messaggerto top 5, pirata, pd, contributo, casa di riposo, “g” e schei

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Il “Pirata” e i fondi dei Consiglieri Regionali.

Caro Bacucco, questa volta il “Pirata” si sente a disagio: mi sento defraudato di un ruolo, quello, appunto, tipico del pirata che assalta e attacca e si batte contro i potenti e, se può, porta a casa il bottino da spartire con la ciurma e la popolazione dell’Isola che non C’è. Il bottino, leggiamo sulla stampa, potrebbe essere già stato preso dai potenti che si sarebbero spartiti dobloni e soldoni alle nostre spalle a nostra insaputa. Parliamo ovviamente dei rimborsi spese che i consiglieri regionali si sono fatti fare dalla Regione (soldi nostri) per le loro “attività politiche”. Ora io spero che non ci sia nulla di vero e che effettivamente abbiamo speso i soldi per politica ( e non per cene, champagne, tartine, cravatte, tablet, smartphone, feste, discoteche, regali, viaggi ecc  ecc), ma, ma per fugare ogni dubbio e “PRIMA” di andare a votare, vorrei che tutti i consiglieri, segnatamente quelli della mia zona (Daniele Galasso, Paride Cargneluti e Mauro Travanut) pubblicassero su internet, chiaro e leggibile a tutti, TUTTE le spese rimborsate negli ultimi cinque anni. Se non hanno nulla da nascondere, e mi auguro sia così, vorrei vederle, le spese. TUTTE. ADESSO. – Il Pirata Piero Nici

Ecco quello che pubblica sabato il Gazzettino a proposito di spese dei consiglieri regionali; si tratterebbe di: pranzi e cene senza indicazioni degli ospiti, pizze, caffè cappuccini e brioches, serate in discoteca, viaggi, acquisti di beni strumentali. Secondo il Gazzettino le indagini saranno molto lunghe.

Il Signor “G”

Oggi lo abbiamo trovato in Piazza delle Poste, sul tabellone del Comune; eccolo.

Schei butai via

Si tratta, è giusto dirlo, di adempimenti di legge, quindi obbligatori, e non si possono non fare. Ma non è detto che se una legge è poco giusta o poco di buon senso, non la si possa cambiare. Ad ogni elezione troviamo appesi in giro manifesti tipo questi, che credo nessuno legge. La norma di riferimento è molto vecchia e i tempi son cambiati. Affiggere questi manifesti ( e altri in altre occasioni anche), sicuramente può ascriversi al novero de…schei butai via.

