non voto, incidente aereo, banane, padovese, fare, foto e pd

Latisana dall’alto

Luca Abriola alla regionali

Trova conferma quindi la candidatura del segretario latisanese del Circolo del PD, Luca Abriola, alle prossime elezioni regionali. Speriamo che venga eletto e che Latisana trovi un suo rappresentante a Trieste. Abriola è giovane e preparato e sicuramente è una candidatura di tutto rispetto. Sarebbe anche da chiedergli dove è stato in questo anno e mezzo dopo le elezioni comunali, poiché non abbiamo letto molto del PD sulla stampa, e tantomeno su queste pagine. Crediamo che stavolta, sull’onda del crescente successo del PD nei sondaggi, il partito si presenti col proprio simbolo a Latisana e non come deciso appunto dal Circolo e da Abriola segretario un anno e mezzo fa, di sparire all’interno di una lista di centro sinistra, col risultato lo stesso di perdere le elezioni e di non avere nemmeno un PDiellino in Municipio. Andando più su, più volte abbiamo anche cercato di capire cosa farà la segretaria del PD e candidata alla Regione Debora Serracchiani, in merito al Punto Nascita di Latisana e/o Palmanova. Senza successo, dato il nostro scarso peso (solo 6/700 lettori al giorno, pochi certamente….). Ora magari speriamo che Abriola venga eletto e magari porti a casa quel bel risultato che tutti gli auguriamo. Magari anche ci dicesse se è favorevole o meno alla chiusura del punto nascita. Prima delle elezioni comunali una riunione alla settimana e un incontro alla settimana, poi nulla; ma tranquilli, si voterà in aprile e siamo pronti a ricominciare con il Polifunzionale e le serate a tema. In bocca al lupo Abriola e PD.

Da Udinetoday

Latisana: morto Gianfranco Radin caduto con ultraleggero – Incidente aereo a Bibione – Bevazzana: muore il 63enne triestino Gianfranco Radin.  Il pilota giuliano è caduto con l’ultraleggero sul quale stava viaggiando assieme a un allievo, un uomo originario di San Michele al Tagliamento. Lo schianto è avvenuto nei pressi di Bevazzana. Un uomo è morto e un altro è rimasto gravemente ferito a seguito della caduta di un aereo ultraleggero nei pressi di Bevazzana di Latisana (Udine), al confine con il Veneto. Il morto è il pilota-istruttore Gianfranco Radin, 63 anni, di Trieste, (decollato dal campo scuola di Lignano) mentre il ferito è un allievo di San Michele al Tagliamento (Venezia). Secondo una prima ricostruzione, i due stavano affrontando manovre di atterraggio quando, per cause in corso di accertamento, l’ultraleggero ha perso quota schiantandosi al suolo.

Facciamo copia incolla, perché ho buona memoria della presenza della radio anche a Latisana…..

Da www.portogruaro.net  Si è spento nella notte il cronista Ugo Padovese

02-02-2013 – Portogruaro: Il grande decano del giornalismo portogruarese si è spento questa notte all’Ospedale S. Tommaso dei Battuti.  Nella notte è venuto a mancare all’affetto dei suoi cari Ugo Padovese, decano del giornalismo portogruarese, nonché insegnante per anni alle scuole della città. Ugo Padovese, già da tempo sofferente per problemi circolatori, era stato ricoverato in settimana presso l’Ospedale S. Tommaso dei Battuti, dove si è spento senza soffrire alle ore 1.20 la scorsa notte. Domani sera è previsto il Santo Rosario presso il Duomo di Portogruaro, lunedì alle ore 15 ci saranno i funerali; poi si proseguirà alla cremazione del corpo. Nel corso degli anni Ugo Padovese ha coltivato una lunga esperienza giornalistica nella carta stampata (Gazzettino, Popolo, Momento, Corriere della Sera, la Stampa, etc) e nell’informazione radiofonica: LT2 – Radio Portogruaro, dal 1976 al 1996. Da ultimo, Ugo Padovese è entrato nella redazione di Portogruaro.Net, dove ha curato la rubrica on line “Annotazioni” e scritto per il Magazine cartaceo. La redazione di Portogruaro.Net si stringe attorno alla famiglia nel dolore e nella commozione per la scomparsa dell’amico Ugo, rivolgendo ai suoi cari le più sentite condoglianze.

