messaggero top 5, teatro, nautilia, politica, lega nord

Nautilia contro la crisi della nautica

Si tratta della 25° edizione della mostra mercato di imbarcazioni usate che si svolge dal 27 ottobre al 4 novembre a Aprilia Marittima. Caratteristica di questa esposizione è quella di avere moltissime barca a terra, e quindi ispezionabili e visitabili molto agevolmente. La Fiera richiama migliaia di visitatori anche dall’estero e si tenta, quest’anno, una inversione di tendenza contro la crisi che ha duramente colpito il settore. A memoria di latisanese infatti, non si ricorda una stagione estiva così poco fortunata come quella appena passata.

Venerdì 9 a teatro

Ecco la locandina dello spettacolo di Gioele Dix “Nascosto dove c’è più luce”.

Elezioni 1°, di Luigi Damiani

Mancano ormai pochi mesi alle elezioni politiche e alle regionali. Quali sono gli scenari che vediamo in questo momento? Un PDL frantumato, un PD diviso, un UDC indeciso, una Lega che tenta di riemergere, un M5Stelle che avanza, L’IDV e il Sel che  cercano di posizionarsi, La Destra che  avanza lentamente. Il dato più importante che emerge è che abbiamo superato il 50 % di coloro che non andranno a votare o voteranno scheda bianca o nulla. Anche in regione ci sono situazioni strane che compaiono all’orizzonte. Tondo che vorrebbe fare una civica perchè anche lui capisce che il PDL è allo sfascio, il sempre vivo e intramontabile Saro che una ne fa e cento ne pensa che va a cena con la Serracchiani, Un Altra Regione di Franco Bandelli che cerca di fare incetta di civiche per tentare il colpo di piazzare almeno un paio di consiglieri, la Serracchiani che non è convinta di quello che sta facendo e si sente poco protetta dai suoi tanto da andare a cena con un gruppo di giornalisti. Ma chi saranno i candidati nelle liste delle regionali? Chi sarà a rappresentare la bassa friulana in regione? Alcuni lignanesi  e latisanesi mirano ad entrare nelle liste di appartenenza o finire in qualche lista rinnovata nel simbolo o in qualche  civica . Alcuni hanno mire maggiori e vorrebbero andare a Roma avendo già fatto esperienze di amministrazione in comuni o in regione. Sta di fatto che la situazione attuale non è per nulla chiara anche perchè non si sa ancora con quale legge elettorale si andrà a votare. Però ormai il tempo è poco e quindi forse torneremo a votare con questa legge, salvo qualche piccola modifica. I posti in Regione comunque saranno meno e quindi la battaglia sarà aspra. Si dice che solo nella zona Latisana – Lignano ci siano almeno 9-10 persone potenziali di vari partiti che vorrebbero un posto in Regione. Sarà una bella lotta all’ultimo coltello, anzi voto. Ma coloro che si presenteranno dovranno prima presentare un programma concreto e convincere la gente che non si comporteranno come coloro che ci hanno governato fino ad ora. Promesse prima per il voto molte, poi assoluta dimenticanza e non curanza del territorio che li ha eletti. Da qui alle elezioni potremmo scrivere fiumi di parole, di verità e di falsità, di promesse e di tanto altro, però l’unica cosa da fare è non prendere in giro la gente. Lignano, Latisana, la Bassa friulana sono una grande risorsa economica a partire dal turismo, agricoltura, artigianato, commercio etc, per tutta la regione Friuli VG, ed è per questo che coloro che pensano un domani di essere in consiglio regionale devono fare un esame di coscienza nel definirsi capaci di portare avanti tutte le incombenze che una carica del genere  richiede. Questa voleva essere solo una prima analisi per le prossime elezioni regionali in primis e poi magari anche per le politiche. Quali saranno gli uomini  di Lignano e Latisana che tenteranno l’arrembaggio a Trieste ? Lo vedremo nelle prossime puntate. Luigi Damiani

Prima il Nord

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Oggi domenica 20 Ottobre, dalle ore 9.00 circa, “Gazebo in Piazza indipendenza a Latisana”. La Lega Nord vi aspetta numerosi per la raccolta delle firme sui 12 progetti, frutto del lavoro dei gruppi tematici degli Stati Generali del Nord, presentati dal Segretario Federale della Lega Nord, Roberto Maroni.  Fatevi un giro con calma, ma non mancate. E importante anche per chi non tifa la Lega Nord.

