Oggi parliamo di: Punto Nascita; Fantin al Touquet; Movimento 5 Stelle; “Mister Cinema”; politica e soldi 2; piove al palazzetto; famiglia e articolo; riunione di giunta pubblica; CCIAA e Turismo

CCIAA e Turismo

Vedi www.lignano-sabbiadoro.it

Punto Nascita

Senza voler passare per guerrafondaio, ma credo che i latisanesi debbano tirare fuori le palle per difendere, con la ragione della logica, il Punto Nascita e conseguentemente la Pediatria a Latisana, e questo a prescindere dallo schieramento politico. Se ne facciamo uno scontro Tondo Serracchiani o centro destra centro sinistra, vuol dire che non abbiamo capito nulla. Chi è in politica eletto in un partito, difende il suo bacino elettorale, non  gli schieramenti. Occorrono azioni forti e coese, perché abbiamo già visto col Tagliamento come è andata a (NON) finire.

Nel commento di uno dei presenti, del Movimento 5 Stelle, si legge di una buona partecipazione alla serata sulla Sanità, bene, ora basta andare a chiedere ai politici di rappresentare le nostre istanze, basta deleghe. “Lotta dura senza paura” mi viene da dire.

Mister Cinema

italo mattiussi

Sono 44, e più o meno, sono sessant’anni che li sale e li scende, soprattutto nei fine settimana, parecchia volte, ma ora non più. Stiamo parlando degli scalini che portano,  attraverso la scaletta interna a chiocciola, su in cabina di proiezione, al Cinema Odeon, e che Italo Mattiussi chissà quante volte ha fatto nella sua vita. Come scalare l’Everest. 200 volte. Con domenica scorsa non arrivano più pellicole all’Odeon e quindi sono cessate le proiezioni; si vedeva il dispiacere negli occhi di Italo quando abbiamo fatto la foto e c’è stato un lato romantico in questo: …”accendiamo il proiettore….come sei si vedesse un film…” Come quell’artista che non sa staccarsi dalla sua opera, come chi smette un paio di scarpe comode comode, come chi sente un pezzettino della sua vita allontanarsi. Aveva iniziato, giovanissimo, Italo al Cinema Impero, anni 50, in Via Goldoni, di fronte al Polifunzionale di oggi; poi era passato al Cinema Bassi di Piazza delle Poste, gestione Bassi  prima e  Ermanno Rossetti (Manuti) poi. Poi sempre gestione Rossetti all’Odeon e poi con noi (dico noi come Immaginaria) quando avevamo riaperto il Cinema nel 92 credo.  Ma anche il Cinema Kriss a Pineta (sempre gestione Immaginaria) e una puntata anche a Portogruaro. Una passione più che un lavoro, molta pazienza e grande capacità tecnica e poi quel senso di inevitabile che accompagna una persona pragmatica e disincantata: proprio l’opposto del mondo fantastico che vedeva e faceva vedere da lassù.  Goditi la pensione Italo.

Piove al Palazzetto

Ci siamo informati e la cosa è naturalmente vera e vecchia; il Comune è informato e ha già effettuato un sopralluogo; ora stanno pensando come intervenire. Speriamo presto e bene.

Riunione di giunta pubblica

Bella idea vero? A Lignano la fanno, leggi qui: Giunta pubblica

Novità nel panorama politico lignanese e non solo: il Sindaco Fanotto ha convocato per giovedì 30 gennaio alle 16.00 la Giunta Comunale, in seduta pubblica. In discussione due punti all’ordine del giorno, i piani attuativi Parco Laguna e Bar Sabbiadoro. Una bella botta di democrazia, anche se vorrei che sempre le giunte fosse pubbliche; ma è pur sempre un bel segnale. Peccato che la norma lo preveda solo per i PAC