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Comune di Latisana – “Cittadella della salute”. Il Cda della casa di riposo Asp “Umberto I”: “opereremo con maggiori risorse, offrendo più posti e sempre migliore assistenza”. Economie di scala e prezzi più accessibili.  “Non possiamo che essere soddisfatti dell’accordo raggiunto tra istituzioni e dell’intervento che prevede l’importante progetto”. Così Franco Fedrigo-Perissutti, presidente del Cda dell’Asp “Umberto I” di Latisana, a pochi giorni dalla firma dell’accordo che sancisce la piena condivisione delle finalità e dei contenuti del progetto “Cittadella della Salute”. Accordo che disciplina i reciproci impegni dal punto di vista gestionale tra Comune di Latisana, Azienda sanitaria 5 “Bassa Friulana” e la stessa casa di riposo Asp “Umberto I”.  “Si tratta di un’iniziativa lodevole, che nasce dalla sinergia fattiva e costruttiva tra diversi enti – dice Fedrigo-Perissutti, rendendo noti l’opinione e il pensiero dell’intero Consiglio di amministrazione dell’Asp -. Permetterà alla nostra casa di riposo di operare con maggiori risorse, senza che ciò comporti un aumento delle rette né un aumento di spese da parte dell’istituto. Tanti i vantaggi e i benefici: economie di scala e prezzi più accessibili. Non solo: l’offerta, per i nostri ospiti, sarà ancora migliore, di eccellenza, grazie alla collaborazione che si instaurerà col personale, altamente preparato, dell’Azienda sanitaria”. La “Cittadella della Salute” permetterà di ampliare, infatti, anche il numero di posti letto per anziani non autosufficienti, rispondendo così all’elevato numero di richieste di ospitalità presenti sul territorio, scorrendo di fatto la lista d’attesa. Oggi la “Umberto I” accoglie 56 tra nonni e nonne, cui si aggiungono 8 ospiti nel Centro diurno.  “Questo aspetto è molto importante – sottolinea Fedrigo-Perissutti, che spiega, dati alla mano, l’aumento delle richieste di accoglienza in casa di riposo -; nel 2007 la lista d’attesa era di 30-35 domande. Cifra che, negli anni, è costantemente cresciuta fino ad arrivare, oggi, a circa 60 istanze. Al momento, in media, siamo capaci di soddisfare una domanda al mese: per riuscire ad accoglierle tutte, quindi, allo stato attuale ci vorranno anni. Grazie al nuovo progetto, invece, la lista di fatto scorrerà molto di più, dando la possibilità anche a chi ora è accolto in altre case di riposo, ad esempio a Udine o a Palmanova, di tornare nella sua terra per trascorrere più vicino ai suoi cari e ai suoi luoghi natii gli ultimi anni dell’esistenza. Molti sono gli anziani, infatti, che ci chiedono di tornare”.  Le case di riposo attive tra Latisana e San Giorgio di Nogaro sono, rispettivamente, l’Asp “Umberto I” e la “Chiabà”: insieme contano una lista d’attesa che sfiora le 200 domande. Entrambe le strutture sono oggetto di una costante opera di miglioramento e messa in sicurezza, per garantire agli ospiti i migliori standard di assistenza e confort. Tra breve, non a caso, la “Umberto I”, una delle poche in regione, otterrà il Cpi, ovvero il “Certificato di prevenzione incendi” rilasciato dal Comando dei Vigili del fuoco. Gli ultimi lavori di miglioria all’Asp latisanese sono stati eseguiti sulla struttura a cavallo tra il 2009 e il 2010 e i locali, grazie a un finanziamento erogato ad hoc dalla Regione, sono oggi interamente climatizzati.

Settembre DOC

Leggiamo sul Messaggero di sabato che la manifestazione della Pro Latisana gode di un contributo regionale di 10.000 euro.

Luca Abriola

Sul Messaggero di sabato viene dato come possibile candidato del PD per la Bassa friulana alle regionali.

Messaggero’s Top Five

Rubrica settimanale delle migliori notizie della stampa locale, dal 27 gennaio al 2 febbraio 2013

1° posto: Multe

Martedì ampio spazio sul Mess al bilancio delle multe fatte dalla Polizia Municipale a Latisana; un totale di circa 440.000 euro, 10% in più rispetto all’anno precedente: insieme a tasse, benzine e tariffe e servizi, sono le cose aumentate di più, mentre pensioni e stipendi calano. Non tutti: quelli dei politici e dipendenti speciali……aumentano. C’è un lungo e dettagliato elenco di multe e situazioni e a farla da padrone ovviamente è la statale 354 che porta a Lignano.

2° posto: Aprilia

Domenica sia Gazzettino che Messaggero danno ampio spazio alla protesta degli operatori di Aprilia, che hanno occupato la 354 con un lungo corteo su due file che procedeva a velocità ridotta;  promesse della Regione, impegno dei sindaci a sostenere la battaglia, ma nessuna certezza. Il corteo era autorizzato e scortato dai Carabinieri e dalla Polizia Comunale; sostegno da parte del sindaco di Lignano e di quello di Marano. Mercoledì sul Messaggero l’annuncio della tavola rotonda di venerdì, per valutare tutte le opzioni relative alla questione dei dragaggi. La riunione in Aprilia Marittima, Cantieri di Aprilia. Giovedì sul Messaggero la promessa dell’Assessore Riccardi che i dragaggi inizieranno in aprile. Giova ricordare che il 21 aprile si vota per le regionali. Che coincidenza. Venerdì sul Messaggero viene dato spazio agli interventi di Palazzolo, Marano, sindaci, e di Travanut, che a vario titolo intervengono sulle promesse dei dragaggi. Campagna elettorale. Annunciata anche la tavola rotonda tecnica di venerdì pomeriggio in Aprilia Marittima.

