Riunione del Pdl a Paludo di Latisana

Tanti “grazie” e il giallo dell’assessore che si dimette

Sul tavolo dell’Osteria Da Salmaso a Paludo schierato lo stato maggiore del PdL locale con la Sindaca Micaela Sette e gli assessori Milo Geremia, Salvatore Benigno e Ezio Simonin. Padrone di casa il coordinatore del PdL Andrea Tognato. Diciamo subito che, a precisa domanda, la Sindaca non ha confermato le voci delle dimissioni di uno degli assessori assenti, ma ha anche detto di non scrivere che non si è dimesso, ragione per cui crediamo che la cosa sia ancora in ballo, tra volontà e ripensamenti, o trattative, probabilmente, ed è quel che sappiano alle 22.30 di venerdì sera. La serata si è sviluppata sul classico canovaccio delle cose fatte e dei programmi mantenuti,  (leggi tutto)

 

 

con una serie infinita di grazie, molto euforici quelli di Geremia, ma di tutti i presenti, come si usa fare alla fine di un ciclo e aspettando il prossimo. In apertura le parole dell’ ”allenatore” Tognato che ha parlato di squadra coesa, di allenamenti e di risultati da ottenere tutti assieme, cedendo poi la parola a Benigno. A lui il compito di stilare un elenco di lavori pubblici fatti, a partire dalle scuole, ai depuratori, alla captazione delle acque piovane (fogne), alla video sorveglianza potenziata e da potenziare fino ad arrivare alla viabilità. Dopo di lui un ringraziante Milo Geremia che ha subito parlato dell’impianto di irrigazione che verrà installato nella zona tra Sabbionera e Gorgo, zona frutteti…., poi un breve elenco degli interventi in settore sportivo con la palestra delle scuole elementari di Latisana capoluogo e i campi di calcio sintetici, quello fatto a Pertegada e da fare a Latisana. Esistono, da noi, ben 38 società sportive: sono tante. Ezio Simonin ha elogiato il valore sia dell’Ambito Socio Assistenziale che quello della Consulta del Volontariato, sottolineandone ruoli e impegni nei confronti sia dei ragazzi che degli anziani e disagiati. Impegno per allargare l’Asilo Nido, ben funzionante, e portarlo da 18 a 35 posti utili. Questo mi fa ricordare i tempi di 15 anni fa quando si lottava per averlo. La Sindaca Sette ha puntato sugli argomenti più forti: l’Ospedale, con la dichiarata guerra all’assessore regionale Kosic in difesa del punto nascita, le rotonde, con la promessa di portare a breve i progetti definitivi che terranno conto delle esigenze dei pedoni (sottopassi o sovrappassi), e il Tagliamento, con la soddisfazione dell’innalzamento del ponte. A questo proposito in occasione della prova tecnica di innalzamento di un ulteriore metro e 10, la popolazione potrà assistere a questa imponente applicazione d’ingegneria. Ultimo argomento la centrale a biomasse, di cui si conoscono finalmente i numeri: 4 mega watt/ora, 40 mila tonnellate annue di materiale da bruciare, cessione delle quote a una società privata del gruppo Zignago, con utili e strade in cambio. Ha chiuso Tognato: “il PdL è sempre in campagna elettorale”, ha detto.

Condividi il post!

PinIt