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Da Michele Tecli

Ormai ci siamo!!! Fantin Diego pilota Latisanese parteciperà anche quest’anno alla Enduropale du Touquet il prossimo 8-9 Febbraio 2014.Gara che si svolgerà al nord della Francia con un clima molto freddo, dove alla partenza ci saranno 1100 piloti al via su un percorso lungo 18km con durata della gara di tre ore. Fantin pilota appartenente al Motoclub Bibione, è molto conosciuto per la sua capacita di guida sulla sabbia, infatti ha portato casa ottimi risultati nella famosa 12 ore enduro in quei anni, e tuttora non gli manca la grinta per essere competitivo, infatti per il tutto il mese di gennaio si è allenato sulla spiaggia di Lignano Sabbiadoro grazie alla stupenda iniziativa Lignano Beach Training organizzata dal Motoclub Sabbiadoro dove avevano allestito una vera propria pista di Motocross su sabbia. E’ stato poi deciso di indossare la maglia della scorsa edizione per ringraziare ancora una volta gli amici sostenitori della scorsa partecipazione. Inoltre se volete seguire la gara in diretta collegatevi il 9 Febbraio su sito  http://pluzz.francetv.fr/france3

https://www.facebook.com/pages/Diego-Fantin/414806375259978?ref=hl

http://www.enduropaledutouquet.fr/

questa e la scorsa edizione 2013 che siamo stati speriamo vada meglio tra due settimane http://www.youtube.com/watch?v=gjcU1wrh4OQ

http://www.youtube.com/watch?v=gjcU1wrh4OQ

….in bocca al lupo …

EnduropaleMoto2014_380

fantin 028

fantin 047

fantin 60

Fantin1

Fantin2

Fantin3

Giovedì Movimento 5 Stelle

Riunione M5S Latisana e Lignano; giovedì 30 gennaio 2014, ore 20.00, hotel ristorante bar Centrale, piazza S. Spirito, 10, Pertegada.  —  Ciao a tutti! ㋡ Ci vediamo giovedì 30/01 alle 20.00 per la riunione del M5S – Ordine del Giorno:

– Discussione ed avvio gruppi di lavoro.

– invio lettera per gazebo mercoledi sabato e domenica per Latisana e definizione dei responsabili per giornate.

– programmazione banchetti Lignano

– ascolto problematiche di Pertegada

– come comportarci con la stampa (Rif. art. Messaggero Veneto del 25/01)?

– varie ed eventuali.

Politica e soldi 2

Avete un figlio senza lavoro? Siete un laureato in cerca di occupazione? Un cassaintegrato o una donna che non trova lavoro nemmeno in stagione? Coraggio, una soluzione in vista c’è…o almeno ci dovrebbe essere. Provate a chiedere a quel politico che vi ha chiesto il voto alle comunali o alle regionali, provate a chiedere se conosce qualche persona che ha due stipendi, due incarichi o tre, insomma che percepisce soldi da più enti, soprattutto pubblici. Chiedetegli poi se non sarebbe meglio anziché una persona con due stipendi, due persone con uno stipendio ciascuna: si starebbe meglio tutti. E non occorre andare lontano: basta vedere quel politico che prende i soldi dalla società regionale e poi anche dal Comune, o quel funzionario che ha due lavori presso lo stesso Comune. Vi meraviglierete di quanti sono i casi vicini a voi.

