PROFUGHI. L’AMBITO DI CERVIGNANO LI RIMPALLA A LATISANA

Il caso Bicinicco non smette di far discutere. Di profughi l’Ambito di Cervignano ne dovrebbe avere 150, per ora si trovano solo sul territorio del Palmarino, circa un centinaio. A Bicinicco il caso della Corte di Via Verdi in cui era previsto l’arrivo di 40 profughi provenienti da Lignano ha sollevato una mobilitazione. Ad oggi i profughi arrivati sono 14.  Mercoledì il prefetto ha verificato la situazione della corte personalmente e poi ha partecipato a una difficile e tesa assemblea pubblica. La bravura del Sindaco Bossi di Bicinicco, la rabbia delle centinaia persone presenti ma anche la disponibilità del prefetto hanno fatto si che si scongiurasse l’arrivo di ulteriori profughi.

Il problema resta e il prefetto chiede aiuto all’Ambito di Cervignano per individuare soluzioni condivise. Ma dal Sindaco di Cervignano Savino, Presidente ambito e Uti, arriva la doccia fredda. “Stop al trasferimento”. Sorprende l’atteggiamento del territorio piu’ a sinistra della regione che si e’ sempre vocato all’integrazione e alla solidarietà. Almeno a parole.

Il problema rimbalza. La proposta sarebbe quella di chiedere al Prefetto che i profughi siano rimandati nell’ambito di provenienza cioè in quello di Latisana.

E’ iniziata così, dopo la guerra tra comuni, anche quella fra ambiti…

Condividi il post!

PinIt