Punto Nascita, aggiornamento

Dalla tragedia alla commedia: la Regione smentisce Pilati e lo invita a ritirare il decreto di chiusura. Calma e sangue freddo, qui siamo alle prese con bombe atomiche maneggiate da dilettanti…..

Condividi il post!

PinIt

5 commenti su “Punto Nascita, aggiornamento”

  1. luca ha detto:

    Tutti a casa a calci nel culo. A prescindere dalla decisione che verrà presa. Banda di incapaci (di ogni colore politico)

  2. Ilario ha detto:

    Siamo in mano a dilettanti a tutti i livelli…..un dramma !!! tutti a casa (benissimo) e poi chi mettiamo ? altri dilettanti ?

  3. Severino ha detto:

    Ma quali Dilettanti, già dall’inizio questa cosa e stata sempre vista e gestita sotto il profilo politico e anche giusto visto tutti i soldi che si sono spesi. Ma indipendentemente dalla Politica, a me non tornano i conti di queste due amministrazioni Ospedaliere Palmanova-Latisana chi sono questi direttori che non abbiamo mai sentito ed ora hanno potere di decidere. ?? sento puzza di calamari poca miseria !! a me non convince.

  4. Edi ha detto:

    Nessun commento da gente ” di palazzo” ma messaggi di cene e creazioni liste per le prossime elezioni girano come le scatole delle persone che pagano le tasse per avere poco o nulla in cambio…spero che alle prossime comunali la gente si ricordi di tutto questo….tutti pronti a salire sul pulpito per annunciare le cose belle…salvo poi sparire quando c’è da metterci la faccia per le cappelle fatte e le cose perse….

    Un imbocca al lupo al personale del reparto che da 3 anni vive in altalena, un abbraccio a chi sta frequentando il reparto per necessità (dato che non parliamo di sassi da mettere sui bordi della strada)….
    e sopratutto SOGNI D’ORO a chi la sera si andrà a coricare sapendo di aver preso delle scelte non per il bene delle persone ma per qualche altro strano bene….

  5. Edi ha detto:

    Mi correggo…ma non so se lo puoi pubblicare

    “—–E intanto ieri mattina è partita, destinatario il prefetto di Udine, una segnalazione sottoscritta da tutti i rappresentanti dei gruppi consiliari di Latisana: «In qualità di autorità sanitaria locale si chiede al prefetto di verificare se, a seguito della chiusura del punto nascita e visto il futuro incerto del reparto di Pediatria, esistano ancora i presupposti di sicurezza previsti nel Piano regionale delle emergenze.

    O se la decisione della Regione non pregiudichi invece l’equa distribuzione del diritto alla salute, non permettendo un’omogenea risposta su tutto il territorio regionale – scrive il consiglio comunale di Latisana – quando il Pediatra cesserà la sua presenza in ospedale alle 17 di ogni giorno e non sarà più presente, né in reparto né in area di emergenza, la notte e i giorni festivi, chi garantirà la sicurezza?». ”
    Dal messaggero dell 11 dicembre….forse qualcuno è ancora vivo in comune…

I commenti sono disabilitati.