Martedì: Pezzata rossa; Mountain Bike; separazione e divorzio; parcheggi; Ospedale; incidente ; investita; politici e giornali; la Rai

Investita

Una signora, circa 40 anni, latisanese, sulle strisce davanti al Gambrinus, zona Piazza delle Poste, è stata investita verso le 19.00 di lunedì sera, da un uomo che probabilmente non l’ha vista o ha calcolato male i tempi; ambulanza e Carabinieri dell’ordine sul posto. Lui è di Pocenia

Politici e giornali:

dal Messaggero Veneto di oggi lunedì, intervista a Renzo Tondo, ex Governatore del Friuli Venezia Giulia; l’intervistatore, Domenico Pecile, chiede: Perchè non ambisce a fare il grande elettore a Roma?…… il carnico Tondo risponde: «Semplicemente perché non sono affascinato dall’idea di trascorrere diversi giorni nella capitale».   ……chi va a Roma a votare? Renzo Tondo ovviamente; e poi ci si chiede come mai la gente non va a votare…..

Parcheggi

Queste sono due foto di lunedì mattina di due parcheggi in Via Sottopovolo, a 50 metri uno dall’altro: uno è gratuito e l’altro è a pagamento. Quello gratuito è quello pieno….

DSCN8071

DSCN8075

Incidente a Bibione

Un camion rosso di una notta ditta di autotrasporti è uscito di strada lunedì mattina verso le 12.30 in Via Baseleghe; alla guida del mezzo P.C. del ’65 che è stato ricoverato in codice giallo; sul posto anche la Polizia locale di San Michele Bibione.

Ospedale

Abbiamo notato che da qualche tempo la cucina dell’Ospedale, situata al primo piano vicino al padiglione vecchio, è animata e in funzione. Personale con la classica divisa e marchio di “Serenissima” all’opera, davanti a fornelli e attrezzature varie. Per saperne di più abbiamo inoltrato domanda al responsabile della struttura ospedaliera Daniele Trentin, e siamo in fiduciosa attesa della risposta. Ci chiediamo infatti quanti pasti possono essere preparati a Latisana e, visto che la società ha in appalto la gestione mensa delle scuole, se i pasti possono velocemente arrivare da Latisana anziché da Palmanova. Cercheremo di saperne di più. Non abbiamo fatto foto in quanto non autorizzati….. anche se l’accesso è libero e dal corridoio si vede tutto.

Mountain Bike

Latisana non ha montagne, si vede…. Ma lo stesso ha moltissimi appassionati di questo tipo di biciclette che ormai possono ragionevolmente intendersi come all terrain bike, bici adatte a tutti i terreni. Latisana ha anche un percorso naturale che dalle foci del Tagliamento sale su verso la montagna, con intriganti deviazioni culturali in zona “scrittori” (Camino, Straccis, Bugnins, Santa Marizza ecc) o più in alto verso Villa Manin. Percorso che da anni aspetta di essere valorizzato, e magari realizzato, prima. Questo comunque il senso del Comune Turistico che è stato tratteggiato. Parallelamente però si potrebbe realizzare, e pare ci sia stata una domanda in tal senso, una pista chiusa per allenamenti e magari gare di Mountain Bike o comunque di bici fuoristrada; la zona richiesta è quella dell’ex discarica per inerti, poi ex zona di impianto di biomasse, ora un bel bosco di oltre 20 anni. Siamo a Paludo, ad est della 354 in zona depuratore e il paradiso verde merita di essere visitato e valorizzato. Biciclette si, mentre siamo contrarissimi alla ventilata possibilità di una pista da motocross, avulsa dal territorio che invece trova in Lignano d’inverno la sua naturale collocazione, in spiaggia, come del resto ci si appresta a vedere in febbraio a livello internazionale e come abbiamo già visto con la 12 Ore Enduro, mitica. Bici si, moto no, questa è la mia opinione e su questo daremo ovviamente battaglia in campagna elettorale.

La Rai non si vede

Dal sito della Regione: Nel corso della riunione è stata quindi affrontata con particolare attenzione, su precisa richiesta dello stesso assessore regionale Torrenti e del vicepresidente del Consiglio regionale Cargnelutti, la criticità della ricezione del segnale Rai nella provincia di Udine e nel capoluogo friulano. Da parte di Rai Way FVG è stato fornito tutto il supporto possibile prima e dopo la necessaria disattivazione (avvenuta a metà dicembre) del segnale Rai che dal sito di Udine utilizzava il Canale 25 e che riguarda il multiplex 1 (Rai 1, Rai 2, Rai 3, Rai News 24), contraddistinto sui televisori (nell’ultimo anno e mezzo) comunque dalla dicitura “provvisorio”.

