Oggi parliamo di: punto nascita a Latisana; domotica e barche; fontanella di Latisanotta; 4 milioni di euri spariti;

4 milioni di euri spariti

Lo ha detto il Sindaco Benigno, leggendo in aula consiliare la lettera della Regione che conferma il finanziamento dei 3 milioni per le opere del sociale che gravitano attorno al progetto della Città della Salute. Nel vincolare i 3 milioni di contributo alla presentazione del progetto, la Regione ha di fatto smentito l’accordo Comune-ASS-Casa di Riposo siglato da Bordon, che impegnava l’Azienda Sanitaria a pagare 225.000 euri all’anno per 18 anni come affitto delle strutture. Cancellato l’accordo, smentito Bordon, confermati i 3 milioni di finanziamento, ma ora non si potrà più fare 5+3+4, ma solamente 5 (forse, del Lascito Toniatti) + i 3 della Regione. Pochi per fare tutto, come hanno sottolineato le minoranze in aula. Benigno ha detto che aspetta carte sicure e che per il momento lui va avanti. Si profila un conflitto anche politico tra centro destra e centro sinistra.

Punto Nascita: dipende da Zanelli. Forse

Venerdì sul Gazzettino del Friuli abbiamo letto un articolo interessante; una associazione di Medici contestava le Linee Guida per la gestione del Servizio Sanitario della Regione, Assessora Telesca.  I contenuti delle Linee Guida sono poi stati confermati dal Sindaco Benigno in consiglio comunale. Tra i vari punti presi in esame dai Medici, uno ci riguarda: essi sostengono che nelle Linee Guida non si parli più di accorpamento dei Punti Nascita che risulterebbero non sicuri, ovvero quelli con meno di 500 parti all’anno nel triennio, ma che le eventuali chiusure sono state delegate ai Direttori delle Aziende Sanitarie, che devono valutare appunto la presenza di rischi o meno. Par di capire che potrebbe essere una buona notizia: non si applicano più dei numeri rigidi, ma viene lasciata in capo al Direttore la discrezionalità delle scelte. Nel caso di Latisana, non guasta che il nuovo direttore Luciano Zanelli, oltre che essere bravo ecc ecc, sia anche di Latisana….. Da registrare, però, anche l’affermazione della capo gruppo Micaela Sette che ricorda come i direttori siano nominati dalla Regione e che, quindi, fanno quello che la Regione gli chiede di fare. Staremo a vedere.

Venerdì 13 dicembre in Aprilia Marittima

Alle 18.30, presso il Ristorante La Bricola, incontro promosso dall’ISIS di Latisana sul tema “La domotica e le barche”. Relatori della serata, per informare studenti e genitori, saranno i docenti dell’Istituto Tecnico ed esponenti del mondo della nautica: Circolo Nautico, Cantieri di Aprilia, Confartigianato e CNA. L’incontro, patrocinato dal Comune di Latisana e da quello di Lignano Sabbiadoro, intende fornire ulteriori elementi di scelta ai giovani della scuola media in procinto di iscriversi alla scuola superiore di secondo grado. Seguirà un momento conviviale.

La fontanella di Latisanotta

Grazie a Bruno Lus, sempre più il fotografo di Latisana, pubblichiamo la foto della fontanella sistemata all’incrocio di Latisanotta, dopo che mesi fa la precedente era stata distrutta in un incidente. Ci pare carina. Bene.

la fontanella di latisanotta

Condividi il post!

PinIt

4 commenti su “Oggi parliamo di: punto nascita a Latisana; domotica e barche; fontanella di Latisanotta; 4 milioni di euri spariti;”

  1. valerio ha detto:

    Bravo al fotografo Lus (o Ius ?), ma chi ha fatto la fontana? Forse quello ci ha messo un po’ più fatica del ditino sullo scatto…

  2. valerio ha detto:

    Allora bravo anche allo Ius scalpellino!

  3. ernesto de marchi ha detto:

    Se le affermazioni della Sette sui direttori delle Aziende Sanitarie, riportate dal bacucco e non smentite, rispecchiano fedelmente (“l’affermazione della capo gruppo Micaela Sette che ricorda come i direttori siano nominati dalla Regione e che, quindi, fanno quello che la Regione gli chiede di fare”) il pensiero dell’ex Sindaco, questo vuol dire che Bordon, su indirizzo di Tondo, era già pronto a chiudere senza discussioni il punto nascita di Latisana. Buono a sapersi …. anzi, male! Ma la ex Sindaco queste cose non poteva dirle con altrettanta chiarezza anche quando Tondo “presiedeva” …… o ha aspettato adesso che altri “presiedono” …. e guarda caso sono di centrosx.
    mandi
    ernesto de marchi

I commenti sono disabilitati.