Sabato: i progettisti; innovazione; Pisus e affitti centro storico; Piccoli Palchi; musica, due latisanesi a Portogruaro; Pustetto interroga; NCD dalla Ministra; elettorale; Paperopoli; banda larga

Piccoli Palchi

Anche il sito del CIT non è un granché di precisione; nella pagina Piccoli Palchi leggiamo dell’appuntamento fissato per il 22 febbraio…2015; poi all’interno invece la data giusta, ovvero oggi sabato 23 alle 17.00

Piccoli Palchi 2015/2016. – La bottega dei giocattoli C.R.E.S.T., Taranto Sabato 23 gennaio 2016 Ore 17.00

Per i bambini dai 3 anni ; Attori, danzatori e giocattoli di ogni tipo 50 minuti

Canto di luna, luna d’incanto questa è la storia che or ti racconto.

La bottega dei giocattoli è in fermento in attesa del Natale. Le botteghe di giocattoli sono simili a delle città in cui le persone si incontrano, si amano, litigano, si cercano e si trovano. C’è sempre una bambola più bella e c’è la bambola invidiosa, un orsacchiotto che si innamora e un soldatino geloso, una mamma cattiva e una buona fata, giostre e macchinine che non si stancano di girare. E tra loro si nasconde la cupidigia e la crudeltà di un essere che non ha a cuore la felicità dei bambini, ma solo il suo personale interesse.

I giocattoli, si sa, hanno un’anima e con loro i bambini fanno esperienza di emozioni, imparano a non perdersi passando dalla gioia alla delusione, dalla malinconia all’allegria, dall’amore al risentimento. La città dei giocattoli è una città solitamente notturna, perché vive nel profondo dei sentimenti. Non solo infantili.

Pisus e affitti

Il Vice Presidente della Regione, Bolzonello, ha annunciato a breve una di provvedimenti per aiutare i centri storici ed evitare che le attività commerciali chiudano. In sostanza si pensa a dei contributi che abbattano il costo dell’affitto ( troppo alti anche a Latisana e i risultati si vedono in piazza) e al rifinanziamento dei PISUS, piani integrati di sviluppo urbano sostenibile, che vedeva Latisana fuori dalla prima classifica di comuni finanziati.

Musica a Portogruaro

A Portogruaro suona il batterista dei Deep Purple; Teatro Russolo – Via Guglielmo Marconi – Portogruaro – 23 gennaio 2016

Sabato 23 gennaio è data da appuntare nell’agenda degli appassionati di rock: a Portogruaro arriverà una leggenda mondiale. Ci sarà, infatti, un concerto di Ian Paice. Dalle 21, al teatro Russolo, si esibirà un mito, il batterista della band Deep purple. Si tratta di un gruppo hard rock inglese, formatosi a Hertford nel 1968. Insieme a formazioni come Led Zeppelin e Black Sabbath, sono considerati fra i principali pionieri del genere heavy metal. Durante il concerto verranno riproposti i grandi classici della mitica hard rock band, da Highway Star a Smoke on the water, da Burn a Child in time, da Black night a Hush, tutte con varie formazioni guidate dal chitarrista Paolo Moretto. Ogni musicista contribuirà con la propria personalità a rendere unica la serata, con molte improvvisazioni nel classico stile Deep purple. Ci saranno anche due strumentisti di Latisana, Jimi Zanelli al basso e Rudy Fantin all’organo Hammond.

I progettisti

Mi piacerebbe sapere quanti soldi sono stati spesi dal Comune di Latisana, soldi e tempo dei dipendenti, per fare progetti che poi si sono rivelati inutili, tipo la Vela o la Città della Salute, o la Piazza di Pertegada per esempio. Questa storia di spendere senza avere certezza non mi va giù. Stiamo comperando una casa e stiamo facendo un bando per un progetto, senza avere nessuna certezza economica di poter fare i lavori. Abbiamo case e terreni, ma non abbiamo “soldi”. Nessun capo famiglia si metterebbe a fare un investimento sapendo d avere in casa un cane che vale un milione di euro…. li vale solo quando lo vendi… oppure aspettati che ti diano in cambio due gatti da 500.000 l’uno.

Innovazione

Articolo di Gonars, dedicato all’Assessore all’Innovazione Sandro Vignotto.