L’opera di informazione della Rai sull’esigenza di risintonizzare il televisore o il decoder, anche in considerazione di numerose segnalazioni che giungono soprattutto dall’area udinese, proseguirà anche nei prossimi giorni, hanno confermato Guido Corso e Nevio Merlino, utilizzando in particolare lo strumento radiofonico ed una mail “dedicata” (tvdigitalefriuli@rai.it), attraverso la quale verranno offerte tutte le indicazioni tecniche e le possibili soluzioni.

( n.d.b.: ….bla…bla…bla….)

Pezzata Rossa, una degustazione

22 gennaio artegna

Separazione e divorzio

Separazioni e divorzi in Comune. Come fare. — A Cividale del Friuli divengono realtà le misure della recente riforma, introdotta dal Decreto Legge n.132/2014, convertito nella legge 162 del 10 novembre 2014, in materia di semplificazione delle procedure di separazione, divorzio e modifica degli accordi matrimoniali.   Dirsi addio, se i coniugi sono d’accordo e non ci sono figli minori o maggiorenni economicamente non autosufficienti o portatori di handicap gravi, sarà una procedura semplice e soggetta solamente alla spesa di 16 euro. La Giunta Comunale ha deliberato, infatti, l’ammontare del diritto fisso dovuto e previsto dalla normativa in vigore.

La procedura consente ai coniugi di essere svincolati dalla competenza finora esclusiva del Tribunale, essendo state tali incombenze demandate agli uffici di Stato Civile dei Comuni. Il tempo necessario per concludere l’istruttoria sarà mediamente di poco superiore ad un mese.

Le coppie che consensualmente convengono di separarsi o presentano richiesta per ottenere lo scioglimento o la cessazione degli effetti civili del matrimonio o la modifica delle convenzioni di separazione o divorzio già concluse, mentre sono esclusi patti di trasferimento patrimoniale, potranno quindi presentarsi in Municipio all’Ufficio Stato Civile e manifestare, con un accordo scritto, la loro volontà.

La procedura è snella e tutto potrà avvenire in poco più di un mese, in quanto la norma prevede che gli sposi si presentino una seconda volta all’Ufficio di Stato Civile, non prima che siano trascorsi trenta giorni dalla redazione dell’accordo, per confermare la volontà a procedere.

Per informazioni più dettagliate si può consultare l’apposita sezione informativa presente sul portale internet della Città di Cividale del Friuli ( http://www.cividale.net/index.php?id=2644 ) oppure contattare direttamente l’Ufficio Stato Civile, telefono 0432.710214, e-mail stato.civile.elettorale@cividale.net .

Condividi il post!

PinIt

6 commenti su “Martedì: Pezzata rossa; Mountain Bike; separazione e divorzio; parcheggi; Ospedale; incidente ; investita; politici e giornali; la Rai”

  1. marco ha detto:

    ho rischiato più volte anch’io di essere investito sulle strisce davanti al gambrinus.
    quell’ attraversamento è pericoloso, chi arriva da san michele esce da una curva cieca e spesso a velocità sostenuta (soprattutto la sera) e chi esce da piazzale osoppo spesso guarda solo alla sua sx per immettersi e all’improvviso si ritrova i pedoni che attraversano.
    sarebbe da segnalare meglio l’attraversamento oppure (come si vede in molti comuni) mettere dei dossi rallentatori in sua prossimità

  2. il_bacucco ha detto:

    @ marco, concordo, intendi dire chi esce da Piazza Matteotti, zona supermercato e gira a destra guardando a snistra, dove tra l’altro ci sono dei bidoni delle immondizie già segnalati e che impediscono la visuale; siamo certi che l’assessora Spagnolo legge, ma forse aspetta la campagna elettorale per fare qualcosa…..

  3. AlessandroS ha detto:

    Corrette le osservazioni del sig. Marco, che parla ad esempio di velocità sostenuta. Se poi prendiamo per buono il commento dell’autore, che sottintende una responsabilità dell’ass. Spagnolo, è ovvia la colpa del Comune anche in questo caso: quando il Comune guida dovrebbe rallentare e guardare a destra………….

  4. Edi ha detto:

    Vero Alessandro,bravo bel commento!!!! Difendo anch’io il comune,l’assessora, il sindaco e tutta la giunta…togliamo la patente a tutti cosi non ci sarà più il problema investimenti e i nostri governatori PAGATI e non poco dormiranno sonni tranquilli senza le critiche(peraltro costruttive mi pare) di gente comune che si interessa del proprio comune.

    Toglierei anche l’acqua dal tagliamento gia che siamo cosi si evita l’accumulo di legna sotto il ponte…schei e pensieri risparmiai……

  5. Paolo Miotto ha detto:

    Leggere la dichiarazione di Tondo fa cadere le braccia……

  6. Severino ha detto:

    Quale responsabilità dell’ass. Spagnolo ed il comune, se vi mettete sotto l’uno con l’altro ?? tutti gli attraversamenti sono pericolosi e pure voi che circolate ! Saluti a tutti ed al prossimo investimento, sperando sia presto così abbiamo qualcosa di cui parlare.

I commenti sono disabilitati.