Septifanium, chi era costui? ( 1996-2010)

Strana storia di un libro del 1996

“Carneade!  Chi era costui?.. ruminava tra sé don Abbondio seduto sul suo seggiolone, in una stanza del piano superiore, con un libricciolo aperto davanti, quando Perpetua entrò a portargli l’ambasciata… (A. Manzoni – I Promessi Sposi, capitolo 8)” . Inizio con questa dotta citazione per fare ammenda e ammettere la mia ignoranza, solo mia immagino, al vedere la locandina del Comune di Latisana dal titolo:” Storia e arte del Septifanium di Latisana”; una rapida indagine tra i colti e gli incliti mi ha convinto che sono ignorante, che ignoro e non conoscevo la parola “Septifanium”. Ma una rapida ricerca e una passeggiata davanti al Duomo mi ha permesso di recuperare la deficienza e sono quindi pronto a dare questa notizia. Sabato 11 settembre 2010, alle ore 17.30 presso il Centro Polifunzionale di Via Goldoni, il Comune di Latisana e la Pieve Abbaziale San Giovanni Battista presenteranno il libro di Vinicio Galasso “Storia e arte del Septifanium di Latisana” ovvero delle sette chiese della nostra cittadina. Sette chiese, Septifanium!


A dire il vero questo termine risulta usato solo per Latisana, ed è strano per una parola così e non si trova traccia in nessun altro documento scovabile su internet. Ma la cosa che più mi ha colpito è scoprire che questo libro viene citato parecchie volte, per esempio qui…
..omissis… http://digilander.libero.it/gruppo1606/saggi/EMCesarolo.pdf …   116 CASSI, tre secoli, cit… p.30 Vinicio Galasso, Latisana “Storia e arte del Septifanium”, Latisana 1996 …
Oppure qui…   dal sito del Comune  
…..Nella borgata di Crosere, per volontà degli allora parroci don Baradello e don Stel e della popolazione del quartiere, che ne ha sostenuto la spesa, è sorta la Chiesetta della Madonna della Strada. Consacrata nel 1961, e realizzata su progetto del geometra Milocco, si compone di una cella rettangolare con altare unico. All’esterno, sul timpano, un mosaico della Scuola Musaicisti del Friuli raffigura la Madonna su di un luminoso sfondo dorato.
(liberamente tratto da “LATISANA. Storia e arte del Septifanium” di Vinicio Galasso)

E quindi la delibera di agosto 2010 con la quale viene ufficializzata la cerimonia “stranamente” dimentica di dire che il libro è del 1996, ed ha, quindi, 14 anni. Ora fa bene l’Assessorato alla Cultura guidato dalla leghista Maddalena Spagnolo a tenere i buoni rapporti con la chiesa (si vota  a primavera 2011), ma se il libro è valido (lo è senza dubbio) e se era valido, perché aspettare 14 anni per presentarlo? Coma mai questa tardiva opera di riconoscimento e omaggio al bravo estensore? E perché non se ne fa menzione nella delibera? Che così recita? : “Di programmare, in merito a quanto già previsto nella relazione allegata al Bilancio di previsione 2010, il patrocinio e la collaborazione nella presentazione del volume intitolato “Storia e Arte del Septifanium di Latisana”, importante progetto editoriale mirante alla ricostruzione ed all’analisi delle vicende storiche ed artistiche delle chiese, esistenti e scomparse, del nostro territorio del latisanese Vinicio Galasso, professore universitario, già autore di notevoli opere storico memorialistiche di Latisana.”
Città di Latisana – Deliberazione n. 133 del 06/08/2010 3

Il Bacucco Ignorante

Condividi il post!

PinIt