nautilia, 354, copiare, pizza, aperta musica

Grisignano di Zocco, Cividale e Gambellara

Cosa hanno a che fare  con Latisana? Nulla, ma visitandole e conoscendole si possono imparare alcune cose. Cividale; lasciamo stare il concerto di Ligabue, che ha proiettato la città ducale su tutta la stampa e le tv nazionali; lasciamo stare il Palio di San Donato che, oltre a richiamare decine di migliaia di persone, ha fatto scendere in campo le forze migliori dei borghi e della cittadina, unendola; ora a settembre iniziano degli incontri organizzati dalla Biblioteca. I nomi? Eccoli: Capuozzo, Caprarica, Pizzul e Volcic.

Gambellara: terra famosa per il vino, il Recioto e il Vin Santo e i prodotti DE.CO. …..noi abbiamo Lignano e Bibione come turisti, abbiamo i prodotti (mele e pere e verdure) e la DE.CO.?

Grisignano di Zocco: al confine tra Padova e Vicenza, ha 4.000 abitanti e organizza la antica Fiera del Soco. Qualche numero: 900.000 visitatori in una settimana, 10 km di bancarelle, circa 500 espositori, 70 attrazioni del Luna Park, 4500 metri quadrati interamente al coperto dedicati alla 29a Mostra espositiva (circa 150 gli operatori presenti),  2500 metri quadrati di aree spettacoli, 3000 metri quadrati di stand gastronomici per degustare i piatti ed i prodotti del nostro territorio, le “baracche” (6), dove i volontari lavorano per i tre asili e le altre associazioni. Una baracca incassa circa 160.000 euro nei sei giorni; ecco il menù (solo le cose buone e diverse, tralasciando le cose tradizionali) e i prezzi al pubblico: Bigoli con anatra o cinghiale (4.50), gnocchi con anatra o cinghiale (4.50), pasticcio funghi tartufo e prosciutto, o radicchio (4.80), tortelloni ricotta, erbette e spadellati ai 4 formaggi (4.80), la costa o salsiccia o bis (4.50), bistecca di puledro (6.50), spezzatino di Mus (5.50), frittura mista (7.50) ed infine il tris di baccalà, tre porzioni, a 8.70. Vedere per credere.

Da Aperta Musica riceviamo e pubblichiamo

Aperta Musica

Ciao a tutti gli amici di Aperta Musica.  Nonostante la giornata uggiosa lo spirito è alto e l’energia è tanta! In questi giorni stiamo lavorando sodo per l’incontro con voi tutti, allievi, genitori ed amici, di oggi venerdi 14 alle 18.00 presso la nostra sede.   “Novità che scottano!” La novità di quest’anno è che potrete portare vostro figlio che frequenta le elementari, noi gli faremo fare i compiti e la merenda e poi potrà scegliere se fare laboratorio di teatro o propedeutica musicale cosi invece di fare il noioso Tempo Pieno a scuola, starà con noi in modo proficuo ed intelligente divertendosi.

Nautilia 2012

Nautilia 2012 – 25° Mostra Nautica dell’Usato, imperdibile appuntamento dal 27 ottobre al 4° novembre ad Aprilia Marittima (Udine) alle porte di Lignano Sabbiadoro, per l’opportunità che offre a chi ha poco tempo a disposizione per cercare una barca usata. Nessun’altra manifestazione infatti, presenta riunite in esposizione un così alto numero di barche usate di qualità, provenienti tutte dall’area dell’Alto Adriatico. Organizzata dall’Ente Fiera Cantieri di Aprilia, Nautilia si è trasformata da realtà locale a happening nazionale, rievocando la sua unicità di esporre le barche all’asciutto, una caratteristica che la distingue da tutte le altre manifestazioni e che le ha permesso di assurgere a punto di riferimento del settore. Nautilia è il salone completo, dove trova spazio la piccola, la media e grande nautica. Per la prossima edizione sono attese oltre 300 barche, con più di 100 marchi rappresentati, tutte di pronta consegna e con un buon rapporto qualità prezzo. Su una superficie espositiva di ben 50.000 mq., i visitatori potranno usufruire di 1000 metri lineari di banchine a terra, caratteristica questa che rende Nautilia così famosa e particolare; attraverso pratici pontili fissi il pubblico avrà la possibilità di controllare le barche anche sotto la linea di galleggiamento. Tutti gli Espositori daranno la possibilità a chiunque lo richieda, di visitare anche gli interni e, con il loro bagaglio di esperienza faciliteranno il potenziale acquirente nella comprensione reale dell’acquisto, per poi seguirlo successivamente nel post-vendita. Movimenteranno questo mercato anche barche offerte in vendita direttamente da società di leasing, come pure da privati, che possono iscrivere la loro barca direttamente in Fiera. Appuntamento quindi per tutti gli interessati in Aprilia Marittima nelle aree dei Cantieri di Aprilia presso i quali si potrà anche e gratuitamente chiedere preventivi per lavori di manutenzione e riparazione a qualsiasi tipo di barca.Come sempre, il sito “www.porteaperteallusato.it” e “www.nautilia.com” sono a disposizione per verificare la migliore occasione usata esposta o in portafoglio dei tanti broker iscritti sul sito. Per informazioni: Porte Aperte all’Usato c/o Cantieri di Aprilia (Latisana – Udine) Tel. 0431/53060 Fax 0431/53431   Per chi vuole esplorare anticipatamente le occasioni usate, il sito Web di Nautilia (www.nautilia.com) consente al pubblico di visionare il catalogo della mostra e a tutti gli espositori, di inserire il loro portafoglio dell’usato in una vetrina espositiva senza eguali. Il sito, completamente gratuito, permette l’inserimento diretto delle imbarcazioni da parte di ciascun broker espositore, facendo in tal modo conoscere le offerte on – line ai loro clienti.  Per questa edizione sono state ulteriormente ampliate le aree espositive, riqualificando gli spazi per rispondere meglio alle crescenti esigenze degli Espositori. Naturalmente non è solo l’usato il protagonista, ma inedite proposte di agenzie nautiche, assicurative, charter, di leasing, scuole nautiche, accessori e abbigliamento tecnico fanno da cornice alla Mostra. Costo del Biglietto:  Intero euro 12,00; Ridotto euro 6,00  – Orario fiera: dalle 09:00 alle 18:00