Fare

Sabato sera al Palazzo Molin Vianello, serata organizzata da FARE, Per Fermare il declino; ecco alcune foto che abbiamo ricevuto e volentieri pubblichiamo

La Repubblica delle banane

Raramente ci occupiamo di notizie nazionali, oggi lo facciamo per quella parte di notizia, tragica, che ha assunto toni ridicoli e farseschi, e slegati dalla contemporaneità. Parliamo dell’atterraggio fuori pista, con due feriti seri, dell’aereo a Roma dell’Alitalia, ma concesso in uso a una altra compagnia. La Magistratura farà il suo lavoro. Ma ci pare ridicolo che, nell’era di internet, degli smartphone, di youtube, di youreporter e delle foto diffuse in rete in tempo reale, si pensi ancora a “ripulire” dalle insegne l’aereo fuori pista. Insomma nottetempo è stata fatta sparire la livrea tricolore e la scritta Alitalia dall’aereo. Prassi legale e abitudinaria, ci dicono, e crediamo. Ma l’aspetto è lo stesso grottesco e appunto ridicolo: tutti i tg e i siti di mezzo mondo hanno pubblicato le foto  del prima e dopo, dell’aereo marchiato Alitalia e poi ripulito e tutto bianco. Il danno d’immagine, oltre a quello reale, è rimasto e a questo si è aggiunto il danno del ridicolo, che, se possibile, è anche peggio.

Il Bacucco non voterà Lega Nord alle elezioni politiche.

E’ bastato un articolo di giornale per farmi decidere in questo senso: non voterò la Lega alle elezioni politiche. Il motivo? Presto detto, la presenza in lista della Lega in Emilia Romagna della moglie dell’udinese, ora consigliere di Berlusconi,  Diego Volpe Pasini. Non ho nulla contro  la bella signora Sara Papinutto, che anzi sono certo sarà molto più valida e affidabile e seria e preparata di colleghi onorevoli che l hanno preceduta. Ma il fatto è che questa Lega “dura e pura”, questa Lega del “prima il nord”, del “roma ladrona” e delle scope per la pulizia (…forse mettevano la polvere sotto il tappeto con le scope….) questa Lega ha subito una….”pressione” (eufemismo) da questo signore ben conosciuto in Friuli e ha imposto una friulana  in Emilia Romagna per la Camera, in spregio all’elettorato e in spregio alla voglia di indipendenza di quel territorio e di quella popolazione. Indipendenza almeno nello scegliere e votare i “loro” rappresentanti al Governo. Questa maniera di far politica, che assomiglia in fotocopia a quella degli altri partiti, mi induce a NON votare la Lega.  Dice..ma che centra Volpe Pasini con la Riviera friulana. Volete l’aggancio locale? Eccolo. A Lignano negli ultimi 5 anni Lega significava Bosello; ha fatto l’assessore pierino nella maggioranza con il PdL, votando a favore, ma anche contro e rimanendo sempre molto critico nei confronti della sua stessa maggioranza. E’ stato lui praticamente a decidere di andare alle elezioni comunali da solo, facendo la guerra al PdL e contribuendo (solo contribuendo) a far perdere alla maggioranza uscente la poltrona di primo cittadino. Poi dopo aver fatto tutto sto ambaraban, ha dato le dimissioni da consigliere. A Latisana la Lega ha fatto campagna elettorale contro la coalizione dalla quale proveniva candidandosi come Sindaca e poi, dopo un annetto, è rientrata in giunta come se nulla fosse. Ma se uno si schiera “contro”, perché poi va assieme?