Messaggero’s Top Five

Rubrica settimanale delle migliori notizie della stampa locale, dal 14 al 20 ottobre 2012

1° posto: Punto nascita

Domenica sul Gazzettino l’ufficialità della decisione della giunta regionale di “sospendere” il punto nascita; assieme a Latisana salta anche Gorizia, il tutto a evidente vantaggio di Palmanova, cui siamo da sempre subalterni. Sul Messaggero ennesima intervista al sindaco che dice che non mollerà sulla questione; spazio anche alla ex Micaela Sette. Questo Sindaco è espressione del PdL che governa la Regione e che ha deciso di premiare Palmanova e chiudere Latisana. Mercoledì sul Mv parziale retromarcia della Regione che ha deciso di affidare a una commissione lo studio per capire dove chiudere.  A rischio sono molti ospedali se il parametro è quello dei mille parti all’anno come stabilito dalle linne guida nazionali. Bordon, che è a capo dell’ASS 5 di Palmanova e Latisana se ne lava le mani e passa la patata alla Regione, che appunto studia. Una volta si diceva che quando non si voleva fare una cosa, si faceva una commissione: pare la stessa cosa. Si vota a primavera per le regionali e sarà dura per chiunque tagliare. A Lato la minoranza chiede di agire a livello di molti comuni interessati, di fare gruppo insomma. Anche Palmanova parla attraverso il sindaco che ovviamente difende quell’Ospedale. Il vero problema è che mancano i pediatri: non ce ne sono nemmeno a cercarli in giro. Giovedì sia Mv che Gazz riportano il comunicato del coordinamento dei PDL della Bassa, ovvero Latisana. Lignano, Ronchis, Precenicco, Palazzolo, Muzzana, Pocenia e Rivignano. Tutti contrari alla chiusura del punto nascita per le solite ovvie ragioni, Lignano e Bibione in primis. Poi sul Mv ampio intervento del sindaco che appunto difende il punto nascita e lo fa con tutta una serie di argomentazioni sacrosante. In mezzo però c’è anche l’intervento del sindaco di Palmanova, che non ci sta e difende quella struttura e si profila una guerra tra i due (finalmente non subiamo passivamente….). Venerdì anche il comunicato del consigliere UDC Tosolat. Sabato sempre UDC, ma locale ovvero Valvason che sul Messaggero annuncia che potrebbero scendere in piazza: ma l’UDC non sta in Regione in maggioranza? Anche la Lega Nord, sempre sabato, appoggia l’operato del Sindaco e avverte sui rischi di chiusura. Ma la Lega Nord non sta in Regione in maggioranza?

2° posto: Patente e alcool

Simpatica (per chi legge) e problematica assai (per la protagonista) la notizia apparsa domenica sul Gazz. Una professoressa di Latisana ha avuto il posto fisso e ha pensato bene di festeggiare con le amiche, eccedendo nel bere. Fermata sul ponte (posto classico, occhio al ponte sul Tagliamento), è stata trovata con un grado di 2.62, oltre il limite di parecchio. Patente sospesa, auto confiscata, multa e a lavorare coi mezzi pubblici.

3° posto: Tagliamento e canali

Lunedì sul Gazz intervista dichiarazione del sindaco che si pronuncia contro i canali scolmatori( idea pazzesca fatta solo per provocare), e a favore della traversa di Pinzano, ovvero una laminazione a monte, come è giusto che sia. L’impressione è che mentre i sindaci del Medio tagliamento “ordinino”, questo “chieda per favore..” sarà questione di carattere. Giovedì sul Mv le minoranze intervengono sulle problematiche dei canali e del ruolo e i lavori del Cafc.

