tex willer, asparagorgo, consiglio comunale, jazz, dynasty

Dynasty, integrazione

Ieri ci siamo dimenticati di mettere nelle dinastie politiche anche il Sindaco. Infatti suo padre, Antonino Benigno, fu consigliere comunale dal ‘93 al ‘97 con Moretti Sindaco. Figlio di consigliere e quindi consigliere e poi assessore. Bene.

Incontro con il Jazz, ecco la locandina

Consiglio Comunale 21 marzo alle 18.00  — segue — clicca — 

C’è, ovviamente come ci si aspettava, l’esame della commissione d’indagine sulla progettazione della Cittadella della Salute, ma essa figura all’ultimo punto del corposo o.d.g., e non sappiamo se verrà affrontata, e comunque sarà molto facilmente a porte chiuse. Tra i vari punti all’ordine del giorno troviamo un regolamento per il centro intermodale; la regolarizzazione di un terreno a Lignano Sabbiadoro e poi le annunciate due questioni importanti. In sostanza si avvieranno le procedure per revocare i Piani Attuativi relativi alla zona Golf a Bevazzana, e la zona H in quel di Crosere, casello autostradale. Si prende atto in pratica che si è trattato solo di promesse, senza una sola ruspa in azione, e senza nemmeno la firma delle convenzioni e versamento degli oneri. Ci sono poi altri punti tecnici e amministrativi, uno riguarda i gazebo, poi le interrogazioni dei consiglieri di minoranza ed infine appunto la relazione della Commissione.  A proposito della Commissione d’indagine e dei risvolti politici e amministrativi, appare difficile al momento capire come si comporteranno maggioranza ed opposizione; può essere che vengano chieste le dimissioni di Angelino Valvason, ma non come assessore, che spetta al Sindaco, ma piuttosto come Vice Sindaco, ruolo che rappresenta tutto il consiglio comunale; vedremo. Una domanda però mi viene spontanea: se Valvason invece di essere geometra quasi ingegnere, con studio, fosse stato autista di metropolitana o allevatore di capre tibetane, sarebbe venuta fuori la stessa cagnara? O no?

Asparagorgo a Latisana

Sara: una latisanese (quasi) famosa – riceviamo e volentieri pubblichiamo

Sara, (pubblicazione autorizzata)

Parliamo di Sara Ciutto 12 anni, che già abbiamo visto quando i genitori hanno inviato il filmato (….quello di io canto). Stesso filmato è stato inviato  alle selezioni per il concorso  “Una voce che incanta”,  sezione “enfant prodige. I genitori hannoinviato il video perchè le selezioni sono state fatte in provincia di Pavia, assai lontano quindi. La Voice&art organizza questo concorso nazionale; la Voice&art è partner del Festival di Castrocaro. Sono solo 12 le/i partecipanti per categoria, Sara è nella categaria Junior; e questi accedono alla serata finale. Sara ce l’ha fatta! A giudicare c’erano e ci saranno personaggi dello spettacolo tra cui i giudici del Festival di Castrocaro e Vince Tempera, famoso per aver fatto tanti S.Remo e le canzoni-sigle  come Ufo robot  Goldrake ecc. La finalissima sarà il 14 aprile all’auditorium di Mortara (pv).Ci hanno detto che essendo entrata nei 12 finalisti parteciperà alla serata di Castrocaro. L’anno scorso la serata finale è andata in onda su SKY, così loro ci hanno detto, ma quest’anno non si sa; ci hanno solo comunicato che è tra i 12 finalisti, e mi telefoneranno la prossima  settimana. Il 7 aprile Sara parteciperà al concorso Internazionale di Jesolo “onde Sonore” e frequenta la scuola di musica Aperta Musica. ciao 🙂

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

CARO GATTO – (“L’anno che verrà” di Lucio Dalla)

Caro amico ti scrivo così mi distraggo un po’

e siccome sei molto lontano più forte ti scriverò.

Da quando sei partito c’è una grossa novità,

l’anno vecchio è finito ormai

ma qualcosa ancora qui non va.

