arrestati albanesi accusati di furti, strisce pedonali, occasioni perdute n° 3, maialata e foto….

{jcomments on}Strisce invisibili


I pedoni che da Paludo vanno verso Latisana devono attraversare la strada in corrispondenza delle strisce pedonali. Ci sono…ci sono….se non le vedete….vi assicuro che ci sono…..

Cerchiamo una foto

Cerchiamo una foto della edicola che si trovava in Piazza delle Poste, dietro l’ufficio postale e di fronte all’attuale  Punto Elettronico; chi la avesse è pregato di mandarcela. 

Le occasioni perdute di Latisana 3.  Il Campo sportivo.



 


Continuiamo oggi con l’elenco delle occasioni perdute per Latisana, che avrebbero potuto cambiare la fisionomia e forse anche la storia recente della nostra cittadina; dopo la galleria di De Prato – Spagnolo tra Piazza Indipendenza e Piazza delle Poste,  dopo il centro commerciale urbano dell’Oratorio con lo spostamento della statale 14 e il collegamento tra Piazza Caduti della Julia, Giardini e appunto Oratorio, parliamo oggi di Campo Sportivo. La prima idea era del 1965, quando l’alluvione spazzo via lo stadio e ridusse tutta la zona ad un mare di fango; tempi troppo brevi, emotività al massimo e si diede il via alla ristrutturazione del campo. Poi però ad inizio degli anni ’90, se ricordiamo bene, venne prospettata la necessità di intervenire pesantemente sul Campo Sportivo: spogliatoi da sistemare ed adeguare, tribuna da completare, copertura, costruzione del campo di sfogo, insomma un bell’investimento. Fu allora che un politico presentò l’idea di spostare il campo sportivo e costruirlo nuovo nella zona dell’attuale palazzetto dello sport di Via Bottari, zona centro studi. Il finanziamento era tutto dei privati che in cambio avrebbero ottenuto una grossa volumetria per abitazioni ed uffici a ridosso del centro. Come spesso accade, le buone idee vennero gestite male a causa (forse, forse..) del proponente, ovvero si preferì non far fare al concorrente tirando in ballo valori storici ed affettivi. Ora Latisana si è praticamente collegata a Latisanotta e quei 150 metri di fronte strada con un muro di cemento orrendo, sono fuori luogo sia sportivamente che economicamente. I tempo sono diversi, ma da una breve ricerca fatta in piazza, l’affare starebbe economicamente ancora in piedi. Solo che magari dovrebbe proporlo un “marziano” perché se lo prospetta un latisanese, la vedo dura.

Muzzana con maialata

Sabato 12 novembre, nel parcheggio dell’ambulatorio in centro a Muzzana, “Festa della birra” organizzata dagli “Amici della maialata”. Birra, ovviamente, pollo, patatine e wurstel e la musica di “Luna eun quarto” e “Le ombre”. Occhio alla patente.

Tratti in arresto 5 giovani albanesi per furti in abitazione  04-11-2011 – Bibione 

 I Carabinieri delle Compagnie di Latisana (UD) e di Portogruaro, nell’ambito di articolata attività investigativa riguardante furti in abitazione commessi in arco serale e notturno in vari Comuni del Veneto Orientale e della Bassa Friulana, acquisivano elementi di responsabilità’ a carico di taluni sospetti di nazionalità’ albanese.All’alba di ieri 03 novembre, in Bibione di San Michele al Tagliamento, i militari operanti, supportati da personale della Polizia Locale di San Michele al Tagliamento, davano corso alla perquisizione domiciliare e personale nei confronti di 5 giovani stranieri di età compresa tra i 24 ed i 34 anni, tutti nullafacenti senza fissa dimora, trovati in possesso complessivamente di due autovetture, una Toyota Rav 4 asportata il 31 ottobre scorso in Castions di Strada (UD) e una Volkswagen Golf asportata il giorno 01 novembre a Due Carrare (PD), di Euro 3.675,00 in contanti,  numerosi monili d’oro, telefoni cellulari e apparecchiature elettroniche nonché vari attrezzi da scasso.Il valore complessivo della merce sequestrata è stato stimato in euro 80.000,00 (ottantamila/00), provento di furti in abitazione perpetrati nei mesi di ottobre e novembre nelle provincie di Udine, Pordenone, Venezia e Padova, i cui legittimi proprietari sono in corso di compiuta identificazione.I predetti, sottoposti a fermo di indiziato per il reato di ricettazione in concorso, sono stati associati presso la casa circondariale di Venezia a disposizione dell’autorità giudiziaria. ( da portogruaro.net, Fonte: Compagnia Carabinieri di Portogruaro )


Condividi il post!

PinIt