4° posto: Scuole e scuole e scuola e scuola e scuola ecc

Mercoledì sul Mv le notizie che riguardano le scuole; Latisana difende l’autonomia e anzi chiede di rafforzarla; Lignano chiede la deroga per fare da sola, senza Latisana. Giovedì la foto di alcuni alunni ed insegnanti di Lignano e Latisana ospitati al Quirinale. A lato, stesso giorno, l’accordo con la provincia per il trasporto dei ragazzi disabili. Venerdì sul Gazz i 10 anni dell’Asilo a Gorgo “Arca di Noè”; festa grande nella struttura che si è svolta ieri.  Sulla prima pagina del Messaggero invece l’asilo di Pertegada senza carta igienica. Nelle pagine interne l’assurda notizia viene illustrata con foto; c’è tanto di avviso della Direzione e la presa d’atto del Comune. Il Sindaco ovviamente scarica sui ridotti fondi ministeriali. Venerdì sul Mv il corso per operatori in Casa di Riposo, già fatto. Sabato sul Mv anche Gorgo soffre per la mancanza di carta igienica, speriamo non sia vero. Citato anche il secondo episodio di bambini senza cibo alla mensa scolastica.

5° posto: Teatro

Mercoledì nelle pagine cultura del Mv la presentazione della 40° stagione teatrale all’Odeon.

6° posto: Furti

Come avevamo accennato sul sito fb, ci sono stati molti furti nelle abitazioni in zona Latisanotta e Ronchis; la notizie viene data, con grande preoccupazione, sul Mv di giovedì. Almeno sei le case visitate, con la gente dentro.

7° posto: Banda e coro

Ieri si è presentata la Nuova Banda di Latisana; primo concerto al Duomo; notizia sul Mv di venerdì. Poco sotto la notizia della Rassegna Corale di Pertegada, sempre ieri.

8° posto: Trasporto disabili

Sul Gazz di mercoledì l’annuncio dello sviluppo del servizio in ambito distrettuale.

Non Classificate

Ci sono anche le notizie-che-non-ci-sono, ovvero quello che si poteva scrivere e non si è scritto, magari perché non sono notizie o non sono degne di nota o chissacché.

N.C. 1) Scuola di Musica

Lunedì sul Mv la conferma che la Scuola di Musica viene affidata alla Pro Latisana; l’articolista scrive che dal bando fatto avevano partecipato in due “che evidentemente non avevano soddisfatto l’ente comunale”. Saranno contenti quelli di Portogruaro, gli unici che avevano partecipato oltre alla pro.

N.P.  Il Bacucco lettore

La Pagella del Bacucco. Voti con ironia ovviamente.

Voto : Che voto vuoi dare?

Ma che voto vuoi dare sulla questione della chiusura del punto nascita? A parte che il problema è stato sollevato, anche da noi, mesi fa, ma possibile che si debbano sempre rincorrere le situazioni senza saperle gestire “prima”? Parlando con l’ex Onorevole Moretti si diceva: la colpa, il peccato originario, sta nell’aver fatto nascere l’Ospedale di Palmanova, attaccato a Udine e di averlo posizionato “sopra” quello di Latisana. Non dimentichiamoci i ruoli dell’ex presidente Biasutti e dell’ex capo dell’azienda sanitaria Galasso, che oggi è “capo” in Regione (e anche i ruoli di Moretti un poco e della Sette, un poco di più). Bisogna affrontare il toro per le corna: o Latisana o Palmanova. Ma se è come la guerra del Tagliamento, la vedo dura.

Condividi il post!

PinIt

Un commento su “messaggero top 5, teatro, nautilia, politica, lega nord”

  1. Valerio Formentini ha detto:

    Si potrebbe avere un articolo un po’ più esaustivo sulla rinascita della, un tempo, gloriosa Banda di Latisana? E già che ci siamo, che fine avrà fatto il palco di ferro semicircolare sul quale si esibiva un tempo la compagine del compianto maestro Giovanni “Sin” Simonin?

I commenti sono disabilitati.