GONARS Oltre 35 mila euro all’anno di risparmi per il Comune di Gonars nel settore dell’illuminazione pubblica: investire sull’ambiente produce infatti anche risparmi. Il posizionamento dell’illuminazione a led, estesa a tutti i punti luce del capoluogo, oltre a una illuminazione più diretta al manto stradale e quindi capace di migliorare la sicurezza, ha determinato anche risparmio sulle bollette. Spiega il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici, Ivan Boemo: «Facendo il raffronto tra la spesa per l’illuminazione stradale dell’intero territorio comunale nel trimestre settembre–novembre 2014 e nello stesso trimestre del 2015, è risultato un risparmio di 8.640 euro che, esteso all’intero anno, risulta di circa 35 mila euro. Questo grazie al posizionamento dei 505 punti luce, avvenuto nel mese di settembre 2015. Ma la nostra amministrazione ha posizionato, fin dal 2013, un totale di 675 punti led, per cui il risparmio globale sarà sicuramente maggiore». È evidente che i 70 mila euro che il Comune ha stanziato in appoggio al contributo regionale per l’acquisto e il posizionamento delle lampade a basso consumo saranno recuperati in un paio di anni. Conclude il sindaco di Gonars, Marino Del Frate: «La politica del risparmio energetico e della implementazione delle fonti rinnovabili sta dando i propri frutti. Gli oneri per la pubblica illuminazione, partendo da 73.000 euro nel 2010 sono saliti a 103.000 nel 2013, per ridursi a 76.000 nel 2015. Non solo: il ricavato degli impianti fotovoltaici posizionati sui tetti degli immobili di proprietà comunale rende attualmente circa 49.000 euro all’anno».

Pustetto interroga

Il Consigliere regionale del SEL, Pustetto, ha presentato interrogazione scritta all’Assessora Telesca per sapere esattamente quanto occorre spendere per mettere a norma i punti nascita di Latisana ( solo arredi) e Palmanova (interventi strutturali). La prima lettera inviata da Pilati conteneva, secondo Pustetto, dati contradditori.

NCD

Dal Consiglio Regionale

(ACON) Trieste, 22 gen – COM/AB – Fare il tagliando alla riforma della sanità del FVG, confrontarci sulla questione del punto nascite di Latisana, sui tempi per l’utilizzo dei defibrillatori nelle società sportive e presentare il sistema di donazione del sangue attivo in regione. Sono questi i temi che i consiglieri regionali Ncd del Friuli Venezia Giulia Alessandro Colautti e Paride Cargnelutti affronteranno a Roma il prossimo 4 febbraio con il ministro alla Sanità, Beatrice Lorenzin. “Relativamente alla riforma della sanità FVG – commentano Cargnelutti e Colautti – è opportuno analizzare con il ministro se quanto la Giunta regionale sta portando avanti è in linea con gli auspici iniziali. Ncd si è astenuta sulla votazione della legge, ma con un atteggiamento responsabile è riuscita comunque a migliorare in Aula alcuni aspetti del nuovo assetto che presentava buchi evidenti. In linea con quanto avevamo detto in Aula circa la necessità di un continuo monitoraggio della riforma, riteniamo che sia arrivato il momento di fare assieme al ministro Lorenzin un tagliando in merito”. “Con il ministro alla Salute – continuano Colautti e Cargnelutti – valuteremo anche la delicata situazione del punto nascite di Latisana, alla quale presenteremo le oggettive problematiche emerse anche da un confronto con il vicesindaco di Latisana Angelo Valvason”.

Elettorale

Per quanto possiamo capire dal testo qui sopra riportato, per il Nuovo Centro Destra di Colautti e Cargnelutti, il punto di riferimento è Valvason. Sclosa e Serafini possono mettersela via; hanno fatto, hanno lavorato e Angelino incassa. Complimenti.

… e a Paperopoli, che si dice?

Indubbiamente sono stati molto attivi nel promuovere le iniziative del Nuovo Centro Destra a Latisana; parliamo di Giacomo Sclosa e Claudio Serafini….. ecco come li ha trattati il duo Cargnelutti/Colautti….

cornutiemazz

Banda larga

vedi www.lignano-sabbiadoro.it

Condividi il post!

PinIt

Un commento su “Sabato: i progettisti; innovazione; Pisus e affitti centro storico; Piccoli Palchi; musica, due latisanesi a Portogruaro; Pustetto interroga; NCD dalla Ministra; elettorale; Paperopoli; banda larga”

  1. carlo ha detto:

    In risposta all’illuminazione led stradale
    cielobuio.org/supporto/luce/risposta_ai_led-parte_1.pdf
    e Vi invito a visitare il sito cielobuio.org

I commenti sono disabilitati.