Mercoledì: Portogruaro; cemento; Pietro Zorutti; Dante e Valerio; San Michele; Via Marconi; Precenicco e Affido; locanda

Via Marconi-Piazzale Osoppo

tipico_semaforo latisanese...

tipico_semaforo latisanese…

Egregio Signor Sindaco Benigno, Gentile Assessora Spagnolo, Sig. Comandante Del Longo. So che avete molte cose importanti da fare e poco tempo per leggere queste poche note quotidiane, ma spero che qualcuno abbia letto quanto scritto mesi fa e che legga oggi per poter poi riferirvi quanto segue. Mesi fa ho pubblicato foto e articolo per segnalare che il semaforo pedonale di Via Marconi (tra banca e telefonia) non diventa mai verde, resta sempre fisso sul rosso anche se si preme più volte la chiamata pedonale. Oggi ho ri verificato e la cosa non è cambiata, con problemi per i pedoni che vogliono attraversare in sicurezza. Chiedo a Lei, Assessora-Avvocata, cosa succederebbe se un suo cliente venisse investito sulle strisce e facesse poi causa al Comune? Chiedo al Comandante se è vero, come credo, che i semafori di Latisana rientrano nelle incombenze della Polizia Locale; ed infine chiedo a Lei, Sindaco, come mai si continua a negare un diritto sacrosanto e soprattutto a mantenere pericoloso un attraversamento a ragazzi e mamme?

Pietro Zorutti

E’ anche il nome di una Via a Latisana, laterale di Via Marconi, zona Stazione; per sapere qualcosa di più del personaggio, ecco una gustosissima occasione.

strolic

Dante e Valerio Formentini

Latisana.Giardini_Tavani ridotta

L’idea di intitolare al sommo Dante i giardini pubblici latisanesi rientra in una visione poco attenta alle vicende storiche locali. Ti allego una antica cartolina del luogo, allora denominato Giardini Tavani, che comprendeva anche la punta tra via Vendramin e viale Stazione, successivamente occupata dal Teatro Odeon.   Della famiglia Tavani resta noto Virgilio Tavani, laureatosi nel 1881 a Bologna in “Aritmetica Criminale”, commentatore del “Quadro storico ….” della situazione del territorio latisanese nel 1807 steso da Filippo Donati, stampato a Latisana dalla tipografia Orlandi a fine Ottocento e più recentemente da “la bassa”. Tra Dante e Tavani avrei preferito rimanere sulla denominazione storica, altrimenti tanti altri, non ultimo l’agronomo Bottari (titolare della via del Palazzetto) sarebbero stato indicati per un giardino a loro dedicato. Valerio.

Precenicco e affido

LOCANDINA_AFFIDO2015

Chi affida e chi accoglie: due parti dello stesso amore. Ogni bambino per poter crescere bene ha bisogno di nutrirsi, di dormire, di essere curato, ma soprattutto di essere amato ed educato. La mancanza di figure familiari stabili e adeguate per il bambino, creano in lui danni fisici e psichici spesso gravi e difficilmente rimediabili. L’affidamento familiare è un intervento temporaneo di aiuto e sostegno ad un minore che proviene da una famiglia in difficoltà. L’Ambito Distrettuale di Latisana ha riavviato anche quest’anno, in collaborazione con i Servizi Consultoriali dell’AAS n.2 “Bassa Friulana”, l’Associazione il “Focolare” e l’Associazione “Papa Giovanni XXXIII” una campagna di sensibilizzazione all’affidamento familiare.

