multe, acqua, scosse, asilo nido

Riceviamo e ben volentieri pubblichiamo

Da: Buffon Elisabetta

Oggetto: Multe settimana di Ferragosto e Sabati del mese di Agosto

Cari Vigili urbani, vi chiedo perchè , ogni anno durante i sabati di Agosto e in particolare nella settimana di FerrAgosto continuate a mettere multe perchè non mettiamo il disco orario (calle Annunziata- Piazzale Caduti) quando non c’è in giro anima vivente. Noi commesse lavoriamo e paghiamo il parcheggio durante tutti i mesi dell’anno perchè quei parcheggi a disco orario sono sempre occupati da persone che non mettono il disco orario ma sono conosciuti da voi che chiudete ambedue gli occhi. In una settimana me ne avete messe due da 39 Euro, che io non pagherò, costi quel che costi dovrete venire a pignorarmi qualcosa a casa. Io lavoro per meno di 50 Euro al giorno. Cari Vigili Urbani è vergognoso e sarei tentata di elencare i nomi delle persone a cui non viene mai messa la multa durante tutto l’anno mentre usufruiscono di tali parcheggi. Ma non sono una spia, semplicemente chiedo un minimo di rispetto per la nostra categoria che contribuisce costantemente parcheggiando nei posti a pagamento.  Distinti saluti

Da: Paolo Miotto. Oggetto: case dell’acqua

Volevo sapere se e dove sono in funzione le cosiddette case dell’acqua (o acqua del sindaco).Se ne è parlato tempo fa poi però se ne sono perse le tracce.

La novità estate 2012; riceviamo e volentieri pubblichiamo. Il Nido familiare “La Culla dei Sogni”

“Mi chiamo Federica, e da quasi due anni sono la mamma di una splendida bambina. Da sempre lavoro con i bambini, e soprattutto dopo la nascita di mia figlia ho iniziato a chiedermi come poter unire la mia passione, il lavoro e la famiglia. Dopo tante ricerche, colloqui e non poca burocrazia, sono riuscita a concretizzare un bellissimo progetto, il nido familiare “LA CULLA DEI SOGNI”, che fa parte di una ventina di nidi riuniti dall’associazione regionale “La Gerla” (www.nidilagerla.it) che è nata con le finalità di promuovere questa tipologia di servizio e di sostenere chi ha scelto questa realtà professionale, sia in quanto operatrice che in quanto utente. L’apertura è prevista per i primi di ottobre a Pertegada. Il servizio è rivolto a bambini dai 3 mesi a i 3 anni, età che si estende a 10 anni durante i periodi extrascolastici. Il numero massimo di bambini è di 5 in compresenza.

Il nido familiare è un servizio innovativo che ha come scopo la valorizzazione della dimensione “familiare” proponendo un ambiente sicuro, accogliente, motivante e ricco di occasioni sociali e di situazioni di apprendimento.

Nel nido familiare si gioca, si mangia, si dorme, si socializza, si impara….e l’ordine delle attività non è casuale.

Il primo obbiettivo è quello di accogliere il bambino in un clima sereno e familiare, dove può sentirsi a suo agio e a diretto contatto con una figura simile a quella materna all’interno di un contesto sicuro e professionale.

L’organizzazione del servizio educativo domiciliare si caratterizza per la propria flessibilità, poiché permette la frequenza differenziata di ciascun bambino con modalità concordate tra l’educatore del servizio e la famiglia utente.

Il nido familiare è un servizio che nasce come un opportunità educativa , diversa rispetto a quanto offerto dal contesto sociale, e basa il progetto educativo sull’essere parte integrante di un complesso familiare, con contesti e relazioni affettive molto importanti.

I Bambini entreranno a far parte di un sistema di ”famiglia” raccontato, dalle persone che abitano nella casa, dall’abitazione stessa e perfino dagli animali che l’educatrice possiede, faranno così, esperienza di vita reale, creando con la famiglia rapporti forti e indimenticabili. Inoltre, poiché tutti i bambini imparano dall’esperienza e dalle regole, diventeranno per loro una routine anche la merenda mattutina, il gioco, il pranzo, la cura del sé e la nanna. Il rituale giornaliero della scansione del tempo, infatti, è importante per il bambino, perché gli da sicurezza tramite il conosciuto. Ci saranno delle stanze adeguate per loro che ci permetteranno di vivere questi unici momenti nella maniera più serena e rassicurante.

Per quanto riguarda i costi ci saranno delle tariffe orarie e degli abbonamenti a partire dalle 20 ore in su. E’ inoltre possibile chiedere al proprio comune l’abbattimento della retta, come per i servizi educativi convenzionali.

Compresi nella retta verranno forniti i pasti, i bavaglini, prodotti per la pulizia e l’igiene personale, asciugamani, lenzuolini e copertine.

Restano invece a carico dei genitori i pannolini.

Saremo aperti dal lunedì al venerdì dalla mattina alla sera, e anche il sabato mattina in caso di necessità.

Tutti i contatti li trovate nel sito dei Nidi la Gerla o sulla pagina facebook LACULLADEISOGNI.”

Segnalazione

Come si vede (poco) dalla foto e come si vede meglio dal vivo, la vasca che si trova nei giardinetti dell’Odeon rischia di perdere i faretti. Con qualche rischio per le scosse elettriche…..

Condividi il post!

PinIt

3 commenti su “multe, acqua, scosse, asilo nido”

  1. Paolo Miotto ha detto:

    Che a ferragosto i negozi siano chiusi ci sta, però se in tutta la piazza di Latisana (alle 21) ci sono 9 adulti (compreso il gelataio) seduti e due in bicicletta, qualcosa di strano te la provoca e ti stimola un pensiero: puoi indossare la fascia da sindaco,l’abito talare,la toga,il grembiule col martello (anche contemporaneamente)….ma se ti scappa la cacca come a mia figlia, devi raggiungere casa tua velocemente,perchè se cerchi un bar aperto, sei (come si suol dire) del gatto!!!!!!

  2. matteo ha detto:

    ahahahah troppo forte il tuo racconto Paolo…
    attenzione però, perchè qualcuno potrebbe risolvere il problema con un bagno pubblico…

  3. Paolo Miotto ha detto:

    Per Matteo:quello mi sarebbe servito!!!!!Il fatto è che se ci fosse stato aperto un bar avrebbe guadagnato almeno un paio di caffè ed un succo di frutta,per certe cose,si sa,lo scambio è almeno a vantaggio dell’esercente….

I commenti sono disabilitati.