Nel blog oggi: Trasparenza per i contributi pubblici; Scuola di Musica, domande a Lauretta Iuretig; convegno sul lavoro a Trieste; la nuova Piazza di Pertegada; Teatro in friulano e soldi per la Riviera Friulana (di Lignano); Pinsa e Vin brulé;

La nuova Piazza di Pertegada

piazza s spirito 1

piazza s spirito 2

Presentata giovedì sera al Centro Civico la nuova Piazza di Pertegada; sala strapiena, gente in piedi, per vedere come sarà la nuova piazza e magari anche per parlare con l’Amministrazione Comunale di Via del Varmo, di Via del Molo, di Via Forte e di altri problemi. A parlare per primo il Sindaco Benigno, poi l’assessore ai llpp Valvason ed infine la presentazione tecnica all’Arch. Bianco; nei due rendering  si vede come sarà la nuova piazza e sono evidenziati i due lotti interessati alla prima fase, quello dell’ex Cinema e quello a lato della zona festeggiamenti. Erano presenti anche altri assessori e consiglieri comunali, anche se in sostanza il lavoro sarà alquanto ridotto, un inizio come è stato detto. Degli iniziali 2.200.000 previsti e finanziati, sono a disposizione oggi solo 400.000 euro che verranno utilizzati per acquistare il Cinema (145.000) e l’area Negri (90.000) permettendo di raccordare il Centro Civico all’area festeggiamenti. Con il rimanente, spese di demolizione e bonifica a parte, solo un leggero rifacimento della salita verso l’argine e una sistemazione provvisoria dell’area liberata dal Cinema a parcheggio e mercato. Resta da fare molto, compatibilmente col Patto di Stabilità. In sala anche il Centro Sinistra che ha annunciato la presentazione di un progetto alternativo nelle prossime settimane. Da registrare molte proteste da parte del pubblico per la situazione delle strade e marciapiedi e la sacrosanta richiesta (purtroppo amministrativamente impossibile) di spostare quei fondi su azioni più urgenti. La solita burocrazia impedisce di farlo. Nelle foto la sala, Sindaco e Assessore.

benigno e valvason

la sala 1

la sala 2

Trasparenza

A Lignano Sabbiadoro il Movimento 5 Stelle ha avviato, assieme ad alcuni blogger locali e movimento di opinione, una forte campagna di pressione per avere trasparenza sui bilanci delle associazioni e delle attività finanziate con soldi pubblici. Le ragioni sono evidenti: sono soldi di tutti, fate vedere come sono stati spesi; e qualche risultato lo hanno ottenuto e altri stanno per arrivare. A Latisana questa operazione non la porta avanti nessuno, o solo qualche consigliere adesso inizia ad interessarsene. Non si riesce infatti a capire nulla dei bilanci della Pro Latisana, della Scuola di Musica e delle varie manifestazioni pagate con soldi pubblici, segnatamente i 70? 80? 100?? Mila euro del festival Tra Terra e Mare. Dovrebbe essere interesse degli amministratori dimostrare che, con i soldi pubblici, hanno fatto delle cose fantastiche e che, soprattutto, non hanno avuto nessun tornaconto personale; tenere nascoste le cifre e le voci di spesa non giova alla pubblica opinione. Per esempio nel bilancio di previsione di Terra e Mare era previsto un ufficio stampa: visti gli esiti, chi si è intascato quei soldi? Oppure, la Pro Latisana aveva messo in bilancio una pubblicità massiccia per il Settembre DOC, è stata fatta? La cosa brutta è che ci tocca chiedere e a loro gli secca rispondere. Chissà cosa c’è sotto…………. (ricordatevi di Andreotti: a pensar male….)

Scuola di Musica

Gentile Consigliera Delegata alla Cultura Lauretta Iuterig; pensiamo di scrivere a Lei in qualità di delegata alla Cultura, anche se in effetti poi molte iniziative culturali sono state seguite da altra persona della Giunta, per chiedere lumi sulla Scuola Comunale di Musica. Le vorremmo porre pubblicamente alcune domande, confidando in una pubblica risposta.

1)   Qual è il trend delle iscrizioni alla Scuola di Musica degli ultimi 10 anni?

2)   Come mai nel sito della Scuola c’è il curriculum di tutti gli insegnanti e manca quello del direttore responsabile?

3)   Quali sono gli emolumenti dei vari insegnanti e del Direttore negli anni?

4)   Come mai la gestione è affidata alla Pro senza bando? E come mai, dato che nell’ultimo Bando aveva partecipato anche la Santa Cecilia di Portogruaro,  il bando stesso è stato ritirato?

5)   Come mai si fanno bandi per il Tennis, per il Palazzetto, per i Campi Sportivi e non si fa Bando per la Scuola di Musica?

6)    Ed infine, se verrà confermato il taglio del finanziamento regionale, come si farà fronte alla mancanza di fondi?

