Martedì: Foghera di Latisanotta; le lumache di Latisana; Benandanti; Natale a San Vito; Golf a 27 buche; dossi artificiali vicino alle scuole; arredo da 85.000 euro; Bike to work

Bike to work

Vedi www.lignano-sabbiadoro.it

Dossi artificiali vicino alle scuole

Il Comune intende limitare la velocità su alcuni rettilinei stradali antistanti i seguenti edifici scolastici; ecco dove. Scuola primaria di Latisana, viale della Stazione: dosso artificiale tra l’intersezione con via Giovani da Udine, e l’attraversamento pedonale antistante il monumento ai Caduti; Scuole dell’infanzia, nido e area verde di via Manin a Gorgo: dosso artificiale tra il monumento ai caduti e l’ingresso dell’asilo nido; Scuola primaria di Pertegada, via del Molo: dosso artificiale e passaggio pedonale in luogo dell’attuale passaggio pedonale esistente posto in asse all’ingresso principale della scuola primaria. Scuola dell’infanzia e area verde di via don Picotti a Pertegada,: dosso artificiale e passaggio pedonale in luogo dell’attuale passaggio pedonale esistente posto in asse all’ingresso principale della scuola primaria. Più avanti anche su Via Forte e Via Rossetti. Niente Paludo per via dell’ambulanza. Quindi i ragazzini di Paludo devo stare attenti da soli; per gli altri mettiamo il dissuasore.

Arredo da 85.000 euro

Approvato l’arredo urbano per la rotonda di Aprilia Marittima; spesa prevista 85 mila euro appunto.

Foghera di Latisanotta

Dopo la bellissima domenica della Festa del Ringraziamento, Latisanotta tornerà tra un mesetto protagonista con la sua foghera che è giunta alla 30° edizione; da rimarcare lo scopo benefico, ma anche il coinvolgimento di tutta la frazione, la Lotteria con un’auto in palio ( un’auto….), il maxi frico da record e la diretta televisiva su Cafe tv 24. Davvero bravi e complimenti.

Le lumache di Latisana

Alla “tisana di Latisana” il Comune ha dedicato ben due convegni, investito soldi pubblici e dedicato sforzi e tempo per lanciare un prodotto che non c’è. E’ stato quindi creato il marketing, senza ricordarsi della norma elementare, ovvero che questa scienza serve a trovare i modi giusti per rispondere a una domanda del mercato. Poi, vicino a Paludo, un imprenditore, “ quatto quatto lemme lemme”, si è messo a progettare, costruire il sito e produrre lumache, poche il primo anno, molte si spera a regime. Senza scomodare professoroni e senza occupare contributi pubblici. E’ l’immagine del Comune di Latisana, con l’Assessore Valvason che spreca denari pubblici e l’imprenditore Colonna che fa cose buone e produce ricchezza.

Benandanti

Venerdì 11 dicembre, alle 17.30 al Polifunzionale, incontro con Salvatore Errante Parrino; tema della discussione “ il fenomeno dei Benandanti nel Basso Friuli”. (https://it.wikipedia.org/wiki/Benandanti )

Golf a 27 buche

Se ne parla ancora in una delibera di giunta, che contiene degli indirizzi favorevoli ai proprietari per agevolare lo sviluppo. Francamente poco capisco e poco ricordo; credevo che visto che la proprietà non aveva firmata la convenzione e pagato gli oneri, tutto fosse stato revocato; così pare non essere, anzi. Gli attuali indirizzi dicono che si potrà procedere per stralci funzionali ( quindi subito ville e dopo darsena?? boh..), poi si parla di compensazioni…. ed infine di modifiche allo strumento urbanistico. Tutto molto vago, deliberato solo come indirizzo; insomma, così capiamo, fate quello che volete purché facciate qualcosa!

Natale a San Vito al Tagliamento

mercato natale piazza del popolo san vito r

Dopo l’esordio nello scorso fine settimana prosegue l’8 dicembre con la Pro San Vito al Tagliamento la serie di appuntamenti di avvicinamento al Natale unendo passione per i prodotti fatti a mano, sapori del territorio e promozione turistica della cittadina friulana ricca di storia. Saranno presenti al mercatino natalizio oltre 90 bancarelle ed espositori.

“Anche l’8 dicembre – ha spiegato la presidente Patrizia Martina – organizzeremo i mercatini natalizi e dell’hobbistica in centro storico: un momento di vera festa che permetterà di richiamare tante persone a San Vito e permettere così anche la conoscenza delle meraviglie architettoniche della nostra città. Inoltre di fronte al municipio in piazza del Popolo gestiremo anche un chiosco con tutte le specialità tradizionali per riscaldarsi con gusto in queste giornate fredde”.

Grazie all’impegno dei volontari sanvitesi al complesso dell’antico Ospedale dei battuti si terrà la mostra mercato Voglia di Natale l’8 dicembre dalle 10 alle 19.30, con 50 espositori distribuiti su tre piani che proporranno le loro creazioni fatte a mano per rendere ancora più bello il periodo natalizio. Non solo: si terrà anche il mercato di Natale in piazza del Popolo con altre 40 bancarelle. Sarà attivo di fronte a Palazzo Altan in piazza del Popolo il chiosco enogastronomico con castagne, vin brulè, bibie, birra, vini del territorio e panini con carni alla griglia.