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Ciao, volevo solo esprimere la mia tristezza per il fatto che nessuno avesse commentato il tuo articolo sull’incontro sul sostegno alla maternità difficile, tenutosi qualche giorno fa al polifunzionale. Penso che sia un’iniziativa importantissima, e utile a chi veramente attraversa un momento difficile. Io stessa fui aiutata, seppur in maniera quasi simbolica, quando ero incinta. Questi gruppi aiutano chi ha una gravidanza in corso, ma attraversa un difficile momento soprattutto per crisi lavorativa ed economica. Cercano di convincere le donne a non abortire, a dare loro coraggio e speranza, e dare una possibilità di vita a un bimbo che molti cretini chiamano solo “feto”. Tutti noi siamo stati feti, e ci è stata data la possibilità di iniziare una vita, senza contare quanto disastrosa possa essere l’esperienza dell’aborto nella vita di una donna, che forse non è una scema o una poco di buono per essere rimasta incinta, ma spesso si tratta di persone normalissime che si ritrovano all’improvviso a vivere la crisi senza averla potuta prevedere prima. Non possiamo pensare che solo i ricchi possano diventare genitori. Un conto sono le famiglie con molti figli e nessuna preparazione lavorativa, e questi sì che  i guai se li cercano. Ma sempre più spesso sono le donne che avevano sempre lavorato, che hanno un titolo di studio e non sono ragazzine incoscienti. La crisi colpisce improvvisamente e a sorpresa. Invece nessuno ha commentato il tuo articolo. Maggior importanza è stata data alla politica, al cinema e ad altre notizie, sicuramente interessanti… ma che non salvano la vita a nessuno. Mi sono permessa di commentare dopo la riunione, e ho avuto pollici avversi perché ho fatto notare che ai latisanesi importa di più utilizzare i soldi pubblici per aiutare i coglioni che giocano volontariamente d’azzardo, piuttosto che garantire la vita a un bimbo che già sta nuotando nella pancia di una mamma meritevole, ma al momento in difficoltà (non è ora il mio caso, non sono incinta, quindi non sto difendendo me stessa, ma le tantissime donne che vivono ora quello che ho vissuto io alcuni mesi addietro). Insomma, sembra che più le notizie  riguardano argomenti futili, più riscuotono approvazione dai latisanesi. Mi spiace, anzi, posso dirtelo in questo messaggio? La vita viene prima di tutto, e tutto il resto serve solo a garantire la vita delle future generazioni, e basta. Se si perde di vista questo, siamo destinati a un triste destino. Figlieranno sono i grandi signori, o chi ha il culo parato da parenti facoltosi. Ricordiamoci che le persone migliori sono quelle che sono venute al mondo proprio nelle situazioni più difficili, non chi è cresciuto nella bambagia e nei salottini di signore da pasticcino. Se poi nascessero solo ricchi… i ricchi chi potranno sfruttare tra 20 anni? Si puliranno le case a vicenda? Si raccoglieranno e smaltiranno da soli le loro immondizie? Si laveranno la soli il piatto in ristorante? Mah, i ricchi hanno bisogno dei poveri, altrimenti non potranno sopravvivere loro stessi. Non possiamo pensare a generazioni fatte solo di avvocati, imprenditori, professori, notai o dipendenti comunali. Anche chi sta vivendo in prima persona la crisi deve poter avere e dare un futuro al mondo. Ma qui a Latisana le priorità sembrano ben altre. Mah, mi sto vergognando di essere latisanese. Mi sarebbe bastato vedere un paio di commenti per appoggiare il progetto del Cav e di “uno di noi”, invece non ha interessato nessuno. Eppure la chiesa la domenica mi sembrava piena…. ipocrisia domenicale?

Anche a me un pochino dispiace che alcune attività storiche di Latisana chiudano, vedi cinema, e che sicuramente tutte le notizie meritano attenzione, ma alcune più di altre. Il fatto è che alcune persone pensano che certe avversità della vita capitino sempre agli altri, che ci siano delle categorie di persone intoccabili dalla crisi, ma non è così. Ecco che stare accanto a delle mamme in attesa ed aiutarle al mettere al mondo una nuova vita è molto più importante di litigare su politica, lasciti o macchinette rubasoldi. Grazie e ciao!

Fine della conversazione – Marta Panfili –

Condividi il post!

PinIt

8 commenti su “Oggi parliamo di: Punto Nascita; Fantin al Touquet; Movimento 5 Stelle; “Mister Cinema”; politica e soldi 2; piove al palazzetto; famiglia e articolo; riunione di giunta pubblica; CCIAA e Turismo”

  1. Augusto ha detto:

    Il presidente di FVG Strade e’ Avv. Roberto Paviotti di Udine non il cons. Regionale Pietro Paviotti.
    Saluti

  2. paolo Miotto ha detto:

    Sulle competenze di Paviotti: mi sfuggono quelle,ad esempio,delle varie Carfagna,Meloni,e compagnia varia…..

  3. Paolo ha detto:

    Una testimonianza in aggiunta a quanto scritto Marta Panfili.
    Inizio anni 70, la mia futura moglie in gravidanza ed i quegli anni c’era da vergognarsi ma una signora (senza figli) ci disse “meglio prima che mai”. I nostri due figli sono stati concepiti in due momenti nerissimi della nostra vita ma ne è valsa la pena. Ci hanno dato moltissimo anche per il solo fatto di esserci.

  4. Buongiorno, in riferimento alla riforma della sanità concordo con l’affermazione del bacucco. Purtroppo quello che sta succedendo è il prodotto della mala politica rappresentativa che ha portato al potere politici che sono stati legittimati ad anteporre i propri interessi a quelli della popolazione. I cittadini che vogliono proteggere con vigore i loro diritti, primo su tutti quello alla salute, non devono più limitarsi a delegare la politica, altrimenti nulla cambierà mai, continueremo sempre ad essere vittime del sistema.

