alleanze (poche) e non andando ad uno scontro; quello che è strano è che Lignano sembra non capirlo, speriamo che si fermino in tempo e sia solo tattica, non strategia.

Mensa alle elementari

Si profila un adeguamento alle richieste di insegnanti e mamme per il menù della mensa delle elementari; la visita dei responsabili della società che ha in gestione l’appalto, in accordo con la nutrizionista, potrebbe far nascere delle piacevoli novità.

Bar & pizza

Trattandosi di iniziative private restiamo nel vago, ma dopo la annunciata apertura della enoteca caffetteria sotto il Municipio, dovrebbe aprire anche un pizza al taglio in centro ( mancava vero??….) e ci dovrebbero essere dei cambi gestione per bar storici e famosi, sempre del centro. Vedremo a breve, fine anno.

San Michele al Tagliamento

posto occupato sole

“Posto Occupato”; in comune di San Michele al Tagliamento “giornata internazionale contro la violenza sulle donne”. Con la risoluzione 54/134 del 17 dicembre 1999 l’ONU ha designato il 25 novembre come la «Giornata internazionale contro la violenza sulle donne». In questa occasione i governi nazionali e locali sono invitati ad organizzare attività per sensibilizzare l’opinione pubblica e promuovere la consapevolezza su questo problema che non fa “discriminazioni” geografiche, di razza e di età. L’Amministrazione di San Michele al Tagliamento ha aderito ufficialmente all’iniziativa “Posto Occupato”. Si tratta di un’iniziativa promossa da Maria Andaloro, editore della rivista online “La Grande Testata” e ideatrice del progetto (www.postoccupato.org), che si pone come gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza. Ogni vittima, prima che un marito, un compagno, uno sconosciuto decidesse di porre fine alla sua vita, occupava un posto al lavoro, a teatro, sul tram, a scuola, in metropolitana, comunque un posto nella società. Con questa iniziativa viene appunto riservato loro un posto. Nell’ingresso della sede comunale, dal 24 al 29 Novembre, verrà posizionato, su una sedia, un cartello con la scritta “Posto occupato” per ricordare una quotidianità interrotta per sempre.  San Michele al Tagliamento, 24 Novembre 2014

San Paolino

Gentile Bacucco di Latisana, in rappresentanza dell’Associazione Culturale Musicale San Paolino e come vostro lettore ieri ho preso visione dell’esposizione dei costi sostenuti dall’amministrazione comunale per la festa delle forze armate del 9 novembre, il contributo spese a favore della San Paolino è stato di € 440,00 compreso IVA al 10%. Ci tengo anche ad aggiungere alcuni aspetti a livello di pura informazione, ad esempio l’ingaggio per un servizio simile di qualsiasi banda musicale si aggira all’incirca sui 450/500 euro. In questa occasione oltre al servizio musicale, la partecipazioni di 14 rievocatori in uniforme ed equipaggiamento bellico da trincea della Grande Guerra, (8 soldati austro-ungarici e 6 italiani) più i musicisti del gruppo ottoni San Paolino anche loro in divisa storica del 97°Reggio Imperiale di fanteria, con la maggior parte dei rievocatori provenienti dalle valli del Natisone vicino al confine sloveno. Normalmente il costo dei rievocatori si aggira intorno a € 100 a persona, per una manifestazione simile il costo si aggirerebbe ad €1,800,00 tra soldati e banda solamente.

La nostra associazione musicale, da sei anni collabora con le associazioni storico-militari tra cui la Proloco di Fogliano di Redipuglia in numerosi progetti inerenti alla Grande Guerra, grazie a questa collaborazione e aiuto reciproco è stato possibile realizzare la manifestazione con un costo da parte nostra di appena € 110 in più rispetto all’anno scorso.

La sezione di Latisana della San Paolino ci teneva a regalare una giornata particolare in occasione del primo centenario della Grande Guerra, sia associazioni d’arma che i cittadini stessi, chiedendo un contributo economico sufficiente a rimborsare la benzina dei rievocatori e versamento contributivo E.N.P.A.L.S. e S.I.A.E.

Dalle parole emerse dai presenti alla manifestazione, nessuna Banda musicale è riuscita a fare meglio di noi nello stesso evento nella storia di Latisana. Di questo ringraziamo tutti coloro che ci sostengono e l’amministrazione comunale per la grande fiducia che ci ha offerto nell’affidare la parte più importante della gestione dell’evento. Il Coordinatore della sezione. ALEX MARINO

Condividi il post!

PinIt