Mercato internazionale e negozi in centro

Ieri mattina era animato il mercato del mercoledì, come sempre accade d’estate; è un appuntamento molto sentito sia dai latisanesi che dagli abitanti dei paese vicini; ed anche da parte dei turisti. Due prevalentemente le lingua parlate dagli ambulanti, italiano e cinese, molte di più quelle parlate dai clienti; Latisana è città multi etnica in queste occasioni con tedesco inglese e francese come idiomi più diffusi tra i turisti e poi la grande varietà delle parlate dell’Est Europa dei nei concittadini. In gruppo al bar o da sole/i al cellulare, russi, ucraini, romeni, moldavi, albanesi, croati, polacchi e mogli o fidanzate o figli, sono ormai incontri molto comuni in centro a Latisana, in centro molto più che in periferia o nelle frazioni. Anche le parlate dell’Africa sono diffuse   (leggi tutto, clicca)

 

 

e sono anche cambiati i luoghi di aggregazione: se passate davanti ai giardinetti di Viale Stazione troverete sempre un discreto numero di persone, famiglie, con i grandi al tavolo intenti a mangiare e chiacchierare e i piccoli impegnati sui vari giochi o a rincorrersi sull’erba; situazione simile in Parco Gaspari sotto l’argine. Tornando al mercato spiace solo constatare come i cinesi abbiamo preso il sopravvento sui nostrani e questo porta ad una omologazione dell’offerta. Se andate a Udine sulla statale verso Manzano, trovate almeno tre ingrossi di cineserie, che vendono agli ambulanti e ai negozianti tutti le stesse cose, che poi ritrovate nel centro commerciale con occhi a mandorla anche a Portogruaro, a ridosso del Carrefour . In centro a Latisana dopo la recente apertura della pizzeria al taglio si intravedono solo chiusure (scarpe) e ritardate aperture (zona Municipio); ora mi domando: peggio di così con lo slargo aperto al traffico non può andare: proviamo a chiuderla Piazza Indipendenza? Di certo non peggiorerà la cosa, ma forse potrebbe rivitalizzarla. Un tentativo sig. Sindaco Salvatore Benigno, lo vogliamo fare? Tra poco sarà la volta dei venerdì aperti la sera: un paio di aziende vinicole che presentano i loro vini; un paio di ristoranti della zona che propongono un piatto o due a prezzo fisso, musica live e che il tempo ci aiuti: magari funziona…

Condividi il post!

PinIt