Mercoledì: nota social-politica; Consiglio Comunale su UTI e fusione; incidente spettacolare; Ronchis nulla di fatto; unghie e cinesi;

Incidente spettacolare

Grazie alle foto di Ad Smets, potete vedere l’incidente accaduto martedì mattina in Via Mauro; per fortuna solo danni alle auto, ma scena molto rara da vedere!

ad smets incidente 1

ad smets incidente 2

ad smets incidente 3

Ronchis, nulla di fatto

Il Consiglio Comunale convocato in fretta da tre consiglieri per approvare il referendum sulla fusione, accompagnato temporalmente dalle dimissioni del Sindaco Biasutti, non si è nemmeno aperto a causa della mancanza del numero legale. Erano in sei i presenti e ne servivano sette per dare avvio alla discussione. Mancava la maggioranza che è di centro destra come quella di Latisana; era presente la Lega Nord ed esponenti delle civiche vicine al centro sinistra. Saltato quindi il tentativo in extremis di permettere a Latisana a sua volta di avviare all’ultimo il progetto di fusione. Naturalmente nulla è compromesso, perché la fusione può essere avviata in qualunque momento, compatibilmente con i tempi tecnici e di bilancio del Comune e della Regione.

http://utirivierabassafriulana.simplesite.com/420291961

Consiglio Comunale

Ritardato l’inizio di un’ora per agevolare i colleghi del Consiglio Comunale di Ronchis ( stessa Segretaria Comunale), il Consiglio di Latisana è dunque iniziato in un clima elettrico, per la pessima gestione del punto più importante ovvero la fusione con Ronchis. Prima di arrivare a questa discussione, il Sindaco Benigno ha relazionato sulle audizioni avute in Regione, sul tema Ospedale e sul tema profughi ( 150 al momento a livello di Ambito) e ha poi messo in discussione e al voto lo Statuto e l’Atto Costitutivo dell’UTI Riviera Bassa Friulana; tutti praticamente hanno avuto parole di elogio per il lavoro fatto e, anche se con dei distinguo, tutti hanno votato a favore di questa Unione. Anche gli esponenti di Forza Italia, diversamente da quanto deciso a livello regionale. Poi la discussione sulla fusione e sulla richiesta di ritiro della delega alle Pari Opportunità all’Assessora Spagnolo (respinta). Per la fusione Cicuttin, Serafini e Lauricella escono dall’aula contestando il metodo attuato per questo importante momento democratico e amministrativo. Pesante attacco poi di Abriola: procedimento partito male e finito peggio. Sono intervenuti poi quasi tutti i consiglieri con vivaci battibecchi.

Ambrosio e Minutello votano a favore; Cicuto accusa Benigno di aver fatto un errore: di dimenticarsi del proverbio….dai nemici mi guardo io, dagli amici mi guardi Iddio… e poi si astiene come suggerito dal suo gruppo (velatamente parla poi di sue dimissioni); Abriola e Simonin e Sclosa, non partecipano al voto come appunto Cicuttin, Serafini e Lauricella.

Unghie e cinesi

Notizie in breve: in Via Goldoni aprirà un negozio dedicato alla Nail Art, ovvero tutto quello che riguarda le unghie. Lì nei pressi, ex Chiacchiera, nulla di fatto nella trattativa per una gestione di cinesi; se ne riparlerà più avanti.