Latisana il paese della pizza

Con l’apertura mercoledì di Pizza & Sfizio2, ottima la loro pizza, il capoluogo è diventato il regno della pizza, la trovi dappertutto. Quanti sono i posti dove prenderla, 10? 12?..vediamo e sicuramente ce ne dimentichiamo qualcuno…. Partiamo da Via Sottopovolo con il Cigno Express e poco prima il kebab e pizza; poi in Piazza Domo Giulio vende anche pizze e a fianco il Cigno. In Piazza Caduti della Julia lo storico piazza al taglio, poi in Via Vendramin appunto Pizza e Sfizio; tornando in centro Via Vittorio Veneto con Pulcinella, la rivendita del panificio Del Fabbro con le pizze e poi ovviamente Del Fabbro fa le pizze. In Via Marconi il panificio angolo Via Giovani da Udine e la pizzeria Ventura di fronte, poi il Master Planet, l’Esperia e a Paludo Nonna Rosa. Quante sono? 14? Naturalmente anche i supermercati vendono pizza. Despar 1 e 2, Coop e gli altri non ricordiamo. Pizza amore mio……

354 e rotonde

Siamo a metà settembre e dei cantieri delle rotonde sulla 354, a Paludo, Pertegada e Aprilia, nemmeno l’ombra. Questo non fa che confermare quello che abbiamo detto e cioè che per ora le rotonde non si fanno. Nulla di male, anzi forse sarà il caso di ripensare a come evitare il tappo di Pertegada ( tangenziale o sottopasso), ma perché non dirlo? Il Sindaco e l’assessore Riccardi e anche Galasso erano parte attiva negli incontri fatti con la popolazione nelle varie frazioni, come mai ora non vanno a dire che avevano scherzato? Oppure a dire che c’è un ritardo…… Come mai tanta solerzia prima e un silenzio imbarazzato ora? Par di rivivere la storia del Commissario alla Laguna: ordini del giorno a sostegno prima (della indagine della magistratura), silenzio dopo. Come mai nessuno dice che i soldi spesi a nord del casello sono soldi buttati via e che il problema era ed è a sud della porta sulla A4? Come mai nessuno dice che il casello ad ala di gabbiano è una cosa molto bella (…bella?? Bella?????), ma poco utile perché non duttile e non in grado di adeguarsi al traffico? Come mai?

Dubbio

Sappiamo il nome del ristorante latisanese che, secondo il giornale La Nuova Venezia, ha mandato all’ospedale due sanmichelini con problemi di stomaco…… Si deve farlo il nome o no?

Condividi il post!

PinIt

6 commenti su “nautilia, 354, copiare, pizza, aperta musica”

  1. Paolo Miotto ha detto:

    EE puoi dire il nome,via…non sono mica morti…

  2. Paolo ha detto:

    Certo che si deve fare il nome, certi fatti non capitano per caso.

  3. jeja ha detto:

    il nome del ristorante? ovvio che lo vogliamo! naturalmente solo se ci sono delle prove più che certe! magari non significa che sia un ristorante da chiudere, ma credo che sia nostro diritto sapere quelli che stanno “meno attenti” alla qualità del cibo che distribuiscono..

  4. Massimo Della Siega ha detto:

    Bah , io aspetterei a fare il nome , a parte che grazie a”radio piazza” nel giro di qualche giorno lo sapranno tutti … Non è che magari i malcapitati prima di andare a cena si siano fatti un aperitivo da qualche altra parte con annesse tartine o noccioline da banco ( dove ,a leggere nei libri , si isolano colonie batteriche degne dei quartieri malfamati della Londra di Dickens ).

  5. Ale ha detto:

    Manca il dixilan e l’esperia..

  6. Ale ha detto:

    scusa solo il dixiland 😛

I commenti sono disabilitati.