Si esce poco la sera compreso quando è festa

e c’è chi ha messo dei sacchi di sabbia vicino alla finestra,

e si sta senza parlare per intere settimane,

…………

e senza grandi disturbi qualcuno sparirà,

saranno forse i troppo furbi

e i cretini di ogni età.

Vedi caro amico cosa ti scrivo e ti dico

e come sono contento

di essere qui in questo momento,

vedi, vedi, vedi, vedi,

vedi caro amico cosa si deve inventare

per poterci ridere sopra,

per continuare a sperare.

E se quest’anno poi passasse in un istante,

vedi amico mio

come diventa importante

che in questo istante ci sia anch’io.

L’anno che sta arrivando tra un anno passerà

io mi sto preparando è questa la novità………..

Bella Vero … caro Gatto … prova a canticchiarla e pensa …  Uso Lucio Dalla per questo “incipit” perché è attuale, calza a pennello per la situazione di Latisana oggi.  NON E’ VERO che tu sia partito/sparito ma … E’ VERO che ci sono novità!  La Sette non candida perché candida suo fratello (prima incazzatura) e non parrebbe buono,  poi candida perché non hanno altri (terza incazzatura … per la seconda vai avanti). Tognato ha aperto la pasticceria e ha oscurato subito l’insegna e ha “forse” capito che, come dicevo in sto mondo “si fanno prigionieri” vedi gli ex intoccabili regionali, Galasso non candida per il discorso dei rimborsi della Regione, il PD brucia Abriola perché troppo giovane e candida Patrizio Rassatti che vive ad Aiello, da anni sparito da Latisana,  e che pensa di raccogliere l’eredità di suo padre Ugo (PCI, Rifondazione, Comunisti Italiani, Lista Rassatti, ecc.) il quale Ugo è stato demolito negli ultimi 15 anni dal PD stesso, UDC, Grillini e Montiani ad oggi, sono come il meteo di Alghero: non pervenuti.

La Spagnolo candida alle regionali per la LEGA (… seconda incazzatura della Sette) ma solo adesso che i leghisti hanno deciso il “tutti a casa” e avanti solo volti nuovi. Volti Nuovi???  Nuova la Spagnolo …. quella che per anni è stata “commissariata” da Bosello di Lignano (sparito anche quello) ???  Ma che novità è la Spagnolo che è stata sempre candidata a tutto negli ultimi anni, sindaco con salto della quaglia, parlamento 2 volte, ecc. , le manca solo di candidare alla presidenza del Milan Club e poi le ha provate tutte.

Ma queste cose tu le sai già da solo, caro Gatto, caro artista amico anonimo, non sono profondo come te che citi Benedetto Croce, io canzonette, fumetti e la triste realtà locale.   Ma ci capiamo e riconosciamo i messaggi.  Ammetto di non aver capito proprio benebene perché sei passato dal “materico monotematico” dei tuoi gatti d’arredo delle aiuole ai “manifesti artistici”.   Forse perché devi aver avuto una preoccupazione quando il primo gatto nero dell’aiuola di Crosere è sparito per qualche giorno e poi è riapparso davanti al Municipio.    Forse lo avevi messo dove il tuo messaggio poteva essere confuso, per tua inesperienza o forse avevi un altro pensiero, non so, sta di fatto che una volta messo davanti al Municipio qualcuno ha “tirato su le orecchie” … Qualcuno lo ha spostato per te.!!! Vero???

Chissà cosa vuol dire sto gatto nero??? Si chiedevano.   E tu, d’altronde furbo come i gatti, hai capito e canalizzato i tuoi messaggi.  Forse col “materico monotematico” eri ancora nella fase delle aspettative: capiranno, succederà … poi hai realizzato che le tue speranze sarebbero state vane.   E sei partito occupando il tuo spazio di messaggio di protesta artistica. Hai fatto bene.

Il primo è un gatto nero che guarda una “carega” in Via Sottopovolo, il secondo in Piazza Indipendenza ma verde giallo, tutti e due di schiena, che osservano, come da dietro una colonna o da un angolino in disparte per non farsi vedere.

