p.g.t., mercatini, convegno

Il Piano di Governo del Territorio

La Regione Friuli Venezia Giulia ha adottato il Piano di Governo del Territorio, che va a sostituire il vecchio Piano Urbanistico Regionale del 1978.  Si tratta di un documento molto corposo, che parte dallo studio della situazione per determinare le linee di sviluppo che determinano i confini entro i quali i singoli piani regolatori dei Comuni devono poi muoversi. Una serie di documenti tecnici e di non facile lettura, e ne riportiamo alcuni stralci che si paiono più significativi. Il primo riguarda gli spostamenti medi dei cittadini, ovvero verso dove si muovono i latisanesi.  Appare evidente come i flussi siano verso Udine, verso Lignano e soprattutto in ambito locale: interessante la definizione che ne dà la Regione, che scrive: …si configura quindi, dal punto di vista delle relazioni lavoro/scuola più come un’area che gravita su altri sistemi, piuttosto che quale zona attrattiva…… In tale contesto, prevalentemente di uscita per gli spostamenti pendolari dall’areale considerato, appaiono rilevanti le relazioni con i comuni di San Giorgio di Nogaro (polarità minore), Udine (capoluogo) e Codroipo (polo di 1 livello). Da segnalare anche la relazione di una certa importanza in entrambi i sensi tra le polarità minori da Rivignano a Varmo, tra areali diversi. Per quanto riguarda le relazioni di attrazione dall’esterno, il sistema territoriale latisanese coinvolge in particolare il comune di Varmo, Codroipo, San Giorgio e Udine. Le relazioni interne si attestano principalmente invece sui comuni di Latisana, Palazzolo dello Stella, Rivignano e Pocenia…. Insomma andiamo, ma pochi vengono qui. Interessante sapere che Latisana risulta al 13° posto in Regione come indice di attratività, ovvero ..verreste a vivere a Latisana, e perché?. Ecco la zona centrale della classifica dove siamo inseriti. Un dato, tra i moltissimi contenuti nelle migliaia di pagine, riguarda la “subsidenza”, ovvero l’abbassamento del suolo rispetto al livello del mare. Per Latisana è stato calcolato questo in ragione di circa 3-5 millimetri all’anno, ovvero tra cento anni mezzo metro. Siamo a posto per un bel po’. Per l’energia, Latisana è esclusa dai sistemi eolici, poco vento costante, ma inserita nella zona di sfruttamento della geotermia, ovvero acqua calda di sottosuolo. Per l’interesse territoriale, Latisana viene ovviamente valutata prevalentemente per l’aspetto turistico; nella tabella che vedete infatti, la linea gialla (si vede poco ma questo è…) è prevalente rispetto a tutte le altre. Infine per quanto riguarda l’agricoltura, la tabella che riportiamo è assai emblematica e dice, in sostanza, che qui c’è molta agricoltura e pochissimo settore agroalimentare. Si produce molto ma il prodotti viene portato via per essere lavorato, il contrario, per esempio, di San Daniele. Un documento importante, che oltre ad essere una fotografia dell’esistente, traccia il percorso per il futuro. Chi lo volesse può rintracciarlo sul sito della Regione FVG. Ecco alcune tabelle.

Oggi convegno

Alle 15.30, venerdì, al Polifunzionale convegno organizzato dall’AVIS “Dono, Associazioni e Istituzioni: i ruoli nel percorso di promozione di donazione e trapianto”.

Mercatini di Natale

Sabato 8 tornano i mercatini: a Latisana dopo la Messa, a Pertegada alle 11.00, sempre a Pertegada  poi fino alle 17.00 nell’area festeggiamenti, a Paludo dopo la Messa e a Latisanotta sempre dopo la Messa.

Condividi il post!

PinIt

Un commento su “p.g.t., mercatini, convegno”

  1. Massimo Della Siega ha detto:

    Complimenti per i contenuti . Presentare documenti tipo il il pgt , commentarli a beneficio degli utenti e magari su questo muovere considerazioni o critiche alle amministrazioni pubbliche , va nel senso giusto . L’ approfondimento serio qualifica , contrasta il populismo e smaschera le inettitudini su basi concrete .

I commenti sono disabilitati.