3° posto: Città della salute

Martedì viene annunciata la firma del protocollo d’intesa in Municipio tra Comune, Azienda Sanitaria, Regione e Casa di Riposo; bisognerà vedere se ora la nuova norma sui mutui / max 6% delle entrate) permetterà di fare nuovi debiti. Mercoledì due righe sul Messaggero per dare notizia della firma dell’accordo. Mercoledì sul Gazzettino foto e comunicato della firma dell’accordo con il comunicato del Comune.

4° posto: Mensa scolastica

Fa scalpore l’articolo di venerdì sul Messaggero: si parla di circa cento porzioni di cibo buttate via ogni giorni alla mensa scolastica; prevalentemente è la verdura ad essere rifiutata e l’assessore parla di cattiva alimentazione, e scarica una parte della colpa sulle famiglie. Occorre correre ai ripari e promuovere una diversa cultura del cibo, ma anche adeguare il menù settimanale. Sprecare cibo è la cosa peggiore che si possa fare.

5° posto: Carnevale

Martedì sul Mess il programma del centro e delle frazioni per il Carnevale; si inizia a Bevazzana domenica 3

6° posto: Centro Giovanile e lavori sociali

Mercoledì sul Messaggero viene riportata la notizia dell’affidamento all’Associazione Art Port della gestione del Centro Aggregazione Giovanile di Latisana. Giovedì sul Messaggero una nota dei 13 comuni che si uniscono per progetti sociali.

7° posto: Violenza; denunce

Lunedì sul Mess l’annuncio degli in contri e del centro d’ascolto; organizzazione Onlus Il Pasticcio. Sabato sul Gazzettino la vicenda boccaccesca di un rapporto non andato a buon fine tra una prostituta e un cliente; siccome le due versioni divergono, si andrà a processo. Coinvolti uno/a a Latisana e uno di San Michele; idem sul Messaggero.

8° posto: Volontari, Politica

Martedì sul Mess il comunicato del Comune sui volontari della sicurezza. Sabato sul Mess l’annuncio della serata di Fare, sabato sera al Molin Vianello.

9° Posto: ex Cigaina

Va in prima pagina sul Mess l’articolo dedicato all’immobile acquistato dal Comune, pagato, e non ancora occupato; 765.00 la spesa + 12.000 di interessi di mora per il pagamento in ritardo; si legge che sarebbero sbagliate le misure e gli spazi sarebbe poco adeguati perché sprovvisti di finestre. Ma le avranno chiuse nottetempo le finestre? O non se ne erano accorti prima? Bell’articolo e grande dubbio: spreco o solo errata impostazione del pezzo?

Non Classificate

Ci sono anche le notizie-che-non-ci-sono, ovvero quello che si poteva scrivere e non si è scritto, magari perché non sono notizie o non sono degne di nota o chissaché.

N.C. 1) Sportello Unico

Venerdì sul Mess l’interrogazione in consiglio comunale di due consiglieri di minoranza sullo sportello unico per le imprese. Manca la risposta, che è stata data in aula. Se ne parla anche sabato sull’articolo del fabbricato ex Cigaina, che appunto dovrebbe ospitare questo servizio.

N.C. 2) Daspo e scarcerazioni

Domenica sui due giornali il provvedimento Daspo per 3 anni ad un 22enne latisanese che aveva partecipato alla gazzarra dopo Udinese Inter. Martedì sul Mess la notizia dell’avvenuto rilascio del libanese albanese di Latisana,  arrestato a Bibione e messo in libertà dal giudice. Il giornale scrive prima libanese e poi albanese, facendo un pò di confusione sulla geografia….ma sempre con ese finisce…..

N.C. 3) Alpini

Martedì l’annuncio della ennesima cerimonia degli Alpini sulla battaglia di Nikolajewka; sabato, ieri, in  chiesa.

N.C. 4) Trasparenza

Martedì sul Mess i due consiglieri del centro sinistra copiano il mio articolo e fanno un ordine del giorno per chiedere che vengano messe all’albo informatico le determine, come prevede la legge. Ben arrivati, meglio tardi che mai.