L’obiettivo è quello di far conoscere il significato dell’affidamento familiare e di coinvolgere famiglie, coppie e persone singole, che possano accogliere temporaneamente un bambino o un ragazzo offrendogli un ambiente sereno e occupandosi dei suoi bisogni affettivi, educativi e di cura. L’affidamento familiare è una forma di solidarietà che rappresenta una preziosa risorsa per la comunità ed un esempio di altissimo valore civile. Istituzioni e società civile insieme sono chiamati a collaborare affinché i bambini e le loro famiglie di origine, in caso di bisogno, possano trovare una risposta insostituibile nella loro comunità di appartenenza. Il primo appuntamento della campagna di sensibilizzazione di quest’anno si terrà nel Comune di Precenicco il giorno 15 maggio 2015 alle ore 20,30 presso l’Auditorium Comunale con un Incontro spettacolo che vedrà la partecipazione straordinaria dei “Trigeminus” (entrata libera). I Servizi Sociali dei Comuni e il Consultorio Familiare dell’Azienda Sanitaria sono a disposizione di chiunque volesse delle informazioni per un’eventuale disponibilità all’accoglienza di un bambino in affidamento familiare. Cordiali saluti L’Assessore alle Politiche Sociali, Famiglia, Cultura e Istruzione Desi Tondella

Locanda

stazione 14 maggio

Portogruaro

Da venerdì a domenica 10 “Terre dei Dogi in festa” a Portogruaro, con un ricco programma di manifestazioni e molte cose da vedere e da mangiare e bere.

Cemento

Stefano, che ringraziamo, ci fa notare il cambiamento, tutto legale ovviamente e di libera imprenditoria privata, avvenuto in un angolo di Latisana, precisamente angolo Via Risorgimento con Via Mazzini. Grazie a Google Street View possiamo postare le foto di com’era e com’è. Rispettando la volontà del proprietario, ci resta l’amarezza di un angolo verde con molti alberi che non c’è più.

via risorgimento angolo via mazzini 1

via_risorgimento_angolo_via_mazzini_2

DSCN8997

San Michele al Tagliamento

Dopo il disboscamento dell’area che stava a fianco della ex Villa Zuzzi, ora vediamo qualche alberello riposizionato; vediamo anche i resti della Guerra…..

DSCN8994

DSCN8995

DSCN8996

Condividi il post!

PinIt

7 commenti su “Mercoledì: Portogruaro; cemento; Pietro Zorutti; Dante e Valerio; San Michele; Via Marconi; Precenicco e Affido; locanda”

  1. PIRATA ha detto:

    che stronzata abbattere quel meraviglioso angolo di verde invece di tenerlo in ordine. .

  2. MONICA ha detto:

    Leggo oggi sul Messaggero Veneto e riporto il link, rabbrividendo al pensiero della paventata chiusura del punto nascita di Latisana

    http://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca/2015/05/05/news/emorragia-al-quarto-mese-rischia-la-vita-1.11361984

  3. valerio ha detto:

    Cosa vuol dire vendita all’asta di copie “anastatiche”, cioè ristampe, non certo gli originali, che del resto siano già conservati presso la Società Filologica Friulana. Se non sono le stampe originali, hanno più o meno il valore dei calendari…
    Oh Bacucco, se hai una buona iniziativa benefica da proporre, ti potrei affidare non una stampa anastatica, ma un originale di “Latisana e il suo Distretto” di Nicolò Barozzi (1858), non fregato da archivi, ma acquistato sul mercato antiquario.

  4. il_bacucco ha detto:

    @valerio: potremmo acquistare i giardini Tavani…. e regalarli alla comunità…che ne dici??

  5. valerio ha detto:

    Battutaccia: che l’idea di intitolare al fiorentino Dante i giardini di viale Stazione possa costituire un omaggio ad un altro “grande” fiorentino sulla cresta dell’onda (non Benigni, un altro…)?

  6. marco zanetti ha detto:

    ma se a guadagnarci eri tu Pirata…chi se ne frega di quel angolo meraviglioso ,che dici?

  7. PIRATA ha detto:

    marco non mi riferivo alla costruzione di via risorgimento non ho mai fatto l’immobiliarista e non mi interessa e non giudico chi fa i propri interessi se legittimi ma mi riferivo al boschetto di S. Michele al T. come da foto riportate in questo blog, ciao

I commenti sono disabilitati.