sanpietrini, pdl, oratorio e feste + Nino Leanza + sondaggio

(sondaggio proposto da Raffaele Buonocore, vedi i commenti)

Latisana, tepore primaverile.

Dopo i due mesi passati a rincorrere voti ed aperitivi, promesse e programmi , feste e interviste, colpi bassi e mancanza di colpi, dopo le elezioni è calata la calma a Latisana; buon segno per politici ed appassionati, pessimo per noi, che siamo alle prese con la mancanza di notizie. In attesa di vedere all’opera la nuova amministrazione comunale si respira un’aria di attenzione, come è normale che sia; quel che appare di tutta evidenza è che la frattura all’interno del PDL andrà sanata e toccherà forse ai riflessi nazionali illuminare anche la scena locale. Invitiamo soddisfatti ed insoddisfatti a dircelo e a spiegarci se hanno vinto o se hanno perso il loro perché.

Si, ma…

Nelle interviste pre elettorali il neo sindaco Salvatore Benigno così rispondeva alla domanda sulla pedonalizzazione della Piazza Indipendenza…: “ si, ma….” In attesa di quel si e di quel ma, lo aiutiamo a riflettere con una foto. Così si presentava ieri (lunedì) un tratto della piazza, con i sanpietrini smossi e pericolosamente liberi di uscire dal loro anfratto, e si tratta solo di un esempio; la piazza non è stata disegnata per sopportare il traffico pesante e si vede: ora con l’estate ci sarà un alleggerimento della situazione, che però in autunno dovrà essere affrontata. E risolta, in un modo o nell’altro.

Non solo Repubblica    (leggi tutto, clicca)



 

Giovedì è festa, in Italia Festa della Repubblica mentre all’estero c’è l’Ascensione, che è domenica, ma per tedeschi ed austriaci inizia già giovedì. A Latisana la sera prima, mercoledì, c’è anche la “Festa per i ragazzi” all’Oratorio di Latisana, curioso il titolo:  “Festa Vacanze di Natale – Cinepanettone”. Si tratta di un pomeriggio di giochi per ragazzi dalla seconda elementare alla terza media; inizio alle 15.00 e fine alle 19.00 con la Messa.

Festa a San Michele

Conclusa la due giorni di festa organizzata da “Una mano per Vivere”, la festa nel comune gemello di Latisana si sposta in piazza per i festeggiamenti di Sant’Antonio, dal 2 al 19 giugno; programma articolato e ricco di appuntamenti ed offerte gastronomiche. Curiosamente c’è anche la sovrapposizione dei festeggiamenti a Cesarolo, sempre in ambito comunale, che iniziano l’11 e finiscono il 19 ed anche nella frazione a sud di San Michele sono dedicati a Sant’Antonio. Sant’Antonio anche a Pertegada, ma spostati ad agosto per via degli emigranti, un tempo, per i turismo, oggi.

Latisana isola felice per il PdL

I risultati dei ballottaggi, non solo Milano e Napoli, ma anche Trieste, Pordenone e altre situazioni locali fanno capire come a Latisana sia forte e radicato lo schieramento politico del centro destra; nonostante la spaccatura con 3 candidati sindaci (PDL, PDL 2 e Lega Nord) a Latisana ha prevalso appunto il PDL, mentre la tendenza delle altre città è nettamente diversa. C’è da capire ora se ci saranno riflessi a livello Friuli Venezia Giulia nella maggioranza che ha perduto il capoluogo regionale di Trieste. A Latisana c’è comunque qualcuno che è soddisfatto del risultato personale: Nino Leanza. se andate sul sito della Regione (ci scrive e scrive su FB) e vedete i voti presi dal partito Futuro e Libertà e le singole preferenze in queste amministrative potrete notare come il sottoscritto sia il N. 1 in Friuli per preferenze!!! Non è fantastico…! Complimenti.

Condividi il post!

PinIt