PdL1 e PdL2, e il PD senza elle?

Non ci capisco molto, ma abbiamo un candidato: Ippolito Di Martino

 
Detto e ridetto delle beghe interne al PdL alle prese con un chiarimento in  tempi stretti; sconosciuto l’attuale momento della Lega Nord, che oltre a avere uno scarso feeling con la piazza ( assurdo vero?) non ha una segreteria funzionante e soprattutto appare molto dentro il Palazzo e molto assente tra la gente, al contrario di come dovrebbe essere secondo lo spirito “padano”; misterioso l’UDC che a Udine è spaccato in due e a Latisana ora vota a favore ora vota contro, parliamo oggi del PD.  (leggi tutto)

 

 

Lo spunto abbastanza inusuale è quello di una auto candidatura a fare il sindaco di Latisana, che purtroppo non è quella di Matteo Renzi (nella foto il 35enne sindaco di Firenze, che vuole rottamare i vecchi esponenti del PD), ma quella del consigliere comunale Ippolito Di Martino. Ce la siamo inventata noi?? NO! La scrive lui sul blog de “Il Perbenista” quello della foto Moretti-Illy, e lo fa proprio ieri con le seguenti parole: “ Ippolito scrive;  ottobre 27, 2010 alle 12:21: Carissimi tutti, desiderate una Latisana che sappia affrontare le sfide del futuro? Alle prossime amministrative votate me e solo me. Sono troppo giovane, inesperto e senza spalle coperte? Se ciò che vuoi è cambiare del tutto quel modo di fare che Latisana ha da decenni, allora caro amico devi rischiare e affidarti alla persona che politicamente forse non ti appartiene, ma che vede un futuro migliore per i tuoi figli. Pensi che sia un’autocandidatura? NO, sono solo stufo di vedere il mio paese che va a rotoli. Consigliere Comunale Ippolito Di Martino.

Wow, mi pare una bella sparata: ma non si parlava di primarie a Latisana? E non si vociferava della doppia “disponibilità” dell’ex Sindaco Sergio Simonin e dell’ex Vice Sindaco Orlando Fantin? Sarà mica che Ippolito ha sentito crescere la concorrenza e ha voluto stanare i suoi compagni, pardon, amici di partito? Sono anni che a Latisana la sinistra perde e per dirla con Niki Vendola “ Non possiamo più perdere bene, dobbiamo vincere bene!” Ma la vedo dura. Una possibilità in realtà esiste e si chiama esperimento Sicilia, ovvero la coalizione che attualmente regge il parlamento siciliano (sapete che là i consiglieri si chiamano deputati?). Quali forze quindi si dovrebbero mettere assieme per sconfiggere la corazzata Sette-Galasso-Moretti-Benigno ecc ecc? Il PD, ovviamente, poi il PdL 2, l’UDC e parte della Lega assieme agli scontenti della giunta Sette che attualmente stanno bene sotto coperta. O così o il nostro caro EDM continuerà a “perdere bene” e Ippolito non farà il sindaco….

Condividi il post!

PinIt