tarvisio, museo della eno gastronomia

Il Museo della eno gastronomia friulana

Com’è oggi la sede museale, come la vedo io. Com’è oggi l’ex magazzino comunale a fianco della sede museale, e come lo vedrei io, con spazi fissi e gazebo per mercatini della terra e esposizione di aziende locali e per feste dedicate a singoli prodotti. (vedi foto sotto)

Tarvisio

In prima pagina sul Messaggero di ieri la notizia che il presidente di Promotur ha fatto costruire il parco giochi pubblico sulla neve (1.5 milioni di euro in tutto), a ridosso del suo ristorante. Ma crediamo lo abbia fatto solo per stare vicino alla struttura a tutte le ore, casa e bottega insomma.

Condividi il post!

PinIt

8 commenti su “tarvisio, museo della eno gastronomia”

  1. Valerio Formentini ha detto:

    Quanto tempo c’è voluto per costruire il parco giochi di Tarvisio? Possibile che nessuno si fosse accorto prima della comunanza col ristorante del Presidente di Promotur? Se ci fosse stato un Bacucco Imbacuccato a Tarvisio …

  2. Valerio Formentini ha detto:

    A Lignano si provvede al restauro della spiaggia devastata dalle mareggiate, ma se la sabbia per il “ripascimento” verrà presa dalla “spiaggia dei cani”, chi li consolerà il prossimo anno quando tornando nella spiaggia loro riservata non troveranno più le ossa che vi avevano nascosto? E non sarà sicuramente gradito, a quanti frequenteranno la spiaggia “ripasciuta”, sapere che la sabbia è quella proveniente dalla spiaggia dei cani. Mah! sempre meglio di quella della spiaggia delle mucche…

  3. Congratulazioni ovviamente all’uomo pubblico che ha voluto così sacrificare anche il proprio tempo libero per avere sott’occhio il parco della neve, magari farebbe bene a creare e far pagare con i pubblici danari anche un bell’alberghetto così da rendere il soggiorno più agevole a chiunque…….W W W Il FRIULI. Per quel che riguarda il destino della STAZIONE IPPICA sembra proprio che si stia giocando con le altrui tasche, mi spiego. Per quale motivo l’amministrazione comunale o, se preferite, le amministrazioni comunali hanno deciso di investire SOLDI PUBBLICI nella ristrutturazione di questo edificio? Ovviamente, a ratio, doveva essere destinato già a qualcosa ma qui mi sembra tanto che si è fatto questo NON RAGIONAMENTO: a) Investiamo un po di soldi che tanto non sono i nostri; b) Intanto qualche azienda ci dovrà pur lavorare; c) Poi decideremo a cosa e SE la struttura servirà!. Ma Vi pare corretto? I NOSTRI SOLDI buttati alle rape e ci troviamo una città che per racimolare denaro mette strisce blu per i parcheggi, sanziona a tambur battente chi non ottempera, aumenta le tariffe della TARSU degli Asili, degli scuolabus e poi si giustifica dicendo : “sapete non ci sono i soldi, lo Stato non gira i fondi etc etc.”??????????FINIAMOLA FINIAMOLA FINIAMOLA di fare politica in questo modo! La Res Pubblica va amministrata con onestà, rettitudine, senso del dovere e spirito di servizio. Basterebbe aver fatto parte degli scaut da ragazzini per imparare ad apprezzare ed agire secondo sani principi di democrazia!!!! Cittadini impariamo ad essere “PERSONE CRITICHE” rifiutiamo di farci abbindolare inseriamo nel nostro cervello l’INTERROGATIVO (?)!!!!! Buona notte Latisana. Diogene

  4. davide ha detto:

    Oggi vi propongo di giocare a “trova la differenza”, prendendo spunto da due degli ultimi articoli del Bacucco.
    Dal sito di Stefano Mazzoleni: “La militanza con la Lega Nord mi ha permesso di svolgere vari ruoli: consigliere comunale a Tarvisio per diversi mandati, consigliere della Comunità montana […] e, attualmente, presidente di Promotur, la società che gestisce gli impianti sciistici in regione.”
    Dal sito de Il Piccolo, un articolo del settembre 2011: “[…] Ma qual è l’incremento dello stipendio della Sette, riconfermata alla presidenza del collegio, rispetto al mandato precedente? Le voci più maligne dicono 20mila euro in più. L’ex sindaco, pur abbottonata sulle cifre, parla di un’indennità precedente che viaggiava «attorno ai 50mila euro» e, dopo aver ribadito che l’assemblea dei soci di Mediocredito «ha ritenuto di limitare l’aumento previsto dal nuovo tariffario» e ricordato inoltre che il suo è un ruolo «di professionista e non di politico», fa sapere che per il triennio appena iniziato «si è trovata l’intesa per una soluzione forfettaria» […]”.

  5. pitacco ha detto:

    Si fanno strani incontri a Latisana :il capo gruppo del PDL regionale –daniele galasso ospita il dissidente del PD consigliere regionale BAIUTTI e non certo della ricandidatura . Quali accordi ? quali programmi ed interessi per le popolazioni Friulane/Giuliane all’orizzonte fra due personaggi cosi lontani politicamente, che ci sia di mezzo una quaglia ? Domanda credo legittima in momenti di fibrillazione elettorale !!!! PIERINO che non racconta barzellette- piero il pirata

  6. Massimo Della Siega ha detto:

    Si parla di musei a Latisana . A contributo nella discussione porto lo stralcio di un libro che sto proprio ora leggendo , scritto da Philippe Daverio, bizzarro ma intelligente critico d’arte e già assessore alla cultura di Milano anni ’90 ,nelle giunte Formentini : ” Un museo costa . Ed è meglio saperlo subito , prima di cominciare a progettarlo , altrimenti si rischia la mesta fine del Madre di Napoli o la triste situazione delle ambizioni senza finanza del Maxxi di Roma . Gli introiti devono essere previsti fin dalla posa della prima pietra e a nulla vale l’illusione di un futuro bigliettaggio , il quale va considerato una risorsa fortunata ma non una certezza fondativa ” . Fatte le debite proporzioni , mi paiono argomenti applicabili alle velleità latisanesi ed intelligenti appaiono le controproposte di chi cerca alternative che permettano autofinanziamenti magari forieri anche di indotto per il commercio ed i servizi del territorio . Le cattedrali nel deserto, tanto per sfruttare contributi regionali , che diventino nel tempo aule vuote piene di oggetti impolverati , credo non servano .

  7. andrea ha detto:

    Vorrei sapere perche’ a Lignano le scuole sono tornate ai buoni mensa. Il contrario di Latisana. Risultato: a Latisana genitori incazzati, Lignano genitori soddisfatti!!!!!

  8. andrea ha detto:

    Scusa ma nella foto dell’ ex magazzino comunale a ridosso del museo ci sono i bidoni nuovi di raccolta con i coperchi viola a terra…….. gorgo, pertegada e bevazzana aspettano……

I commenti sono disabilitati.