soldi, cassonetti, linea elettrica e banda ( e non…. pubblicato)

Riflessione

Il Comune ha deciso di non mettere i cassonetti verdi, ma solo delle vasche una per frazione. Adesso con il giardino e l’orto fermi non ce ne accorgiamo, ma quando questa primavera comincerete a potare i rosai, i cespugli, le siepi, gli alberelli ecc, ve ne accorgerete, eccome. Una scelta è una scelta. Per me è penalizzante per la popolazione e infatti altri Comuni hanno messo i cassonetti per il verde. Per voi?

La nuova banda di Latisana – riceviamo e pubblichiamo (anche per V.F.)

Con la presente siamo a presentarci come la nuova orchestra a fiati e banda di Latisana. L’Associazione Culturale Musicale San Paolino con sede centrale in Aquileia in Piazza Capitolo n 14, lo scorso 14 settembre con verbale di assemblea, istituisce ufficialmente una sede distaccata presso Latisana in Via A. Manzoni 31. Il progetto di estensione è nato da una componente di ragazzi latisanesi ex allievi della Scuola Comunale di Musica, il quale  ex docente di Tromba Falvio Sgubin (direttore artistico della stessa Associazione da numerosi anni ),  inserì allora gli studenti nell’orchestra a fiati San Paolino di Aquileia. L’obbiettivo della nuova sede in Latisana, oltre a promuovere eventi concertistici di alto rilievo culturale come l’Autunno musicale latisanese, è quello di essere centro di aggregazione per tutti i musicisti e futuri musicisti di tutte le età. L’associazione darà la possibilità agli allievi attuali della scuola di musica di poter affiancare oltre allo studio individuale del proprio strumento, la pratica diretta tramite i nostri numerosi concerti in tutto il territorio regionale, accrescendo cosi la propria esperienza musicale. Attualmente tutta l’associazione tra Latisana e Aquileia è composta da circa 50 elementi tra cui 15, appartengono al vivaio della banda giovanile, l’attuale organo direttivo è composto da sette rappresentanti tra cui il Presidente, l’architetto Carlo Cossar, mentre la guida della sede Latisanese è affidata alla cura di Alex Marino (ex allievo scuola di musica di Latisana e trombettista da otto anni della parrocchia locale). PROSSIMI IMPEGNI MUSICALI: L’associazione si è presentata ufficialmente alla comunità religiosa sabato 20 ottobre in Duomo, con il progetto Autunno musicale latisanese – incontro con la musica sacra, nella quale ha visto protagonista la nostra formazione di ottoni insieme all’organo sacro.

•        Sabato 27 ottobre, ore 20:45, concerto di chiusura Autunno musicale, protagonisti il gruppo di trombe e organo.

•        Domenica 4 novembre, per la prima volta la nuova banda di Latisana è stata incaricata dal Comune di suonare alla manifestazione istituzionale come realtà locale, grande occasione per noi di presentarci all’intera comunità.

Linea elettrica

Avete dei terreno a Latisana nei figli 6, 12 e 13? Occhio che potrebbe passare la nuova linea elettrica aera; info in Comune.

54.000 euro

Sono tanti soldi, 100 milioni delle vecchie lire. Come li spendiamo? Sono i soldi risparmiati per l’ultimo appalto per la conclusione dei lavori al Centro Museale della Cultura Friulana, ovvero l’ex Stazione Ippica. Già il nome merita un commento:  “Centro” Museale della Cultura friulana; di quale cultura? Tutta? Siamo la capitale della Cultura Friulana? Wow……. A parte che credo che ancora nessuno sappia cosa ci andrà dentro e siamo alle solite, cioè si spendono i soldi perché ci sono i contributi e non perché c’è la richiesta da parte della gente. Questi 54.000 euro sono il ribasso della gara d’appalto, ovvero previsti 380.000 di spesa, spesa effettiva 326.000. Naturalmente adesso ci saranno dei vincoli burocratici e amministrativi, ma sempre 54.000 euro sono, magari per gli asili, o le scuole o i cassonetti del verde. Speriamo bene.

Suicidio

C’è stato un suicidio a Paludo, ma non diciamo nulla; sono cose molto personali.

Condividi il post!

PinIt

5 commenti su “soldi, cassonetti, linea elettrica e banda ( e non…. pubblicato)”

  1. claudia ha detto:

    Assenza di cassonetti verdi.Personalmente uso il composter per la raccolta di erbe ed alimenti mentre presso il cimitero di Gorgo si buttano i rami,siepi ecc. Ma pur essendoci questo cassone ci sono persone che buttano tutto nel bidone dell’indifferenziata.Per me si tratta proprio di cultura o comodità e l’unico rimedio sarebbe una raccolta con un furgone una volta ogni tot giorni casa per casa o su richiesta….ovvio avrebbe i suoi costi ma anche i sui vantaggi. Ovvio mi sto riferendo a tagli o potature e rami di grandi dimensioni,per il resto ognuno si potrebbe armare di volontà ed andare a buttare nei posti giusti.

  2. Paolo ha detto:

    Per il verde succederà quello che è successo a Latisanotta durante la stagione estiva, ho mandato le foto ed avete anche fatto un servizio. Le vasche una volta riempite rimangono tali per diverso tempo senza essere scaricate e chi ha necessità di usarle, non potendolo fare, butta tutto a terra (erba, ramaglie, ecc) ma molte volte, sembrando una discarica non solo del verde, buttano a terra sacchi di immondizia, bidoni di pittura, ecc. ecc.
    Anche domenica scorsa questa era la situazione.
    Credo vadano bene i bidoncini casa per casa e dopo un primo giro di “apprendistato” dovrebbero fioccare le multe, solo così forse tutti noi ci convinceremo che la raccolta differenziata è un bene per tutti noi e che se fatta bene dovrebbe farci risparmiare sulla tassa delle immondizie. Se però, come dicono, che una volta raccolta “differenziata” l’immondizia viene rimescolata nello stabilimento di lavorazione perché fare tanta fatica?
    Ciao

  3. Gianfranco ha detto:

    Se c’è stato un suicidio a Paludo ma poi si dice che “sono cose personali”, allora si potrebbe pure evitare di scriverlo

  4. Valerio Formentini ha detto:

    Caro Bacucco, ti leggo oggi dopo alcuni giorni di assenza. Qualche giorno fa hai definito (più volte) la roccaforte di Sabbionera come la culla di Latisana. Quale roccaforte?
    Non mi consta esistesse una rocca esattamente opposta alla più nota Rocca in fondo all’omonima via… Sei in possesso di notizie ancora sconosciute?

  5. il_bacucco ha detto:

    si leggeva ciò nel pannello, ormai illeggibile, posizionato dalla Provincia nei giardini dietro l’Odeon…se mi sbaglio (o si sbagliano..) rettifichiamo.

I commenti sono disabilitati.