siete tanti, ater, anmi, galline e 1° aprile

Siete molti
Febbraio mese corto e anno bisestile, con una partecipazione costante e buona dei nostri lettori. Il conta accessi si è fermato a 14.781, pari a circa 510 visitatori singoli al giorno. Sono tanti. Considerate che vengono registrati gli i.p. e quindi se uno entra 2 o 3 volte, figura comunque un solo accesso; per contro se si utilizza un modem wireless, una casa con più persone, un bar, un hotel o un’azienda, c’è un solo accesso, ma magari lo eseguono più persone diverse. Contiamo di fare sempre meglio e di avere qualche collaboratore occasionale in più e suggerimenti e consigli. Ci sono molto utili gli sms che inviate per segnalare fatti o situazioni e vi ringraziamo. Mancano gli sponsor e francamente non capiamo: dal punto di vista del costo contatto, siamo molto più vantaggiosi di altre situazioni; speriamo sia solo il periodo di crisi.  Buona primavera.

Al Signor Pierluigi Molinaro, Sindaco di Forgaria nel Friuli

Ieri il Messaggero ha ospitato una bellissima lettera del primo cittadino di Forgaria, che ha descritto con bravura e sentimento il suo rapporto col magico Fiume.  Sono rimasto molto colpito da alcune sue frasi, che, per bellezza e forza evocativa, mi permetto di riportare: “ …perfino i sassi che troviamo sul greto di questo fiume sono sassi diversi, parlano, esprimono il viaggio che li ha portati accanto alla riva, ogni movimento è espressione di un territorio che accanto al fiume ha vissuto, sofferto, creato le proprie aspettative; un fiume che prima divideva, e poi di colpo permetteva di unire quelle comunità che in questo fiume si incontravano e verso il quale hanno sempre avuto un gran rispetto…”. Frasi scritte con l’animo di chi ha un amore e una passione per quella parte del suo territorio. Anche io amo il Tagliamento, lo amo quasi sempre e anche io vorrei scrivere due parole per trasmettere le mie emozioni.      Il Tagliamento, nei ricordi miei e di moltissimi latisanesi, è acqua scura e sporca, acqua nemica, che cade dal cielo, si ingrossa in montagna, si alza nel medio Tagliamento e rompe gli argini e tracima a Latisana. Il Tagliamento è un segno scuro sulle pareti della casa, a due, tre metri di altezza. Il Tagliamento è una chiazza di petrolio e nafta pesante che sporca tutto, che ammorba l’aria, che rovina i campi e impregna per sempre i tessuti. Il Tagliamento è il mobile gonfio che scoppia, l’intonaco che cade a pezzi, il muro che resta umido per decenni e che alza i pavimenti. Il Tagliamento gonfia le carcasse degli animali, scoperchia le tombe dei morti, scava i binari della ferrovia e li lascia librare tra cielo e terra, senza nulla sotto e ha il sapore schifoso delle pastiglie anti tifo fatte sciogliere in bocca. Il Tagliamento è la sirena dell’allarme, la voce gracchiante dell’altoparlante che annuncia il pericolo, è la telefonata preoccupata dei parenti lontani che chiedono e si agitano per te. Il Tagliamento è l’andirivieni di gente sull’argine a vedere la piena, il parere degli esperti sullo scirocco e sulle alte maree, è il mare che riceve o non riceve, è la misurazione dell’idrometro di Venzone e poi i calcoli, le ore i metri, pieni di ansia, pieni di paura. Il Tagliamento è svuotare la cantine, alzare libri e mobili, cercare un posto alto per le auto e scoprire che nessuno viene a investire da queste parti perché ha paura di perdere tutto. Il Tagliamento non è solo questo, ma è anche questo e quindi invitiamo il Sindaco a venire a Latisana in occasione della prossima situazione di rischio; venga a parlarci dei sassi e dei ricordi: tornerà lassù pieno di emozione e forse di qualche vaffa.

Assemblea annuale ANMI

Domenica al Polifunzionale prima e in un bar in Viale Stazione poi si è svolta l’assemblea annuale dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia, sede di Latisana che raggruppa una dozzina di altri comuni della Bassa. In Viale stazione, ma non in una sede, vero problema di questa come di altre associazioni dopo che la vecchia sede della Casa del Mutilato è risultata non agibile. La ricerca di una stanza o, meglio ancora, di un terreno dove posizionare una struttura prefabbricata, resta una delle priorità di questo gruppo molto attivo. Anche la manutenzione del Monumento in Parco Gasperi è fonte di preoccupazione per i marinai. Riceviamo e volentieri pubblichiamo due foto di quella domenica mattina.



{jcomments on}

L’usucapione delle galline

Vi ricordate le foto della rotatoria di Via Martiri delle Foibe, con  il terreno adibito a spazio per le galline e “usucapito” dal vicino di confine per avvenuti termini, contro la vecchia proprietà? Ora il Comune ha deciso di affidarsi a un legale per ottenere quello che a suo parere gli spetta, cioè il rispetto degli accordi di lottizzazione e la cessione al Comune di quel terreno. In attesa di capire chi ha ragione, spendiamo 3.500 euro per le spese legali. Speriamo di vincere la causa.

Non è uno scherzo

Domenica 1 aprile a Latisana, Teatro Odeon, ci sarà la cerimonia di premiazione dei Campioni regionali della Federazione Ginnastica d’Italia; la importante manifestazione è organizzata dall’Associazione Formazione Sporting Club di Latisana.

ATER si vende

Il punto era all’ordine del giorno del Consiglio Comunale di sabato scorso, ma era stato ritirato per un approfondimento. Si tratta di cedere il grande complesso nato come edilizia sperimentale al’ATER, a Latisanotta, quello grande, che lo prende in gestione e ovviamente dovrà intervenire per i salatissimi costi di gestione. Il fabbricato è nato male e con gli anni è diventato un pozzo senza fondo di spese e riparazioni. Pur di liberarsene il Comune voleva anche regalarlo all’ATER, ma è meglio dare un valore “congruo” e poi cederlo, per mettersi al riparo dalla Corte dei Conti. Tutto fatto, alla prossima occasione si vende – regala.

Condividi il post!

PinIt