mezze stagioni, punto nascita, rotonda di pertegada, assicurazione, 25.000 e lotteria

Son tornate le mezze stagioni

Per anni siamo stati abituati a sentire…”non ci sono più le mezze stagioni”, questa è proprio la stagione di mezzo, caldo di giorno e freddino sera e mattina. Per chi volesse , ecco i dati delle temperature.

S.R. 354, la rotonda di Pertegada

Completiamo oggi la pubblicazione del progetto definitivo per le due rotatorie di Paludo (già pubblicata) e di Pertegada. Dai progetti non si evincono i tempi e la variante di Pertegada per il traffico durante il cantiere che chiuderà totalmente l’incrocio.

Relazione, Opere in progetto: l’intervento in oggetto riguarda la riqualificazione dell’intersezione tra la S.R. n° 354 “di Lignano” (al km 8+380) e la S.P. n° 56 “dello Stella”, da incrocio canalizzato a rotatoria. Le dimensioni dell’anello e dei rami saranno:

– diametro esterno dell’anello pari a 40 m;

– corsia dell’anello di larghezza pari a 9 m, affiancata da due banchine da 1 m, per un totale di 11 m;

– larghezza delle corsie in entrata pari a 3,50 m per attestamenti singoli (lungo la S.P. n° 56 e via del Molo) e 6,00 m per quelli doppi (lungo la S.R. n° 354);

– larghezza delle corsie in uscita pari a 4,50 m;

– larghezza delle banchine interne pari a 0,50 m e delle banchine esterne pari a 1,00 m

Per facilitare il transito dei carichi eccezionali lungo la S.R. n° 354, le banchine delle corsie in uscita avranno larghezza pari a 2 m e presenteranno la superficie trattata con zebratura a 45°. Per gli attraversamenti pedonali e ciclabili verrà realizzato un sistema di sottopassi, articolati in uno principale, ciclopedonale (dal quadrante nord-ovest a quello sud-est) e due collegamenti pedonali a questo (uno sempre dal quadrante sud-est, l’altro dal quadrante sud-ovest). La piattaforma di quello ciclopedonale avrà larghezza pari a 3.50 m, così da riservarne una parte ai pedoni e l’altra ai cicli. Le sue rampe di collegamento alla superficie avranno pendenza dell’8% e saranno intervallate, ogni 10 m, da piazzole orizzontali di 1.50 m di lunghezza, in conformità con le vigenti disposizioni per il superamento delle barriere architettoniche.

25.000 bene o male.

Ieri sul Messaggero la sorridente consigliera delegata alla Cultura annuncia il contributo di ben 25.00 euro per il Premio Letterario Latisana per il Nord Est. Si tratta di una buona notizia, perché a Latisana arrivano fondi destinati alla Cultura, ma possiamo anche fare una osservazione di carattere generale. La Regione dovrebbe smetterla di avere potere discrezionale per dare o non dare fondi per progetti limitati al territorio e operare solo in ambito legislativo e per interventi di valenza, appunto, regionale. Quei 25.000 sono stati dati a Latisana e non a Barcis, o Pulfero o Pravisdomini, e sono stati dati, come tantissimi altri contributi, sulla base della discrezionalità degli assessori. A De Anna andava bene di darli a Latisana e li ha dati. Magari non li ha dati a Malborghetto o a Lignano. Per fare degli esempi. E qui scatta la seconda osservazione: i fondi sono vincolati, ovvero non possono essere spesi, per esempio, per abbattere le rette dell’Asilo o, per esempio, aumentare il numero dei prelievi delle immondizie o altro ancora. Così come i sodi dati per il Museo o per la Vela non possono essere spesi per cose MOLTO più utili alla popolazione. E’ il vantaggio – limite dell’attuale normativa. Invece di dare si soldi al Sindaco, che poi li spende secondo le necessità del paese, vengono dati soldi “per quella cosa”. E fin che ci sarà discrezionalità e rapporti tra politici, sarà sempre così.