Società e politica, Ronchis e Latisana

La pessima, pessimissima gestione della fusione tra Latisana e Ronchis merita una riflessione che facciamo prima dei due consigli comunali di martedì pomeriggio. A prescindere da come andranno le cose, il punto focale è la evidente lontananza tra gli amministratori e gli amministrati, sia di Latisana che di Ronchis. Se Ronchis metteva al primo punto del suo programma elettorale la non fusione con Latisana, poi il sindaco eletto era padrone di amministrare su mandato dei cittadini appunto seguendo quel programma. Se le cose cambiano anche lui ha diritto di cambiare idea, ma allora deve coinvolgere i cittadini, con calma e per tempo e non affrettare tutto nelle ultime settimane quando il problema ( vedi Rivignano Teor) è noto da anni. Idem a Latisana: chiaro che a parole tutti sono favorevoli e non se ne abbia a male Ronchis se noi, da anni, diciamo sempre “Ronchis di Latisana”; ma se vuoi portare a casa questo risultato importante, la gestione deve essere paziente, organizzata, calma, avviando confronti e illustrando posizioni, non fare, come fatto, tutto all’ultimo perché ne vedi una opportunità spicciola. Ecco, io credo che Biasutti e Benigno abbiano peccato, pur anche in buona fede e convinti ( lo sono anche io) di fare il bene dei loro amministrati, ma se sei un politico, un amministratore, un leader, devi capire che il tuo ruolo è quello di trascinare con convinzione e contenuti la gente, non dare l’impressione, perché questo è stato, di un’operazione a corto respiro dal vago sapore pre elettorale e utilitaristico. Due sindaci in buona fede, due pessimi strateghi politici.

Condividi il post!

PinIt

5 commenti su “Mercoledì: nota social-politica; Consiglio Comunale su UTI e fusione; incidente spettacolare; Ronchis nulla di fatto; unghie e cinesi;”

  1. Maurizio ha detto:

    Sottoscrivo l’articolo sulla fusione tra Latisana e Ronchis per quanto riguarda la gestione politica della facenda. Per onor di cronaca il sindaco Biasutti sembra abbia dovuto fare i conti anche con il famoso “fuoco amico” gestito, si dice, da due esterni alla sua maggioranza. Sempre voce di popolo dice che uno dei due sarà il prossimo sindaco di Ronchis, l’altro il suo mentore. Sarà vero? Non sarà vero? Ma…chi vivrà….. vedrà.

  2. valerio ha detto:

    Bacucco, visto che spesso segnali il degrado di certe zone di Latisana, è noto in Comune quanto fatto dal Sindaco di Massarosa (Lucca) che ha istituito il “baratto” sulle tasse comunali, col quale il cittadino può convertire una quota del dovuto con lavori socialmente utili (sfalci, potature, imbiancature, riparazioni?)

  3. Paolo Miotto ha detto:

    Penso si dica Ronchis di Latisana anche per distinguerlo dagli altri Ronchis presenti in regione,non penso che le persone intelligenti se l’abbiano a male.Concordo sul tuo commento finale,anche se,le amicizie uno se le sceglie,così come gli amministratori!!!

  4. M5S Latisana ha detto:

    Caro Valerio
    che in Comune siano informati di cosa hanno fatto a Massarosa, non lo sappiamo… è certo però che siano a conoscenza di questo strumento di aiuto ai cittadini in difficoltà (e di possibilità di recupero dei crediti che per il nostro Comune ammontano a diverse centinaia di migliaia di euro di riporti passati)… è certo perché, come vedi dal link che alleghiamo, gli attivisti del MoVimento 5 Stelle hanno recapitato il 17 settembre u.s., tramite protocollo, a TUTTI i consiglieri comunali la proposta di “baratto amministrativo”, affinché la facciano propria e chiedano all’assemblea di elaborarne il relativo regolamento istitutivo… almeno uno di loro se ne farà carico o, come altre cose utili alla collettività, Latisana dovrà attendere un’Amministrazione a 5 Stelle?

    http://www.latisana.it/venerdi-caserma-vigili-del-fuoco-ok-paperopoli-fiera-della-nautica-in-germania-manifestazione-motoristica-a-lignano-pineta-lions-vino-a-sindaci-rapsodia/

  5. il_bacucco ha detto:

    @ m5s: bravi, deduco che siate per cambiare questa giunta… per cambiare bisogna….cambiare…o no??

I commenti sono disabilitati.