N.C. 5) cinghiale

Mercoledì sul Mess la notizia di un cinghiale in autostrada, quasi un incidente. Quasi.

N.P.  Il Bacucco lettore

Condividi il post!

PinIt

10 commenti su “messaggerto top 5, pirata, pd, contributo, casa di riposo, “g” e schei”

  1. davide ha detto:

    Stamattina un amico del Bacucco mi chiedeva perché non avessi pubblicizzato su questo sito la manifestazione dell’ANA di Pertegada svoltasi una settimana fa… stasera, dopo aver letto in che termini il Bacucco tratta le nostre importanti commemorazioni (non cerimonie, prego), sono lieto di non averlo fatto…

  2. Valerio Formentini ha detto:

    Visto l’inutilizzo (anche manifestato da “Il Bacucco”) di molti negozi e l’errata programmazione degli spazi nella nuova ala del Municipio, il Comune si prenda anche il negozio Cigaina (paghiamo noi!) e festa finita! Così troverebbe finalmente tutti gli spazi sufficienti a gestire tutto il lavoro…
    Ricordiamoci che tempo fa si voleva traslocare tutto nelle Scuole Elementari “E.De Amicis” di viale Stazione!

  3. matteo ha detto:

    Complimenti a chi ha seguito l’ampliamento del Municipio, le solite cose fatte coi piedi, tanto paghiamo noi…
    Complimenti anche ai Genitori che non sanno educare i figli e a chi gestisce la Mensa che permette che venga buttato via il cibo, la colpa è di entrambe le parti!!!

  4. il_bacucco ha detto:

    alle commemorazioni magari non mi avete invitato, ma alla pastasciutta che segue alcune commemorazioni almeno…a quella…potevate…o no? 🙂 🙂

  5. davide ha detto:

    Parlo solo per Pertegada, ovviamente… alle nostre commemorazioni sono TUTTI invitati e gli inviti personali vengono inviati solo alle autorità (associative, civili, militari e religiose), ai labari, vessilli e gagliardetti; chi interviene solo alle pastasciutte e per le pastasciutte è comunque benvenuto, ma non ben visto… immagino (e spero) che le faccine sorridenti, caro Bacucco, siano una maniera discreta per fare ammenda del modo errato con cui hai approcciato la questione…

  6. il_bacucco ha detto:

    no no…solo non capivo la commistione ” commemorazione”… ( di morti)..e “pastasciutta”….

  7. davide ha detto:

    Gli Alpini hanno, tra le altre cose, il pregio di spendersi affinché non si perda la memoria dei tanti ragazzi che hanno perso la vita nell’assurdità di ogni guerra e nel contempo di celebrare la vita e la gioia di stare assieme, creando un ossimoro simbolico guerra/morte-pace/vita che va al di là di ogni allocuzione di circostanza.
    Non mi stupisco che tu non lo capisca, Bacucco… e spiegarlo sarebbe cosa ardua dovendosi confrontare con il pregiudizio e con i passi evangelici delle perle ai grufolanti…

  8. il_bacucco ha detto:

    assurdità delle guerre mi sta bene…..

  9. pitacco ha detto:

    noto con immenso piacere che dai commenti dei lettori a nessuno è interessato criticare o commentare la richiesta del PIRATA circa la spesa forse non legale fatta dai gruppi consiliari del F:V:G: e più interessante parlare di pastasciutte etc. bravi molto bravi o siete conniventi o siamo un paese di omerd……. e anche TEX WILLER metta la faccia, a me hanno detto che non conoscevano il PIRATA dopo che miei articoli con mie fotografie erano apparsi su questo sito . il giorno dopo ho messo la mia foto onde evitare che non avessi il coraggio di apparire. CITTADINI venite fuori con nome e cognome altrimenti state zitti e seguite il gregge il PIRATA Piero Pitacco (NICI)

  10. Severino ha detto:

    Caro PIRATA, prima di commentare la “” circa la spesa forse non legale fatta dai gruppi consiliari del F:V:G “” sarebbe meglio avere la certezza se e ILLEGALE” in questo caso si può fare. Fare dei commenti su dei presunti mi sembra azzardato oltre che stupido.

I commenti sono disabilitati.