Lotteria di Pertegada, ecco i numeri

“CORO DI PERTEGADA” LOTTERIA 2012 – Estrazione: a Pertegada domenica 21 ottobre 2012 ore 17,30

1)   TABLET GT-P5100Wh 10.1WiFiSANUNG 1006

2)   Lavatrice WMB61021 6 Kg 1000 g BEKO 819

3)   SET GIARDINO (4 sedie – tavolo) 473

4)   BUONO SPESA € 200,00 2876

5)   BUONO SPESA € 150,00 1920

6)   BUONO SPESA € 100,00 1827

7)  Macchina “La Panetteria” PRINCESS 2640

8)   MOULINEX FRULLATORE IMMER. Inox 700W 552

9)   FORMA DI FORMAGGIO 630

10) BOTTIGLIA DI VINO ai possessori  di biglietto con i due numeri finali estratti –84 – Per ritirare i premi rivolgersi, muniti di biglietto, a: SANDRON FRANCO (presso Bar Centrale) in p.zza Santo Spirito – Pertegada tel. 0431 55000  – 30 novembre 2012: termine ultimo per ritirare i premi

Il Comune si assicura

..e sapete quando spende? possiamo dare le basi d’asta per il bando; forse si spenderà di meno o forse di più; ecco i dettagli.

durata appalto anni 2, dalle ore 24:00 del 31.12.2012 alle ore 24:00 del 31.12.2014

1)   descrizione: imponibile netto base d’asta, all risk patrimonio; totale imponibile lotto € 44.600,00

2)   descrizione: imponibile netto base d’asta, responsabilita’ civile verso terzi attivita’ istituzionale totale imponibile lotto € 96.000,00

3)   descrizione: imponibile netto base d’asta r.c. auto parco mezzi ente kasko mezzi ente e dipendenti infortuni cumulativa; totale lotto € 30.400,00

4)   descrizione: imponibile netto base d’asta, rc patrimoniale ente; totale lotto € 12.000,00. Il tutto per un totale complessivo netto annuo dei lotti di € 183.000,00.

Non c’è nessun salvatore della Patria….

Prendiamo spunto dal fatto che martedì 30 ottobre il Consiglio Comunale di Lignano porrà in votazione un ordine del giorno avente per oggetto la soppressione del punto nascita nell’Ospedale di Latisana. Già, il punto nascita. Dopo i fuochi d’artificio dei giorni scorsi è calato un irreale silenzio sulla questione, che peraltro resta ben viva sotto traccia. Ora qualcuno sta facendo girare la voce che non è vero, che era esagerazione,  e che sono stati fatti solo discorsi allarmistici. Balle. Il problema c’era e c’è ancora. Solo che c’è una variabile tutta locale, e che sono le elezioni regionali della primavera 2013. Nessuno, tantomeno Tondo, potrebbe andare alle urne “dopo” aver chiuso un punto nascita e conseguentemente la Pediatria e quindi  un Ospedale. Sarebbe un suicidio elettorale e Tondo non è stupido. Ora quindi ci saranno le rassicurazioni e le difese e i proclami che (al momento) nulla verrà chiuso e tutto resterà come prima, fino alla prossima chiamata da parte del Governo, Monti o altri. Non ci sono salvatori della patria e non ci sono eroi. La verità vera è che una Regione da 1 milione e 300.000 abitanti non può permettersi 12 punti nascita, 11 statali e 1 privato, e quindi una ristrutturazione del servizio ci sarà. Inevitabilmente. Quindi il vero nodo resterà il dualismo tra Latisana e Palmanova. O uno o l’altro. Il resto sono chiacchiere pre elettorali.

Condividi il post!

PinIt

Un commento su “mezze stagioni, punto nascita, rotonda di pertegada, assicurazione, 25.000 e lotteria”

  1. B. ha detto:

    Possiamo cominciare con la lettera al Sindaco proposta dal Bacucco??

I commenti sono disabilitati.