paperopoli, arte, teatro, caporetto, valutazioni e pertegada

Teatro a Latisana

L’8 di novembre, all’Odeon, spettacolo teatrale dal titolo “Succo d’aceto” di Pino Roveredo.

Pertegada

Confermata la facile previsione dei giorni scorsi: il Comune ha deciso di chiudere la raccolta di rifiuti di zona campo sportivo di Pertegada. Resta attiva quella in Via Sabbioni ovvero il magazzino comunale. Una sconfitta di molti per la stupidità di pochi.

Arte…….parola difficile….. da capire talvolta…..

http://albertocane.blogspot.it/2010/09/il-dito-medio-di-cattelan.html

Nota curiosa

Nell’albo del Comune, potete trovare le valutazioni fatte dalla Segretaria Comunale sui vari capi settore; valutazioni e giudizi che si trasformano in premio legato al raggiungimento degli obiettivi prefissati, e quindi in soldi. Interessanti da leggere, ma essendo giudizi personali non li riportiamo qui.

Latisana e Caporetto; riceviamo e pubblichiamo

san paolino aquileia

VIAGGIO DELLA MEMORIA “LA BATTAGLIA DI CAPORETTO”. Treno storico a vapore con rievocatori vestiti in divisa d’epoca. Lo scontro, che iniziò alle ore 2:00 del 24 ottobre 1917, rappresenta la più  grave disfatta nella storia dell’esercito italiano, tanto che, non solo nella lingua italiana, ancora oggi il termine Caporetto viene utilizzato come sinonimo di sconfitta disastrosa. Con la crisi della Russia dovuta alla rivoluzione, Austria-Ungheria e Germania poterono trasferire consistenti truppe dal fronte orientale a quelli  occidentale e italiano. Forti di questi rinforzi, gli austro-ungarici, con l’apporto di reparti d’élite tedeschi, sfondarono le linee tenute dalle truppe italiane che, impreparate ad una guerra difensiva e duramente provate dalle precedenti undici battaglie dell’Isonzo, non ressero all’urto e dovettero ritirarsi fino al fiume Piave. Anche quest’anno La Pro loco di Fogliano di Redipuglia, propone un viaggio nella storia da Redipuglia fino a Caporetto.E’ possibile tentare di far provare antiche emozioni e sensazioni semplicemente promuovendo un viaggio in treno? Certamente sì se ad accompagnare i viaggiatori sono i rievocatori nelle uniformi d’epoca degli eserciti allora schierati in lotta. La meta è il paese di Kobarid (Caporetto-Karfreit), partendo da Redipuglia, luogo simbolo per eccellenza della comune memoria europea della Grande Guerra. Con gli autopullman dalla Regia Stazione di Redipuglia, si raggiunge Gorizia e  la stazione della Transalpina. Qui si attraversa quasi senza accorgersene quel confine di stato che non c’è più, simbolo antico delle conseguenze della  seconda guerra mondiale. La Stazione della Transalpina, nella Repubblica di Slovenia, è oggi un monumento di se stessa e di quella “Ferrovia Meridionale” che seguendo un percorso ottimale congiungeva Trieste a Vienna. Al traino di una locomotiva a vapore sulla storica tratta “Redipuglia Most na  Sočì (Santa Lucia)”, i passeggeri si muovono non solo su binari d’acciaio, ma anche sui binari della storia. Nelle varie carrozze del convoglio giunge infatti, la voce di uno speaker che narra i principali avvenimenti accaduti nella valle dell’Isonzo mentre la locomotiva lentamente costeggia il fiume, sbuffando il suo bianco vapore. Giunti, a Most na Soči (Santa Lucia), i passeggeri saliranno sui pullman per  continuare l’itinerario a: Caporetto dove visiteranno il museo e l’ossario che custodisce le salme di 7014 soldati italiani e partecipare alla rievocazione  storica allestita solo per l’evento. Per l’occasione saranno protagonisti anche i nostri musicisti del GRUPPO OTTONI SAN PAOLINO, i quali indosseranno le uniformi in dotazione alla dissolta banda della marina imperiale austriaca, riproducendo gli inni e le musiche dell’epoca. Per chi volesse partecipare, forniamo i contatti per le adesioni. Accoglienza partecipanti 07.00 – 07.25 – Partenza da Redipuglia ore 07.30 – ritorno ore 19.15 circa – Iscrizioni ed informazioni: I.A.T. Ufficio Informazioni ed Accoglienza Turistica Via III Armata, 54 34070 Fogliano Redipuglia (GO) Tel. / Fax (0039) 0481 489139 Cell. (0039) 346 1761913 – (0039) 335 1444109 skype: proloco.fogliano.redipuglia – See more at: http://www.prolocofoglianoredipuglia.it/

…e a Paperopoli che si dice?

Ha suscitato interesse e curiosità la doppia recente apertura di centri massaggi orientali a Latisana, soprattutto per la “mise” delle ragazze che escono dai due centri….

minigonne e tacchi a spillo

Condividi il post!

PinIt

12 commenti su “paperopoli, arte, teatro, caporetto, valutazioni e pertegada”

  1. Severino ha detto:

    il Comune ha deciso di chiudere la raccolta di rifiuti di zona campo sportivo di Pertegada.
    Praticamente si ritorna al passato, scaricando i rifiuti vicino hai bidoni di zona. Mi e sempre piaciuto il progresso, a Latisana siamo sempre all’ avanguardia, anticipiamo pure il futuro.

  2. marco zanetti ha detto:

    arte? pochi partecipanti,ruffiani e parvenir……….

  3. Giulia ha detto:

    Che schifo!!!!!!!!!!! Certo che nella cattolicissima Latisana permettere l’apertura di non uno ma due posti così laidi…..

  4. il_bacucco ha detto:

    le legge autorizza

  5. Giulia ha detto:

    La legge autorizza i massaggi. Loro fanno attività non autorizzate spacciandole per massaggi, quindi di fatto È una frode.

  6. Giulia ha detto:

    Legalità? Chissenefrega!

  7. il_bacucco ha detto:

    occhio giulia……………… hai le prove??sei stata a farti una…seduta?? o son solo illazioni?? facile pensarlo, ma per dirlo occorre essere certi…

  8. Maurizio ha detto:

    Giulia….grazie di esistere. E’ infatti grazie a commenti come i tuoi che uno non ringrazierà mai abbastanza il karma per non essere nato in un paese integralista e razzista.
    P.S. Occhio hai maschi di famiglia… 🙂

  9. valerio ha detto:

    Ma questa GIULIA è pelata, ha la barba e mangia anguria? Che tempi!

  10. Giulia ha detto:

    Maurizio…..occhio alla grammatica………!

  11. Maurizio ha detto:

    ….e beh, certo, la sostanza del ragionamento sta nelle sviste del correttore automatico dello smartphone…

  12. il_bacucco ha detto:

    …..calma………..

I commenti sono disabilitati.