ortopedia, settembre doc, negozio nuovo, deganutti, marinella, don carlo e ancora foto

Da Paolo Miotto riceviamo e volentieri pubblichiamo.

Ortopedia: vorrei dire una cosa riguardo il reparto di ortopedia dell’ospedale di Latisana. Indubbiamente è un reparto che gode di ottima fama per quello che riguarda gli interventi alla spalla, posso confermarlo in quanto tante mie colleghe di lavoro lo hanno effettuato lì e ne sono entusiaste. Esiste al momento attuale, però, anche un problema di produttività, cosa che detta così pare snaturare proprio la natura stessa del tipo di lavoro di cui si parla. Ampliando il raggio d’interesse, appare incomprensibile a tutti come mai per una tac (ad esempio) si deva aspettare tanto, non parliamo poi di risonanze, facendo così il gioco di tutti quei centri medici che spalancano le loro porte volentieri per offrire tale servizio in tempo quasi zero. Visite con tempi ufo, ovvero, con liste d’attesa lunghissime, allora, perchè continuare con questa situazione? Perchè non offrire un servizio diagnostico, non dico h24,ma almeno spalmato su 16 ore, in fondo, a me paziente non importerebbe nulla se mi proponessero una tac alle 21 o alle 6,30 del mattino, così facendo si eliminerebbero le code, le macchine lavorerebbero intensamente raggiungendo quegli obiettivi richiesti dal mercato di oggi. Pare brutto parlare di mercato, ma la mia spalla ha bisogno di un intervento ed a Latisana devo aspettare molto tempo(ma molto…quasi 1 anno e mezzo..), chi mi impedisce di trovarmi un altro ospedale dove evidentemente captando la nuova situazione si sono adeguati e così sveltendo le procedure (lavorando in modo efficace),mi danno la possibilità di raggiungere il mio scopo in 2 mesi? Questi sono i problemi reali, tutte le altre cose sono fuffa!!!! E’ ovvio che il direttore si lamenti, sarebbe ben bella che non lo facesse, però sarebbe anche opportuno che fornisse dati reali rispetto all’efficienza dell’azienda in questione, ormai il mondo gira in quel senso lì, con buona pace dei romantici e nostalgici del ” si stava meglio quando si stava peggio…”,che ci hanno condotto fino a questo punto.

Settembre DOC

Da Luca Giacomini riceviamo le foto di sabato sera e volentieri pubblichiamo

Settembre DOC

Altre foto

Settembre DOC

Nota stonata. Un commento e alcune chiacchiere ci inducono a sottolineare un aspetto molto triste di questa manifestazione: i rigidi e costosi controlli della Guardia di Finanza. Non vogliamo parlare male di chi applica la legge, e se ci sono irregolarità è giusto che vengano sanzionate. Ma il contesto di una festa dove la parola “volontario” e non “stipendiato statale” regna su tutto, ci pare una grossa e stonata forzatura. L’impressione, e speriamo sia solo tale, è che alcuni esponenti dello STATO siano forti coi deboli e…… Peccato.

Settembre DOC

Registriamo, soprattutto su FB, molte lamentele per i prezzi alti. Alcuni lo erano, altri meno. Non va generalizzata la cosa, ma analizzata e calmierata si; l’organizzazione ( vedi Sapori Pro Loco a Villa Manin) deve imporre i prezzi massimi. Tra qualche giorno pubblicheremo qualche nota su L’Antica Fiera del Soco……

Nuovo negozio

Da stamattina aperto, riparazioni e varie cose, in Via Marconi

Skate

Aperte le iscrizioni, ecco la locandina

Fausto Deganutti

Al Polifunzionale venerdì 14 settembre alle 18.00

Marinella è vicina, festa  del Most e cicloturistica

Bevazzana

Toccherà a Don Carlo, Abate Pievano di Latisana, gestire anche le parrocchie di Bevazzana Gorgo e Pertegada, dopo che gli è venuta a mancare la collaborazione del sacerdote che operava fino alla settimana scorsa; un super lavoro, la mancanza di sacerdoti e per i fedeli qualche rinuncia e qualche Messa in meno nel calendario settimanale.

Settembre DOC

Riceviamo e pubblichiamo

Allo scadere della mezzanotte di sabato “Gli amici della foghera di Sabbionera-Paludo” hanno festeggiato i dieci anni di presenza in piazza circondati da una marea di amici che hanno brindato e poi mangiato la pastasciutta ( ne sono state distribuite oltre 400 piatti!!!!!!) offerta per la ricorrenza. L’avvenimento è servito per ringraziare tutti gli amici vicini al gruppo per il loro aiuto, il loro sostegno e, vedere tutta questa folla, anche la convinzione di continuare per gli anni futuri cercando di migliorarsi manifestazione dopo manifestazione in tutto l’ambito latisanese. Utilizziamo questo mezzo (grazie bacucco!!!) per ringraziare: da parte de”Gli amici della foghera Sabbionera-Paludo” un grazie affettuoso e un arrivederci alle prossime manifestazioni!!!!!!!!! Claudio S.

Condividi il post!

PinIt

Un commento su “ortopedia, settembre doc, negozio nuovo, deganutti, marinella, don carlo e ancora foto”

  1. Massimo Della Siega ha detto:

    L’esempio fatto sul funzionamento della sanità pubblica vs sanità privata, qui sopra riportato.è un paradigma del discorso più generale . E’ l’uovo di Colombo. La sanità privata offre , in particolare nel settore diagnostica ( la massa gravosa delle attività mediche e tutti , giustamente, vogliono essere sottoposti ad esami più sicuri ma anche più complessi e costosi ) , servizi più rapidi e tutto sommato concorrenziali nella spesa , perchè ha strutture più dinamiche , non soggette a contratti rigidi e sindacalizzati . E se le cose funzionano c’è magari la possibilità di star tutti meglio economicamente. Cosa diversa la questione terapeutica , soprattutto chirurgica . L’organizzazione è così complessa ed i costi così elevati, che al privato si possono rivolgere solo i più abbienti , mentre di contro le strutture pubbliche ( almeno qui da noi ) offrono in genere qualità professionale elevata a spese del SSN ed in tempi quasi sempre decenti .

I commenti sono disabilitati.