paperopoli, cavalli, lascito toniatti, piazza indipendenza, tav/tac, summer camp, inglese, precenicco, coccinella, autostradsa

Cavalli sotto le stelle

Domenica 16 giugno a Gorgo di Latisana, Via Braccio di Volta, “Al Maneggio” e “Alla Volta” presentano “Cavalli sotto le stelle”, con la partecipazione di Los Amigos. Dalle ore 16.00 esibizioni di Gruppo Twirling di Lignano, Scuola Filo Danza,  Yosekan Club Latisana, Scuola Centro Danza, Zumba Fitness di Muzzana; alle 20.00 show con i cavalli de Los Amigos

Latisana e l’autostrada

Ieri, a metà mattinata, un pesante incidente in autostrada ha fatto chiudere il tratto tra Latisana e Portogruaro, direzione Venezia. Uscita obbligatoria a Latisana e consigliata anche prima; inevitabili gli intasamenti sulla statale, aggravati dalla giornata di mercato. Vigili ovviamente….  Questo il comunicato dal sito di Autovie Venete:  (ANSA) – LATISANA (UDINE), 5 GIU – Il tratto autostradale Latisana-Portogruaro in direzione Venezia dell’autostrada A4 Venezia-Trieste e’ chiuso dalle 10.20 di oggi a causa di un incidente tra una cisterna e una bisarca. Il sinistro e’ avvenuto alle 10, quando una cisterna che trasportava generi alimentari ha tamponato una bisarca in corsia di marcia. Per liberare dai mezzi pesanti la carreggiata interessata dall’incidente, il tratto e’ stato chiuso con obbligo di uscita per i mezzi provenienti da Trieste e diretti verso Venezia, al casello di Latisana. Al momento – informa Autovie Venete – si registrano circa sei chilometri di coda in prossimita’ dell’incidente e due chilometri in uscita al casello di Latisana. Sul posto al momento stanno operando il 118, i Vigili del Fuoco, la Polstrada e il personale di Autovie Venete. (ANSA).  Verso le 13.30 riaperta la sola corsia di sorpasso.

Italiano e inglese, e viceversa  — segue  — clicca  

Per chi volesse avere lezioni private, singolo o in gruppo, di inglese (per italiani) o  di italiano (per stranieri), una nostra lettrice è disponibile. Basta chiedere

Festa d’Estate a Pertegada

festa d'estate

Associazione La Coccinella. Siamo un associazione di volontariato che avrà come obbiettivo la solidarietà e la beneficenza nei confronti di persone disabili e famiglie o persone sole , associazioni e chiunque si trovi in difficoltà nel tessuto sociale del nostro comune. Le manifestazioni che andremo ad organizzare saranno atte a queste finalità. Non c è scopo di lucro ne altro. Con il tempo intendiamo avvicinarci a scopo collaborativo con altre associazioni che operano nel volontariato. Ciao a presto!

Precenicco 10 giugno 2013

All’Auditorium Comunale (lo avete mai visto?? molto bello e fruibile), alle 21.00, concerto di Mohammad Reza Mortazavi, iraniano, considerato il più bravo interprete di tombak del Mondo. Il tombak è quel tamburo che si suona tenendolo appoggiato sulle gambe o comunque in mano.

Summer Camp 2013

L’Associazione Pallacanestro Tagliamento organizza il Summer Camp 2013, alla scoperta della pallacanestro. Per i ragazzi e ragazze nati tra il 2000 e il 2008, al palazzetto di Via Bottari, dal 10 al 28 giugno. Costo solo 20 euro.

Latisana TAV e TAC

Come giù successo per la storia del Punto Nascita, Latisana si trova costretta a combattere una guerra che già si sa che perderà, almeno le premesse induco a pensarlo. La scelta del Governo per il nuovo tracciato della TAV/TAC potrà andare verso quello parallelo all’autostrada ( che non voglio i comuni di quella zona), o quello già esistente raddoppiandolo, con il nodo ponte sul Tagliamento da risolvere. A vedere la mappa, la ferrovia a Latisana fa una curva, che non dovrebbe esserci, e il tratto raddrizzato passerebbe sopra Latisanotta. Vuoi vedere che la scelta premierà i comuni della tratta più a nord e penalizzerà Latisana? Occorre una strategia comune, nel senso di “assieme” e non sottovalutare la scelta da fare a monte: o terza corsia e trasporto su gomma, o rotaie e trasporto su treno. Entrambe non ha senso.

Dal Comitato Toniatti riceviamo e volentieri pubblichiamo

“Comitato per la difesa e la valorizzazione del lascito Toniatti” – Latisana 3 giugno 2013 – Al Sig. Direttore dell’ASS 5 – Dott. Paolo Bordon  –  al Sig. Sindaco di Latisana Dott. Salvatore Benigno  —  Ai Sig.i Capigruppo in Consiglio Comunale

Oggetto: attività del “Comitato per la difesa e la valorizzazione del lascito Toniatti” e progetto della “Cittadella della salute”.