Grati per la cortese risposta (richiesta anche personalmente a voce)

Il 30 gennaio a Trieste, si parla di lavoro

Mettiamo l’annuncio in quanto uno dei relatori è il latisanese Carlos Corvino. Buon lavoro.

30 gennaio

Teatro in friulano e Riviera friulana

Sono stati stanziati 2.000 euro, così, per uno spettacolo che promuova la lingua friulana; fatevi avanti…..  Già che ci siamo il Comune ha anche deliberato di dare 700 euro all’Associazione Riviera Friulana, che ha sede a Lignano, per una news letter, ovvero la spedizione via mail di fati e notizia della Bassa friulana. Speriamo sia molto più utile dei 3.500 euro buttati via per un sito che nessuno vede (quello dei negozi amici). A proposito, noi abbiamo un indirizzario di circa 6.000 email….. forse daranno un contributo anche a noi??

Pinsa e Vin brulè

Il Comune ha stanziato 1.348 euro per acquistare pinsa e vino per i festeggiamenti della Befana, le foghere. Visto che, non si sa perché, a Latisana la manifestazione è stata annullata, speriamo che qualcuno non abbia fatto indigestione di pinsa o si sia ubriacato di vino, ma che invece il tutto sia stato distribuito.. speriamo.

Condividi il post!

PinIt

5 commenti su “Nel blog oggi: Trasparenza per i contributi pubblici; Scuola di Musica, domande a Lauretta Iuretig; convegno sul lavoro a Trieste; la nuova Piazza di Pertegada; Teatro in friulano e soldi per la Riviera Friulana (di Lignano); Pinsa e Vin brulé;”

  1. marco zanetti ha detto:

    Come spendere danari pubblici se non così…Propongo una pala eolica in mezzo alla nuova piazza ,così accontentiamo un pò tutti.

  2. Buongiorno, sicuramente sarebbe interessante portare avanti l’operazione della trasparenza anche sul territorio di Latisana, affinchè i cittadini siano messi a conoscenza di come vengono impiegati i denari delle imposte.

    Ne abbiamo discusso all’incontro 5 Stelle di mercoledì a Palazzolo e continueremo ad affrontare la questione la prossima settimana all’incontro di Latisana. Ovviamente per fare questo c’è bisogno di cittadini attivi che si interessino alla problematica e che sposino gli ideali del Movimento 5 Stelle che sembra voglia partire anche nel territorio latisanese.

    A Latisana finora non c’è nulla o quasi perchè il movimento è una cosa che parte dal basso, dai cittadini, non viene imposto nulla. Sono i cittadini che devono sentire le problematica del territorio (punto nascite, associazionismo, ecc. ecc.).

    A Latisana in passato è stato chiamato il Movimento ad esprimersi su alcune questioni locali per sapere cosa avrebbe voluto fare, non funziona così, il Movimento 5 Stelle è formato da cittadini e sono i cittadini a dover attivarsi per fare i loro interessi sul loro territorio, quindi confido che ci siano persone di buona volontà che vogliano portare le loro risorse per risolvere insieme le problematiche di Latisana.

    Il calendario degli eventi locali che si apprestano a partire anche a Latisana si può trovare sulla piattaforma Meetup della Bassa Friulana, spero di incontrare presto un sacco di nuove persone piene di positività!

  3. Severino ha detto:

    Una pala eolica Non e prevista, ma una bella Rotonda l’avremo anche noi. poi magari con il tempo ed altri incentivi in (cui e sempre un piacere farci il bagno) sempre se possibile ottenerli visto la crisi, potremo renderla più funzionale con piazzola per l’elisoccorso del 118. Non ho seguito tutto il programma. Ma nessuno sa se si e parlato di rimettere nella nuova piazza anche quella Fontana ora in pensione nella piccola chiesetta.

  4. davide ha detto:

    @Severino
    1) anche se lo scrivi in maiuscolo, continua a NON essere una “fontana”…
    2) non è in pensione, ma al riparo dalle intemperie che l’hanno quasi definitivamente compromessa…
    3) quando inizieranno i lavori riguardanti la piazza (quindi non credo questo eventuale primo lotto), l’Anima del Tagliamento troverà certamente opportuna collocazione, esterna ma riparata, per la gioia di tutti quegli occhi che potranno ricominciare ad ignorarla come nei quattro decenni precedenti…

  5. denis ha detto:

    Purtroppo la fontana di Sante Monachesi è in Perpex e se la rimettono in piazza sotto il sole e le interperie la perdiamo per sempre. Va messa dentro un teca perciò forse finché nn si hanno i soldi per realizzarla è meglio lasciarla nella chiesetta. Io però non l’avrei collacatalogato su un modesto basamento come fosse il pulpito ma l’avrei collocata più in alto e al centro del presbiterio, cmq meglio così che nella piogga.

I commenti sono disabilitati.