    La strada intrapresa mesi fa’ dal Comitato Nascere è quella giusta (a mio parere), mamme che lottano democraticamente ed investono il loro tempo per difendere quello in cui credono, queste sono le persone che meritano e le persone che dovremo ringraziare domani se l’ospedale di Latisana continuerà ad essere attivo come oggi. Anche a Palmanova stanno partendo i sit-in di cittadini che vogliono difendere il loro ospedale ed il loro punto nascita, una partita ancora tutta da giocare, non tiriamoci indietro, facciamoci partecipi! (la prosa di lotta dura senza paura) 🙂

  5. il_bacucco ha detto:

    @ augusto: prendo atto e correggo; è vero che a pensar male spesso si indovina, diceva Andreotti,….. è quel “spesso” che mi ha fregato 🙂 grazie e ci scusiamo coi due Paviotti.

  6. Annamaria ha detto:

    Premetto che concordo in gran parte lo sfogo di Marta, sono pro vita sempre, un bambino è tutto e va aiutato a venire al mondo. Però non credo sia roba da ricchi, anzi le famiglie italiane con almeno due figli spesso non lo sono, ma sono ricche nell’animo e non monetizzano il costo di un figlio. Spesso un animo dignitoso prova vergogna o non osa chiedere aiuto mentre è giusto e doveroso abbattere questo timore. Gli stranieri presenti in Italia, invece, non si fanno troppi problemi nell’avere figli, anche se sono in grave difficoltà economica perché spesso dalla loro situazione ne traggono vantaggio. Paradossalmente più figli hanno meglio stanno, arriva la casa, arriva la sanità gratis, arriva l’asilo scontato, la spesa scontata, la luce, il riscaldamento, la carta famiglia, i libri…. Vorrei che il centro di aiuto alla vita sia un richiamo, un sostegno per le mamme e famiglie italiane,

  7. luca menegaldo ha detto:

    buongiorno egr bacucco,
    non ci sono solo nomi altisonanti, e per carità tutti più che qualificati, a meritar premi e quant’altro, ci sono anche realtà piccole piccole che senza gran clamori lavorano e operano per dar lustro alla nostra comunità.
    mi riferisco al coro “E’ più bello insieme” che spesso in chiesa accompagna la funzione domenicale, ma non solo, lo sai che si è anche adoperato nel sociale raccogliendo un bel po’ di materiale da consegnare poi all’Associazione “Crescerai”. Questa associazione è collegata al gruppo dei Nomadi, già proprio loro uno dei gruppi più longevi al mondo. ma la cosa bella è che i Nomadi hanno invitato il NOSTRO coro al tributo che ogni anno dedicano ad Augusto. Credo che per il coro per Marco e per la nostra comunità sia una grossa soddisfazione. ti allego la locandina dell’evento da se possibile pubblicare
    grazie e un grande in bocca al lupo al coro per il 16/02

  8. Marta Panfili ha detto:

    Su questo concordo con Annamaria, un conto è la momentanea difficoltà economica che tutti possono trovare nel loro cammino, un conto è l’irresponsabilità di chi, proveniente da culture diverse, usa (e sfrutta) i figli per vivere. Il fatto è che una certa parte politica italiana… ha dimenticato proprio gli italiani, e non si rende conto che elargire diritti e agevolazioni di tutti i tipi a chi non dovrebbe averne diritto va a discapito proprio degli italiani che per dare agli altri devono togliere il pane di bocca ai propri figli. Sarei anche contraria alla cittadinanza a chi nasce in Italia, non tanto perché non penso che chi ci nasce e ci cresce per 20 anni non sia alla fine italiano, ma penso a quanti extracomunitari verrebbero a partorire qui… e poi per il fatto di essere genitori di un italiano pretendano di restare qui mantenuti dagli altri italiani (magari facendo venire qui anche i diversi figli avuti altrove, nonni e zie a carico….). Per dare la cittadinanza a un bambino nato qui….ci troveremmo a provvedere alla sussistenza di intere, e numerose, famiglie…. coi soldi che gli italiani non hanno più nemmeno per loro stessi….Ma so che anche su questo discorso mi farei odiare da molti.

I commenti sono disabilitati.