Egregio Direttore, in data 13 febbraio 2013 si è costituito, dandone comunicazione formale al Sindaco di Latisana,   il “Comitato per la difesa e la valorizzazione del lascito Toniatti”. La sua denominazione ne sintetizza gli scopi statutari e le finalità, che sono strettamente legate all’utilizzazione dei beni che la defunta Teodolinda Toniatti ha inteso destinare a beneficio degli anziani di Latisana. Beni che il Comune di Latisana intenderebbe utilizzare per la realizzazione della così detta “Cittadella della salute”, nella cui progettazione e nel successivo utilizzo degli immobili che si intenderebbe realizzare è coinvolta anche la ASS 5 da Lei diretta, in particolare riguardo l’utilizzazione di un nuovo Hospice e di una nuova RSA, da realizzarsi in sostituzione di quelli attualmente esistenti all’interno dell’Ospedale di Latisana. Nel corso di una serie di iniziative pubbliche del Comitato, abbiamo registrato un diffuso dissenso fra i Cittadini di Latisana e anche fra quelli di altri Comuni rispetto del progetto in oggetto, in particolare risulta del tutto incomprensibile la volontà dell’ASS 5 di chiudere e spostare gli attuali Hospice ed RSA  all’esterno dell’Ospedale.  Crediamo Le sarà ormai ampiamente noto che, per una serie di motivazioni che ci esimiamo dall’elencarLe, questo sentire comune corrisponde con le posizioni sostenute dal Comitato. Ciò premesso e vista la rilevanza delle questioni accennate, sia per i Cittadini di Latisana sia per quelli dei Comuni limitrofi, come Comitato avremmo l’intenzione di favorire una migliore conoscenza dei servizi attualmente a disposizione della Comunità, in particolare quelli forniti dall’Hospice, tanto poco conosciuti ma quanto invece dolorosamente apprezzati da coloro che ne hanno fruito. Con la presente, allo scopo quindi di far conoscere la qualità di una struttura che con la realizzazione della “Cittadella della salute” si intenderebbe chiudere, Le proponiamo , ovviamente con le modalità e con i limiti che riterrà opportuni, di consentire  delle visite “organizzate e assistite”, riservate in particolare agli Amministratori locali a vario titolo coinvolti nelle decisioni riguardanti il progetto in questione. La stessa possibilità, ovviamente con gli stessi limiti e modalità, potrebbe essere offerta anche ai Cittadini che ne avessero interesse, soprattutto a quelli coinvolti nelle attività delle associazioni di volontariato. Siamo a Sua completa disposizione per qualsiasi chiarimento volesse richiederci e ringraziandoLa per la cortese attenzione, cogliamo l’occasione per porgerLe distinti saluti. Per il Comitato  —  Pietro Pitacco       Gianfelice  Colonna       Ernesto De Marchi

Piazza Indipendenza e Palmanova

Piazza Indipendenza  è stata al centro di una gustosa mezzoretta durante il recente Consiglio Comunale, portata all’attenzione della giunta da una interpellanza dell’ex Sindaco Sergio Simonin, dell’ex Vice Sindaco Orlando Fantin, dell’ex Ass. ai LLPP Francesco Ambrosio e dall’ex Capogruppo di maggioranza, ora di minoranza,  Roberto Cicuto. Si parlava di erba in piazza e più in generale del degrado evidente e squallido della Piazza stessa, nata come pedonale e allestita come tale e rovinata dai tanti camion anche pesantissimi (giostre e palco) che vi transitano da anni. Ci si mette una pezza spesso (asfalto a freddo orribile), ma occorre una ristrutturazione. Qualche giorno dopo, sul Messaggero, Palmanova tenta il rilancio della sua piazza, con l’apertura dei bar e dei posti all’aperto, liberi o sotto gazebo o ombrelloni. Uno più uno fa due: la Piazza Indipendenza va chiusa al traffico e vanno studiate forme di animazione e intrattenimento che ri-trasformino la Piazza in un salotto, come era ad inizio del secolo scorso e per ridarle il ruolo che aveva e che deve avere, di aggregazione e sosta, oltre che di shopping e ristoro nei bar. L’occasione, l’ennesima, verrò data dai prossimi venerdì di shopping e musica, che Comune e Ascom dovrebbero organizzare  tra un mesetto. Dovrebbero perché ci sono i soldi per le Vele e le Cittadelle, ma non ci sono poi per rilanciare il centro e sistemare la piazza, misteri del bilancio. Il bello è che tutti nei loro programmi elettorali, “prima”, scrivono di chiudere la piazza, e “poi” stranamente se ne dimenticano. Vista la crisi ormai evidente e le serrande abbassate, direi che, poiché peggio di così è difficile, sia finalmente arrivato il tempo di chiudere la piazza al traffico.

E a Paperopoli, che si dice?

Piazza 1

piazza paperopoli con paperon

Piazza 2

cip e ciop sulla piazza

Lascito Toniatti

paperinik lascito

Condividi il post!

PinIt