Seguono un gatto rosso ghignante di fronte che guarda una pantegana, un altro sempre rosso ma di schiena che sembra guardare oltre/sotto i tabelloni elettorali dove emerge ciò che pensi per i partiti tutti ma si capisce che detesti il PDL ed emerge il numero 7, … vorrà pur dire qualcosa sto numero, e poi sto gatto ha il tanga e le “tette” come volgarizzato in stile “olgettine” … e poi un’ altro dipinto con un faccione gattesco rosso cattivo con occhiali che sembra dire: ti vedo. Tutti e tre nel mese di febbraio in zona Piazza Matteotti visibilissimo da Via Vittorio Veneto. Come a farsi vedere da qualcuno in particolare che transita in zona ???  E’ ovvio collegare quest’ultimo gattone rosso occhialuto e cattivo al risultato elettorale e allo scandalo dei rimborsi dei regionali: beccati e adesso pagherete.  E poi le stoccate artistiche del mese di marzo concentrate in zona inizio Via Rocca che sembrano avere come indirizzo preciso la Pro Loco.   Nel primo, sempre Benedetto Croce con “Il politico onesto è il politico capace” come a dire …. trovate voi lettori il significato guardando a quello che succede o non succede in regione ma anche in comune ecc.   Poi, ma stavolta direttamente sulla porta della Pro Loco, un gattone sorridente con la scritta “Perplessità e valigia di cartone” con una bandierina tricolore sul baffo alto come a dire “visto cosa succede … sloggiare veloci” dipinto con l’orgoglio di essere cittadini italiani dove le regole vanno rispettate da tutti. E poi l’ultimo, quello “schizzato”, con cravatta, baffi “esplosi”, occhi allucinati e orecchio piegato, come a dire “ora si che siete davvero spaventati …”

Messaggi e libere interpretazioni ma senza la ricerca del chi sei. Non mi interessa saperlo perché penso che quello che ho detto sopra siano delle possibili interpretazioni e che, per quello che mi riguarda seguono un percorso simile a quello di tanti altri per riportare o portare per la prima volta a Latisana, da tanto tempo, un respiro libero e la possibilità di confrontarsi liberamente senza le possibili ritorsioni  di un potere che pensa solo a se stesso.

E’ importante che tu continui con la tua arte ed i tuoi messaggi. Buon Lavoro e a presto.

TEX WILLER (… l’originale)

n.d.b. tre cosette; la prima, solita, è che ribadiamo che noi sappiamo chi è Tex Willer, il/la quale sceglie la formula della “lettera firmata”, per motivi suoi che non condividiamo totalmente. La seconda è che, per amor di precisione, la Spagnolo si è candidata anche alle elezioni europee. La terza riferita all’interpretazione delle opere del “gatto”: noi non sappiamo se è cosi, ma citiamo Walter Falciatore: “ .. L’arte e la tecnica, la percezione estetica, la funzione politica dell’arte, più esattamente la politicizzazione dell’arte per combattere l’estetizzazione della politica….”

mancano altrre: tabacchino in piazza, fioriera in piazza, rotonda di crosere, galleria chiarcos e altre….

Condividi il post!

PinIt

4 commenti su “tex willer, asparagorgo, consiglio comunale, jazz, dynasty”

  1. "Aquila dela note" quela de Tisana ha detto:

    ….. il PD ghe ne varà fate tante, ma Ugo no!! Ugo el se ga demolio solo …….. e comunque per la storia il PD el se nato quando che el gera sa drio a dirocase….. no, anzi, forse el gera sa rotamà ……… e magari nol se gaveva neanche acorto de esserlo (…..oviamente politicamente perchè de salute el sta benon…..e ghe auguremo che el stia ancora meo…)
    “Aquila dela note”…quela de Tisana

  2. Giulia ha detto:

    Sono bellissimi questi gatti

  3. marco ha detto:

    geniali…

  4. marco ha detto:

    andranno a ruba questi quadri ,ci scommetto.

I commenti sono disabilitati.