ricordo di perosa, rotatoria, rock, aprilia marittima e parcheggio

Rock in Piazza

Appuntamento venerdì con il rock al Commercio, ecco la locandina

Rotonda a Paludo

E’ stato deciso di realizzare una piccola rotatoria all’intersezione di Via Fontanini con Via Stretta, vedi foto, per la pericolosità della stessa e migliorare la sicurezza. Rotatorie ovunque.

a.a.a. inaugurazione cercasi

Pubblichiamo la foto dell’inaugurazione della stagione 2011 di Aprilia Marittima, foto di fine aprile dell’anno scorso. Non che se ne senta la mancanza, i turisti vengono lo stesso e i canali sono poco navigabili come sempre, anzi peggio nonostante i cento milioni di euro spesi, come dice l’inchiesta del Messaggero Veneto. Ma se nel 2011 è stata fatta una inaugurazione in pompa magna con tanto di alzabandiera, quest’anno? Come mai nulla? Sappiamo che nessuno dal Comune risponderà e sappiamo che gli operatori di Aprilia probabilmente non se ne cureranno più di tanto, ma ci sembra un buco amministrativo e turistico, e senza giustificazione reale, a meno che non si tratti di operazione risparmio: in questo caso hanno fatto bene. Bastava dirlo.

Pagare

Per chi non se ne fosse accorto, è stato messo a pagamento anche il parcheggio dell’ex distributore di Via Sottopovolo. Con sti chiari di luna ci voleva.

Ricordo

Da Valerio Formentini riceviamo e volentieri pubblichiamo

Oltre alle vecchie immagini di Latisana, credo sia doveroso ricordare quanti hanno , nel loro lavoro quotidiano, caratterizzato la nostra città. Ieri è stato dato l’estremo saluto a Renzo Perosa che tutti ricordano nel suo laboratorio e negozio di radio elettronica. Era l’epoca dei grossi televisori a tubo catodico alimentati da stabilizzatori pesantissimi, delle fonovaligie, dei registratori a nastro, delle marche col “ph” (Philips, Phonola, Philco) anche se la sua preferenza andava alla produzione tedesca, oggi ormai superata dalla industria orientale. Il suo negozio era l’unico a Latisana dove reperire gli ultimi successi discografici a 45 o 33 giri, ordinatamente esposti sul bancone. Di lui ho ancora viva l’ironia e la sua grande disponibilità, sotto una forzata maschera burbera per intimidire scherzosamente quanti, ragazzetti come me, iniziavano i primi esperimenti con la presa “fono”  per trasformare la radio di casa in amplificatore del registratore a nastro, del giradischi o,persino, della chitarra elettrica…

Grazie a Valerio; personalmente aggiungo che il negozio era poco prima di Sot la Nape, di fronte all’officina Zuccato, e che ho buona memoria anche del figlio, appassionato di Land Rover e dell’Inghilterra. Mandi.

Condividi il post!

PinIt

3 commenti su “ricordo di perosa, rotatoria, rock, aprilia marittima e parcheggio”

  1. alberto ha detto:

    La rotonda è pericolossissima specialmente per chi arriva dalla rotonda della lidl che è abituato ad andare dritto. Poi l’angolo di precedenza a chi si immette è completamente oscurato dalla siepe della casa e non si vede chi arriva se non dopo la rotonda ma se arriva qualcuno l’incidente è inevitabile. A questo punto era meglio per assurdo un semaforo. Qualche politico di latisana forse abita li.. Ma chi ha progettato la cosa forse ha la licenza media ma dubito.

  2. il_bacucco ha detto:

    concordo…..senza tener inoltre conto del discorso ambulanza…..

  3. paolo miotto ha detto:

    Un caro saluto al sig.Perosa,fornitore di dischi della mia giovinezza.Ricordo ancora con piacere l’acquisto di un 45 giri dei Camaleonti che poi ho letteralmente consumato. Non mi sembrava burbero,pero’ ricordo che rivolgeva a mia mamma ,che mi accompagnava nel negozio,delle occhiate di compassione…….Mandi.

I commenti sono disabilitati.