Il Bacucco non voterà UDC alle prossime elezioni

Qui il perché è presto detto: l’UDC a Latisana è in maggioranza col PdL ed è anche in giunta, a Roma Casini è nemico del PdL è gli fa la guerra. A Lignano l’UDC è alleato con le liste civiche, anche di sinistra, e ha fatto la campagna elettorale contro il PdL, in Regione l’UDC è con il PdL e ricopre cariche da assessore. Ora io credo che questo partito difetti di coerenza e di linearità, occupando e non occupando posti e ruoli a secondo degli attori ed interpreti. A me non sta bene, preferisco un partito che sia coerente. Non voterò UDC.

Condividi il post!

PinIt

6 commenti su “non voto, incidente aereo, banane, padovese, fare, foto e pd”

  1. Valerio Formentini ha detto:

    Cosa diresti caro Bacucco se tu venissi sommerso da 600-700 e-mail (quanti dici essere i tuoi lettori abituali) al giorno con le proprie dichiarazioni di voto e soprattutto di non voto, moltiplicate per le millanta liste che si presentano? A te i conti…

  2. il_bacucco ha detto:

    he he he…..sarebbe interessante…..; ancora una, domenica prossima e poi basta . 🙂

  3. Paolo Miotto ha detto:

    Ma sei proprio costretto a dire che non voti le liste??? Allora IO dico che l’unica tessera che ho è quella dell’AVIS (onestamente anche quella dell’ADMO)e che continuerò in modo costante ad usarla per segnarvi sopra le donazioni.Fatelo tutti!!!!!!

  4. Valerio Formentini ha detto:

    Giusto per ridere. Non so se Latisana succeda, ma nella cintura udinese trovare i francobolli dicansi i francobolli…), non dico da 0.70 €, ma da 0.60 + 0.10 è una ricerca inutile, nemmeno negli Uffici postali.
    Non poteva l’efficiente Governo Monti, con tanto di Passera al seguito, pensarci un po’ prima, magari ricorrendo alla sovrastampa, come nei bolli della Zona Libera di Trieste del primo dopoguerra? Dobbiamo sempre più rimpiangere la normalità e soprattutto il buonsenso di altri tempi?
    Ma ormai le Poste Italiane vendono libri e casalinghi, forse per le zone disagiate dove hanno chiuso gli uffici!

  5. il_bacucco ha detto:

    anche a Latisana……………. mal comune mezzo gaudio……….

  6. Severino ha detto:

    QUESTO PASSAGGIO non mi piace cosi come scritto:
    “”” A Latisana la Lega ha fatto campagna elettorale contro la coalizione dalla quale proveniva candidandosi come Sindaca e poi, dopo un annetto, è rientrata in giunta come se nulla fosse. Ma se uno si schiera “contro”, perché poi va assieme? “””
    Si dovrebbe evitare di ripetere sempre le stesse cose, La Lega era già in coalizione per quelle elezioni con il PDL. in quanto avevano sttoscritto lo stesso programma, né e uscita per dei principi che ormai conosciamo tutti ed e inutile ripetere. Così come non mi sembra abbia fatto una campagna contro, ma a solo presentato un programma proprio, che non si allontanava poi di tanto da quello della coalizione vincente causa la candidatura a Sindaco. il essere rientrato in giunta con questa coalizione non degrada certo la LegaNord nel suo contenuto.
    Poi tu Bacucco sei libero di votare chi ti pare, nessuno di noi vuole sapere il perché delle tue scelte, libero comunque di esprimerle, anche se a me non fa né freddo né caldo.
    Poi di ciò che fa la Lega in Emilia Romagna a me personalmente non mi frega più di tanto, io penso alla Lega Friuli v.g. e ciò che potrà essere fatto in questa Regione.
    Ma visto che tu hai espresso il tuo pensiero, posso dirti con altrettanto sincerità che io Voterò LegaNord (Prima il mio Nord) . le liste civiche ed i vari movimenti rinnovatori li lascio a voi, non posso disperdere il mio voto nel nulla, e troppo importante, già né abbiamo tanto da mantenere, non posso incrementare ancora questa mangiatoia, non sarò complice di tutte queste nuove liste nascenti alla ricerca di un posto a Tavola.

I commenti sono disabilitati.