Voglia di Natale ai Battuti proseguirà poi anche nel weekend del 12 e 13 dicembre e in quello del 19 e 20 dicembre.

“Inoltre – ha concluso la presidente – durante il periodo natalizio saremo parte attiva del calendario coordinato insieme al Comune e con le altre associazioni locali, il quale prevede oltre 60 appuntamenti fino al 6 gennaio. Come Pro Loco saremo presenti anche attraverso il nostro programma cinematografico che proporrà 10 film per tutti i gusti, compresi quelli di animazione per bambini Hotel Transylvania 2 il 5 dicembre e Snoopy and friends il 13 dicembre. Da non scordare inoltre altri due nostri importanti appuntamenti al teatro Arrigoni: la consegna del premio Pro San Vito a un concittadino che ha contribuito al lustro della città, il 20 dicembre, e il concerto di Natale del 27 dicembre”.

Condividi il post!

PinIt

7 commenti su “Martedì: Foghera di Latisanotta; le lumache di Latisana; Benandanti; Natale a San Vito; Golf a 27 buche; dossi artificiali vicino alle scuole; arredo da 85.000 euro; Bike to work”

  1. barbara ha detto:

    #Dossi artificiali: E i bambini della scuola materna del centro non si meritano sicurezza? L’entrata della scuola materna è posto in una curva! Una curva tra l’altro con visibilità spesso ostruita ai pedoni grazie ai geni che parcheggiano un po’ ovunque e con automobilisti che lasciano il semaforo di pascotto e all’altezza dell’asilo hanno già preso una bella andatura! Mai visto un vigile a far attraversare i pedoni, in compenso ho visto tante inchiodate dell’ultimo secondo per evitare di stirare mamme e bambini.

  2. il_bacucco ha detto:

    @ barbara. lungi da me voler sostituirmi all’assessora delegata spagnolo ( miro più in alto… ), ma credo che il problema sia legato, come per via tisanella a paludo, alle direttrici del soccorso, specialmente delle ambulanze. una ambulanza che a 50/60 all’ora prende un dosso……crea qualche problema dentro… però si possono mettere i vigili. si tratta di scegliere: multe o prevenzione?

  3. mario ha detto:

    La via Tisanella a Paludo e E.Gasperi e Latisana sono strade Provinciali per cui la ns. assessora per ora lì non comanda, però davanti l’asilo di Latisanotta quelli escono su una strada comunale come quelli di Pertegada. Non so chi abbia segnalato la pericolosità di via Rossetti, ma io avrei preferito un rallentatore sul rettilineo di via Trieste, almeno prima con gli avvallementi non correvano come a Monza.

  4. riccardo ha detto:

    Su BikeToWork: Sarebbe bello dare un premio sia ai professionisti che ai dipendenti che si recano al lavoro in bici. Magari aiuterebbe a ridurre il fenomeno dei parcheggiatori compulsivi (e a volte scarsamente contributivi, nel senso che escono a mettere il ticket solo quando c’è “allarme vigile”). Un esempio da imitare è il parrucchiere Vit, ma ce ne saranno ben altri spero !

  5. Giorgia ha detto:

    Buongiorno a tutti. non credo che i dossi risolvano un problema che è di tipo culturale! Mi spiego: proprio nelle vicinanze del plesso di via Tisanella ogni mattina si celebra “la festa del cattivo esempio” alcuni genitori pensano di poter parcare in ogni posto, sulla strada,sulle strisce pedonali, sul posto riservato allo scuolabus ignorando il fatto che I BAMBINI CI GUARDANO! Sovente si trova anche parcheggiato un bel camion con tanto di rimorchio. I vigili sono stati contattati ma sinceramente non si sono visti! A proposito, e qui uso il bacucco per arrivare alle istituzioni, perché non mettere un vigile 10 minuti prima della campanella! Ovviamente munito di taccuino per le sanzioni ai trasgressori!un’altra considerazione su Via Tisanella c’è un via vai di camion e tir che non possono transitare … La facciamo qualche multa????i soldi bisogna prenderli dalle sanzioni a questi signori e non aumentando le tariffe dei servizi! Sindaco ed assessore competente dateci un segno!!!Saluti.

  6. riccardo ha detto:

    @Giorgia: stessa situazione in orario di entrata e uscita dalle scuole elementari e dell’infanzia di Latisanotta! Percheggi selvaggi dovunque, su marciapiede, parcheggio di autobus e uscita della pista ciclabile. Mi dispiace che possa sembrare un pregiudizio, ma anni di osservazione mi fanno ammettere che le “mamme con la macchina grossa” sono le meno attente alle regole. Condivido che la radice del problema è culturale !

  7. Claudia ha detto:

    Come si fa spendere 85.000 euro,per una rotatoria??? Quella di Crosere l abbiamo costruita quasi gratis !

I commenti sono disabilitati.