tagliamento e comune, buco, soldi, vigili del fuoco, cassonetti, latisana informa

Il buco tappato

Dopo la nostra segnalazione, sul buco nel parcheggio davanti a Galleria Mauro, gli addetti del Comune sono prontamente intervenuti, grazie all’interessamento di Loris Picotto. Sistemata la cosa che poteva aggravarsi se trascurata. Bene

17.000 e 25.000

Pubblichiamo oggi le foto delle novità natalizie del capoluogo; abbiamo il presepe di Piazza Garibaldi, vecchio, ma sempre carino, peccato non averlo completato ed aumentato. Poi il seminuovo presepe dei Giardini Pubblici dietro l’Odeon, carino e meritevole di partecipazione. Poi le due casette due di Piazza Indipendenza, che speriamo aumentino, e il nuovo centro – mercatino raccolta fondi ed esposizione presepi di Galleria Mauro. Le foto ci permettono una proposta di riflessione: il Comune ha dato all’Ascom 17.000 euro per le attività di Natale e ha speso 25.000 euro, più il contributo della Banca, per il Premio Latisana per il Nord Est. Sono cifre non comparabili facilmente, ma quali sono più utili per il territorio?

Andreotti

A pensar male si fa peccato, si sa, ma riprendiamo l’argomento della caserma dei vigili del fuoco, che doveva essere consegnata il 19 novembre e che non è nemmeno partita. Non sappiamo il motivo di tanto ritardo, legato forse a scelte che si sono rivelate non azzeccate o a altri motivi che esulano dalla nostra conoscenza. Una cosa però possiamo fare, andare su internet e cercar di capire se la somma stanziata poteva essere sufficiente per costruire un tale edificio. Abbiamo trovato questo articolo, che vi proponiamo. A parlare è Ario Ceccotti del Cnr (intervista a Il sussidiario.net del 31 maggio 2012). Un edificio, per definirsi antisismico, qualora arrivasse il terremoto più distruttivo possibile previsto in una certa area, è capace di resistere senza crollare e senza provocare le perdite di vite umane. Ci sono poi particolari edifici, come gli ospedali e le caserme dei vigili del fuoco, che in tutto il mondo devono essere progettati non solo per non crollare, ma anche per restare agibili e operativi dopo il terremoto…… Ora non sappiamo se questo sia il caso, ma potrebbe essere una lettura del problema. Intanto tutto è fermo…..

Nuovi cassonetti

Quasi del tutto completata la distribuzione dei cassonetti per la raccolta differenziata, i cassonetti di prossimità. Mancano, lo ribadiamo ancora, i cassonetti per il verde, per scelta del Comune e se oggi non ci facciamo caso….ne riparliamo sta primavera. Invito invece tutti a verificare una cosa “curiosa” che ci è stata segnalata: quattro tipi di cassonetti, si dovrebbe pensare quattro camion diversi, ovvero…non è che io metto carta con carta e plastica con plastica e poi chi raccoglie, raccoglie tutto assieme…..vero??

Il Comune Informa New

E’ uscito il numero natalizio del periodo che contiene le notizie dell’amministrazione comunale; panoramica delle cose fatte e da fare del Sindaco e di tutta la giunta e parola anche alla minoranza. Se non lo avete ricevuto è disponibile in Comune.

Dal Comune riceviamo e pubblichiamo

Sfalcio degli argini del Tagliamento. Al via i lavori di manutenzione e pulizia nelle prossime settimane

Il Comune di Latisana chiama e il Magistrato delle acque risponde. Raccogliendo anche le istanze provenienti dalla cittadinanza, l’Amministrazione municipale aveva segnalato più volte all’Autorità la necessità di garantire la manutenzione degli argini del Tagliamento per quanto attiene agli sfalci, quindi per motivi di sicurezza. Ed è recente la risposta del Magistrato delle acque che ha comunicato la massima disponibilità a procedere con le opere sul grande fiume. “Si tratta di un intervento lungamente atteso – sottolinea il sindaco, Salvatore Benigno -; ora abbiamo raggiunto, finalmente, una positiva sinergia tra Amministrazione locale e Stato centrale”. La competenza delle opere sugli argini nell’ultimo tratto del Tagliamento, infatti, è dello Stato e non della Regione. “Lo sfalcio della vegetazione garantirà un migliore accesso agli argini facilitando il loro controllo da parte degli uomini della Protezione civile durante le ondate di piena – spiega il sindaco -. Sarà garantito, al contempo, un più facile presidio di questa parte molto delicata del fiume. I lavori di manutenzione prenderanno avvio nelle prossime settimane. Un ringraziamento particolare l’ingegnere Lillini del Provveditorato alle opere pubbliche di Trieste che si è fatto parte attiva per l’ottenimento dei finanziamenti dallo Stato centrale”.

L’impegno del Comune per la tutela della Città dalla ondate di piena. In questi anni, l’Amministrazione comunale di Latisana ha dato la massima priorità alla messa in sicurezza del fiume Tagliamento, per tutelare da esondazioni la Città e la comunità che la abita e la frequenta per turismo e servizio. Sono stati eseguiti lavori di miglioramento sul fronte funzionalità riguardanti sia opere prettamente idrauliche, sia interventi di manutenzione dell’intero ambiente fluviale. Alcune opere sono state portate a compimento per consentire un migliore svolgimento delle funzioni di gestione tra cui la pulizia dell’alveo e della zone golenali.  Per garantire la visibilità di sicurezza, il Comune ha anche provveduto, in questi anni, allo sfalcio in prossimità della viabilità che si snoda a ridosso dell’argine verso la carreggiata. Opere eseguite con personale proprio, del Municipio, pur non essendo l’opera di competenza comunale. La scelta di intervenire in via autonoma è stata dettata dalla constatazione della presenza, sugli argini, di una fitta vegetazione che ostacola, in caso di piena, il regolare deflusso delle acque.

Condividi il post!

PinIt