scelte, pertegada, moda, Pisus, vongole e laguna

{jcomments on}Le scelte


Come dice una pubblicità televisiva (di un’auto), l’uomo di contraddistingue per le sue scelte; anche l’amministrazione comunale. Parliamo del campo (di sfogo) sintetico di Pertegada, quello costato circa 300.000 euro in erba sintetica ultra moderno. La scelta della precedente amministrazione è stata quella di fare un impianto sintetico a Pertegada e non a Latisana, magari spostando tutto il polo calcistico in zona palasport e cedendo l’area del campo sportivo ai privati, come si sussurra da tempo. Questioni di scelte. E’ stato scelto di fare un impianto piccolo che, per pochissimo e solo grazie alle deroghe, può ospitare campionati di terza categoria, ma non superiori. Scelte. E’ stato deciso di non procedere alla omologazione perché la stessa incide per circa 10 mila euro sulla gestione annuale, così il campo serve solo per gli allenamenti, sul sintetico, e le partite sull’erba. Con quali vantaggi? Scelte. E’ stato scelto così. Giudicate voi.

Le scelte bis   ( se vuoi leggere tutto l’articolo, clicca su leggi tutto)

 

 

Un paio di mesi fa in consiglio comunale venne portato un documento che diceva, tra le altre cose: “I Consigli comunali dei Comuni di Grado, Marano Lagunare, Latisana, Lignano Sabbiadoro, Palazzolo dello Stella e Precenicco chiedono (omissis) … l’istituzione di una struttura tecnica capace di condurre la fase di passaggio dal regime di emergenza al regime di ordinarietà in merito alla gestione degli interventi in atto e in programma in materia di sicurezza della navigazione e risanamento ambientale.” In pratica ,a giunta del (PDL  UDC) approvava un documento che voleva mantenere in piedi, ristrutturandola, la struttura del Commissario straordinario per la Laguna di Marano e Grado. Sul giornale di ieri il Presidente Tondo (alla guida di una giunta PDL-LEGA-UDC) spazzava via l’ipotesi di tenersi questa struttura che costa ben 740.000 euro in un anno, con uno stipendio al Commissario di  68.500 euro (fonte MV). Naturalmente sappiamo bene come sono i canali della Laguna. Questione di scelte quindi, voi state con i Consigli dei Comuni o con Tondo?

Occhio alle vongole

Sono notizie abbastanza usuali, cicliche e non mettono in dubbio la qualità dei prodotti che vengono serviti nelle pescherie o nei ristoranti, però meglio saperlo. I “molluschi bivalvi vivi”, ovvero le cape, che sono pescati nella Laguna di Marano e precisamente in quella parte chiamata Ficariol – San Piero, non sono stati considerati commestibili dall’Azienda Sanitaria. Chiaro che non potete farci nulla, ma almeno al momento dell’acquisto fingete di essere scrupolosi e chiedete notizie, magari vi servono con più attenzione.

Pisus e soldi

Assemblea aperta al pubblico lunedì sera in Municipio, per spiegare le finalità e le potenzialità del Pisus e spronare le realtà economiche ed imprenditoriali locali a presentare, entro pochi giorni, manifestazioni di interesse e voglia di investire. Vediamo di ripetere quello che abbiamo capito (forse capito).Non si è parlato della ex Caserma e della Vela del Centro Servizi per la Nautica: quell’opera è già finanziata e procede in modo autonomo, almeno come contenitore. Si è parlato del Pisus, ovvero di un finanziamento comunitario, con una somma variabile da 16 a 24 milioni di euro, che va a intervenire su progetti strutturali e adagiati su un territorio vasto ed omogeneo. I singoli Pisus, ovvero dei Piani che per Latisana riguardano appunto Latisana, Precenicco e Ronchis, dovranno essere di una cifra variabile dai 3 ai 6 milioni di euro e, con la partecipazione dei 4 capoluoghi di provincia e di circa una ventina di comuni della regione, ovviamente verranno finanziati solo i Pisus migliori. I Pisus sono la somma di interventi pubblici e privati, e i privati avranno un contributo in conto capitale (a fondo perduto insomma) di circa il 77% della spesa ammissibile, ammissibile per svariati capitoli e settori. Migliore èla qualità dei progetti, delle idee e delle iniziative, maggiore è la possibilità che il Pisus venga finanziato. Informazioni in Comune e tempi strettissimi.

Latisana sul Web


Se non avete ancora visto la trasmissione televisiva tratta dalla finale di “Moda d’Autore 2011” su Telefriuli o Sky (CarpeDiem), potrete vederla, da oggi, tutti i giorni, a tutte le ore su “modashowtv” la “web tv on demand” dell’agenzia “modashow.it”. Ricordiamo che la trasmissione, oltre a contenere le immagini della serata finale del concorso per stilisti darà la possibilità di vedere riprese inedite tratte dal backstage, effettuate durante le tre giornate dell’evento e location caratteristiche di Lignano Sabbiadoro che faranno da sfondo ai capi dei finalisti indossati dalle modelle. Per tutto questo: www.modashowtv.it

Condividi il post!

PinIt