segnali stradali indecisi, posti barca e imu, iniziative di Natale e Lotteria; commenti pericolosi

Delle due, l’una!

In fondo a Via Rocca, poco dopo la sede della Polizia Municipale, c’è un segnale stradale che indica le due direzioni consentite a destra o a sinistra; a destra si percorre il senso unico di Via G.Radaelli, a sinistra si sale verso l’argine. Si salirebbe, se non ci fosse un bel cartello di divieto di accesso. Ora delle due l’una: svolta consentita o divieto di accesso?

Iniziative di Natale, + Lotteria


{jcomments on}

 

Oggi 7 dicembre  alle 20.30 nella chiesa di Sabbionera. Concerto Natalizio della Corale Latisanese. Sempre alle 20.30 a Latisanotta il gruppo “Chei de la Foghera” organizzano una serata di musica per giovani; appuntamento all’area festeggiamenti. Domani 8 dicembre l’AFDS è a pranzo Da Roberta, a Gorgo alle 12.30; prima c’è la Santa Messa alle 11.30 sempre a Gorgo. A Latisana, all’uscita di Messa in Duomo, mercatino di Natale con il Gruppo Mamme.

Torna la Lotteria dei Negozi Amici. Ecco il volantino.

Commenti pericolosi

Su facebook si possono leggere molti commenti sulla morte del 36enne di Campomolle di Teor; tutti puntano il dito sul Pronto Soccorso dell’Ospedale di Latisana. Molti scrivono che c’è stata leggerezza e ovviamente siamo certi che così non è stato; ma è molto pericoloso il messaggio che sta passando, quello cioè di scarsa fiducia nella struttura di prima accoglienza dell’Ospedale. Non deve essere così, e spetta ai lettori commentare con prudenza e spetta alle istituzioni sanitarie intervenire facendo chiarezza e dissipando i dubbi. 

Manovra economica, seconde case e posti barca
La manovra economica del Governo Monti ha colpito molti settori economici e soprattutto ha colpito le seconde case ed i beni di lusso. Questo significa, per Lignano Sabbiadoro e Aprilia Marittima, una stangata che va ben oltre l’aspetto direttamente economico. Se ad essere colpiti sono i posti barca e gli appartamenti da dare in affitto ai turisti, gli effetti saranno diretti e drammatici: la fuga delle barche dai porti del Consorzio Darsene e l’aumento del costo delle vacanze per i turisti. Se appare infatti improbabile che un diportista della Toscana o del Lazio abbandoni i porti italiano per andare nella lontanissima Francia, ai proprietari di barche austriaci e tedeschi basta pochissimo per spostarsi in Slovenia o in Croazia. Se poi aggiungi la colpevolissima tragica mancata manutenzione dei canali navigabili e della Laguna ( ora ci si rende doppiamente conto di quanto siano stati colpevolmente imbelli i nostri politici regionali), arrivi a prevedere una fuga ancora più grande delle ventilate 800 unità in meno della stagione 2011. Tempi bruttissimi. Anche sul turismo degli affitti e degli appartamenti le notizie sono poco buone. Piccoli investitori e grandi società immobiliari, vedendo aumentata l’ICI (IMU, vabbè…) di moltissimo, altro non faranno che scaricare sull’utilizzatore finale il costo-tassa aumentando così il prezzo delle vacanze e, in ultima analisi, a provocare una contrazione della richiesta ed una fuga verso altri lidi. In tutto questo il Comune cosa fa? Bella domanda.

Condividi il post!

PinIt